Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Sviluppando un'analisi del sangue per macchiare prima possibile le lesioni subconcussive

In uno di più grandi studi sul suo genere, i ricercatori a salubrità di Orlando stanno realizzando i nuovi progressi nell'individuazione dei modi individuare un trauma cranico traumatico eppure sinistro -- ed ottenendo più vicino ad impedire ulteriore danno.

Le lesioni di Subconcussive non mostrano spesso sintomi o effetti immediati, ma possono causare col passare del tempo l'usura sul cervello con le lesioni ripetute. L'ultimo studio, pubblicato nella pediatria del giornale BMJ aperta, include più di 700 pazienti del pronto soccorso -- bambini ed adulti. Lo studio ci ottiene più vicino a sviluppare un'analisi del sangue standard per macchiare prima possibile queste lesioni.

Una funzionalità unica di questo studio è che include i pazienti che colpiscono le loro teste ma non ha sintomi. Questo gruppo è raramente -- se mai -- incluso negli studi di biomarcatore.„

Papà di Linda, MD, autore principale dello studio e medico della medicina di emergenza a salubrità di Orlando

L'analisi del sangue cerca due proteine (GFAP e UCH-L1) trovate nei nostri cervelli e scaricate in sangue dopo una lesione -- livelli elevati di cui potrebbe indicare una commozione cerebrale o una lesione subconcussive. Il Dott. Papa sta studiando questi biomarcatori per più di una decade. Alcuni dei suoi studi precedenti hanno messo a fuoco sugli atleti, ma ora sta ampliando la sua ricerca sulle lesioni subconcussive alla popolazione in genere ed a tutte le fasce d'età.

Storicamente, la gente che soffre il trauma capo senza sintomi di commozione cerebrale può essere classificata come non avendo “lesione.„ Il più, là è molto pochi studi che indirizzano l'impatto delle lesioni subconcussive che seguono il trauma capo nella popolazione civile, rispetto ai membri o agli atleti militari.

“È stimato che fino a 3,8 milione commozioni cerebrali si presentino annualmente negli Stati Uniti dagli sport organizzati e ricreativi -- e ci sono più di 2 milione visite di ER per i traumi cranici e le commozioni cerebrali traumatici,„ ha detto il papà. “È un problema sanitario significativo sia in atleti che in non atleti.„

Lo studio ha esaminato i pazienti con le commozioni cerebrali, quelle con il trauma capo senza segni evidenti della commozione cerebrale e quelle con il trauma dell'organismo senza trauma capo o commozione cerebrale. I livelli elevati di entrambi i biomarcatori sono stati trovati in pazienti con il trauma capo nonconcussive, potenzialmente segnalante un trauma cranico subconcussive.

Ancora, questa analisi del sangue va ancora più profonda di una scansione di CT di routine. Gli studi precedenti facendo uso dei due biomarcatori hanno messo a fuoco sulla rilevazione delle lesioni di cervello, ma le lesioni subconcussive necessariamente non provocano lesioni -- e perfino la vasta maggioranza dei pazienti con le commozioni cerebrali tende ad avere una scansione normale di CT.

“Lo studio comprende una schiera dei pazienti con differenti meccanismi di lesione, compreso gli incidenti stradali, le cadute e gli incidenti della bicicletta oltre a ricreativo e mette in mostra le lesioni,„ ha detto il papà. “Non è limitata ad appena un gruppo di tipi di lesione.„

Una serie di società ora stanno lavorando a sviluppare un'unità sommità banco per il laboratorio dell'ospedale -- con un'unità tenuta in mano di punto-de-cura che può essere utilizzata per individuare le lesioni subconcussive in varie impostazioni -- compreso gli eventi sportivi, nell'ambulanza, alla scena degli incidenti stradali, nelle impostazioni militari o persino dopo un urto semplice alla testa.

“La tecnologia è soltanto un anno o due assenti,„ ha detto il papà.