Lo sforzo traumatico si è associato con il rischio della depressione fra le madri immigrate centro americane

Lo sforzo traumatico è un fattore chiave connesso con la depressione fra le madri immigrate dall'America Centrale, riferisce uno studio in famiglia e la salubrità della Comunità: Il giornale della promozione della salute & della manutenzione - parte di un'emissione speciale di tema votata “a salubrità della famiglia nelle Comunità ispane„ che include gli editori di ospite Paul Branscum, il PhD, RD e Daphne C. Hernandez, il PhD, MSEd il giornale è pubblicato nel portafoglio di Lippincott da Wolters Kluwer.

“Le esposizioni di trauma che le donne immigrate non documentate e la loro esperienza delle famiglie in gran parte vanno sconosciute e non trattate, eppure lo sforzo traumatico accoppiato con i sintomi depressivi possono impedire il funzionamento materno e la capacità non solo di catturare la cura se stesso ma anche per soddisfare le esigenze dei bambini e dei membri della famiglia,„ secondo il rapporto da Betania L. Letiecq, PhD, della George Mason University, di Fairfax, del Va. e dei colleghi.

Il Dott. Letiecq aggiunge:

Tuttavia, egualmente troviamo che queste donne sono incredibilmente resilienti, dato le loro esperienze e minacce continuate della deportazione e della separazione della famiglia dal governo degli Stati Uniti.„

L'approccio di CBPR esamina la salute mentale delle madri immigrate “in una struttura ecosystemic„

I ricercatori hanno esaminato 134 madri immigrate centro americane non documentate che vivono nella Virginia del Nord, mettente a fuoco sui fattori che pregiudicano la salute mentale delle donne. Lo studio ha usato una struttura ecosystemic per identificare i preannunciatori strutturali, familiari, parentali e materni di salubrità della depressione materna.

Lo studio ha seguito un approccio partecipe a livello comunitario (CBPR) della ricerca - “le parti uguali la ricerca e atto,„ hanno costruito sulle associazioni reciprocamente utili fra i ricercatori ed i partner della comunità. Il Dott. Letiecq commenta, “è essenziale per capire il contesto dell'illegalità relativo a politica di immigrazione, che crea sistematicamente i carichi di salubrità mentale e fisica che sono sperimentati eccessivamente tramite le madri immigrate non documentate di Latina e particolarmente coloro che qui sta allevando i loro bambini da solo o senza i molti famiglia e sostegni comunitari.„

Su un disgaggio standard della depressione, 50 per cento delle madri immigrate hanno avuti punteggi indicare “la preoccupazione clinica„ per la depressione. La maggior parte delle donne avevano avvertito almeno un evento traumatico, riflettente l'ad alto rischio delle esposizioni di trauma relative a migrazione. Quaranta per cento hanno avuti sintomi di disordine post - traumatico di sforzo.

Una vasta gamma di fattori hanno pregiudicato la depressione materna, compreso formazione bassa, essendo una madre single, problemi di alloggio, insicurezza di alimento e numeri dei bambini. “[A] le madri di s ritenute isolate, di più responsabile circa la loro capacità di soddisfare le esigenze dei loro bambini e si sono preoccupate per l'influenza del loro bambino [umore ed emozioni], essi hanno avvertito più sintomi della depressione,„ il Dott. Letiecq ed i co-author scrivono. Mentre traumatici i fattori di sforzo sono stati collegati con i sintomi aumentati della depressione, migliori punteggi auto-stimati di salubrità serviti da buffer di salute mentale.

Attingendo i loro risultati, gli autori egualmente discutono le azioni comunitarie state necessarie per migliorare le circostanze delle madri immigrate, quali il sostegno per la sanità mentale comunità-informata e la consapevolezza di costruzione delle esperienze delle famiglie immigrate all'interno del sistema scolastico locale. “Questo lavoro è particolarmente importante poichè le ostilità dell'anti-immigrato continuano ad intensificare,„ i ricercatori scrive.

L'immigrazione dall'America Centrale è aumentato drammaticamente, particolarmente da El Salvador, dall'Honduras e dal Guatemala. Nel 2016, i 1,85 milione immigrati centro americani stimati stavano vivendo negli Stati Uniti senza autorizzazione legale. Mentre la maggior parte dei bambini degli immigrati sono cittadini degli Stati Uniti, è stimato che almeno 40 per cento dei bambini immigrati abbiano almeno un genitore non documentato - uno statuto giuridico “misto„ che li colloca a rischio della separazione della famiglia.

“Catturato insieme… le sfide strutturali e familiari può erodere la salute mentale materna fra le madri immigrate non documentate,„ il Dott. Letiecq ed i co-author concludono. “La riforma di immigrazione completa dovrebbe essere alla prima linea di tutti gli sforzi per intervenire nelle vite delle madri immigrate non documentate mentre lavoriamo per migliorare soffrendo ed azione ordinaria di salubrità e la giustizia di avanzamento dell'immigrato.„

In un momento in cui la popolazione ispana è il più grande e gruppo minoritario più a crescita rapida negli Stati Uniti, è estremamente importante indirizzare le disparità persistenti di salubrità all'interno delle comunità ispane, secondo una prefazione da Paul Branscum, PhD, RD e Daphne C. Hernandez, il PhD, MSEd, editori di ospite del numero speciale. Mettendo a fuoco sulla famiglia mentre “l'unità primaria„ per quale decisioni sono prese nella cultura ispana, i documenti del numero speciale “riflette gli avanzamenti e le innovazioni nel campo di salubrità del latino-americano della famiglia.„

Source:
Journal reference:

Letiecq, B.L. et al. (2019) Central American Immigrant Mothers' Mental Health in the Context of Illegality: Structural Stress, Parental Concern, and Trauma. Family & Community Health. doi.org/10.1097/FCH.0000000000000233.