Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Diabete di tipo 1 collegato per sventrare microbiome ed i fattori genetici

Un nuovo studio dall'università di Lingköping in Svezia e dall'università di Florida ha rivelato che il microbiome dell'intestino dei bambini con un alto rischio genetico di sviluppare il diabete di tipo 1 è contrassegnato differente dai bambini che hanno un a basso rischio di sviluppare la circostanza.

Microbiome dellJuan Gaertner | Shutterstock

Il nuovo studio suggerisce che la risposta di una persona ai fattori ambientali che contribuiscono al diabete di tipo 1 dello sviluppo sia influenzata dai fattori genetici e reclami che è il primo per riferire le associazioni significative fra il rischio genetico e cambia nel microbiome dell'intestino.

Il diabete di tipo 1 è uno stato autoimmune in cui i livelli di glucosio di sangue diventano troppo su dovuto una mancanza di insulina prodotta dall'ente.

La circostanza pregiudica 422 milione di persone universalmente, secondo le statistiche pubblicate dall'organizzazione mondiale della sanità ed è una causa importante di cecità, di insufficienza renale, del colpo e delle amputazioni dell'arto inferiore.

Sia il tipo 1 che il diabete di tipo 2 sono stati studiati estesamente a causa dei loro effetti severi, ma il gruppo particolare utilizzato in questo nuovo studio è “unicamente apprezzato„, come descritto da Johnny Ludvigsson, professore senior nel dipartimento di medicina clinica e sperimentale, dell'università di Linköping e del consulente senior all'ospedale pediatrico di principessa di corona di HRH Port Victoria, ospedale universitario di Linköping.

Tutti i bambini nel gruppo sudorientale (ABIS) della Svezia utilizzato obiettivi di questo nei nuovi studio per scoprire perché i bambini sviluppano le malattie autoimmuni, in particolare diabete di tipo 1.

Il gruppo ha incluso 17.055 bambini sopportati fra 1997 e 1999, che sono stati riflessi dalla nascita con i questionari che riguardano le informazioni sulla durata di allattamento al seno, uso antibiotico e dieta e campioni biologici (sangue, urina, capelli e feci). I bambini sono stati riflessi alle età 1, 3, 5 e 8 e più vecchio.

La diversità batterica era significativamente differente in bambini con un ad alto rischio del diabete

Questo nuovo studio, pubblicato nelle comunicazioni della natura, ha incluso 403 bambini di cui il rischio genetico è stato analizzato studiando le connessioni fra la predisposizione genetica e la loro flora dell'intestino, con un fuoco sulle varianti nei geni umani dell'antigene (HLA) del leucocita:

“La predisposizione a molte malattie autoimmuni umane è sotto forte controllo genetico tramite le combinazioni umane dell'allele dell'antigene del leucocita (HLA) della classe II. Questi geni rimangono dalla fiera i più grandi fattori di rischio nello sviluppo del diabete di tipo 1 e della malattia celiaca. Malgrado questo, piccolo è conosciuto circa le influenze di HLA sulla composizione del microbiome umano dell'intestino, una sorgente potenziale di influenza ambientale sulla malattia.„

“Determinate specie batteriche non sono state trovate affatto in bambini con l'alto rischio genetico, ma sono state trovate in quelle con il minimo o nessun rischio,„ Ludvigsson ha detto. “Questo è molto interessante, poichè questo potrebbe significare che determinate specie hanno effetti protettivi e può essere utile nel trattamento futuro da impedire le malattie autoimmuni.

“Può essere che determinate specie non possano sopravvivere a in persone con l'alto rischio genetico.„

Lo studio suggerisce che due membri della famiglia dei batteri Peptostreptococcaceae, Intestinibacter e Romboutsia, “siano associati coerente con i genotipi genetici più bassi di rischio HLA„, che possono suggerire come impedire il diabete di tipo 1 diminuendo le funzioni di questi batteri dell'intestino nei genotipi ad alto rischio.

Egualmente suggerisce che il probiotics abbia “grande potenziale„ di facilitare i cambiamenti nel microbiome per impedire o migliorare il diabete di tipo 1, tra altre malattie autoimmuni.

Uno studio separato ha trovato che la funzione alterata della barriera epiteliale intestinale possibilmente connessa al trucco del microbiota dell'intestino è stata trovata nella gente con il diabete di tipo 1.

Gli autori hanno suggerito che questi fattori fossero potrebbero essere responsabili di controllo glycemic difficile. Hanno studiato l'effetto del prebiotics sui bambini con il diabete di tipo 1 ed hanno concluso

“Il completamento di Prebiotic, insulina specialmente oligofructose-arricchita, è un'aggiunta potenzialmente novella, economica, a basso rischio del trattamento per T1D che può migliorare il controllo glycemic,„ avanzante la prova che pre- e pro--biotics potrebbe svolgere un ruolo importante nell'impedire il diabete di tipo 1.

La ricerca futura è necessaria guadagnare una comprensione più profonda degli effetti della genetica e sventrare la flora sull'incidenza del diabete di tipo 1, che può a loro volta avvantaggiare la comprensione ed il trattamento di altre malattie autoimmuni quali la malattia celiaca e l'artrite reumatoide.

Journal reference:

Russel, J. T., et al. (2019). Genetic risk for autoimmunity is associated with distinct changes in the human gut microbiome. Nature Communications. https://www.nature.com/articles/s41467-019-11460-x

Lois Zoppi

Written by

Lois Zoppi

Lois is a freelance copywriter based in the UK. She graduated from the University of Sussex with a BA in Media Practice, having specialized in screenwriting. She maintains a focus on anxiety disorders and depression and aims to explore other areas of mental health including dissociative disorders such as maladaptive daydreaming.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Zoppi, Lois. (2019, August 20). Diabete di tipo 1 collegato per sventrare microbiome ed i fattori genetici. News-Medical. Retrieved on July 26, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20190820/Type-1-diabetes-linked-to-gut-microbiome-and-genetic-factors.aspx.

  • MLA

    Zoppi, Lois. "Diabete di tipo 1 collegato per sventrare microbiome ed i fattori genetici". News-Medical. 26 July 2021. <https://www.news-medical.net/news/20190820/Type-1-diabetes-linked-to-gut-microbiome-and-genetic-factors.aspx>.

  • Chicago

    Zoppi, Lois. "Diabete di tipo 1 collegato per sventrare microbiome ed i fattori genetici". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190820/Type-1-diabetes-linked-to-gut-microbiome-and-genetic-factors.aspx. (accessed July 26, 2021).

  • Harvard

    Zoppi, Lois. 2019. Diabete di tipo 1 collegato per sventrare microbiome ed i fattori genetici. News-Medical, viewed 26 July 2021, https://www.news-medical.net/news/20190820/Type-1-diabetes-linked-to-gut-microbiome-and-genetic-factors.aspx.