Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'uso non sanitario delle anfetamine di prescrizione per ADHD si è collegato all'ospedalizzazione, risultati interni

I nuovi risultati sui risultati avversi seri connessi con uso non sanitario (NMU) delle anfetamine di prescrizione per disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) recentemente sono stati pubblicati nell'edizione del settembre 2019 del giornale dei disordini dell'attenzione. I risultati, in base ad un'analisi dei dati di chiamata dal sistema dati nazionale del veleno degli Stati Uniti (NPDS), dimostrano che NMU di queste medicine da orale, nasale (sniffando o fiutando) o IV iniezione instrada significativamente aumenta il rischio di ospedalizzazione ed egualmente è collegato ad un rischio aumentato di altri risultati seri compreso l'ammissione a cura critica ed unità psichiatriche, suicidio tentato e perfino morte.

L'uso non sanitario di questi farmaci importanti per ADHD è un problema significativo e crescente che causa le conseguenze devastanti per le persone, le famiglie e le comunità. Questi risultati nell'ambiente rinforzano la necessità di istruire i responsabili della politica, i pazienti, i badante ed il pubblico circa i risultati severi e pericolosi di uso non sanitario dell'anfetamina, particolarmente dalle vie di somministrazione dell'iniezione e nasali.„

Studi l'autore Stephen Faraone, il PhD, professore della psichiatria distinto e la neuroscienza & la fisiologia all'università Upstate medica di SUNY

L'analisi è stata basata sui rapporti di uso intenzionale o involontario delle anfetamine dello stimolante di prescrizione elaborate dai centri di veleno regionali e caricate al NPDS fra 2012 e 2016. Complessivamente 15.876 registrazioni (6.163 adolescenti e 9.713 adulti) sono state analizzate. I ricercatori hanno definito tre gruppi basati orale (n=11,161), nasale intenzionali (n=598) o su IV iniezione (n=164) NMU e le hanno confrontate ad un gruppo di persone di controllo segnalazione dell'esposizione orale involontaria all'anfetamina (n=3,953).

Risultati chiave

La gente che intenzionalmente ha abusato o abusato delle anfetamine di prescrizione era all'elevato rischio per i risultati avversi rispetto al gruppo di controllo, al più grande numero dei risultati seri nel gruppo dell'iniezione seguito dai gruppi della somministrazione nasale e per via orale.

Le probabilità della morte erano circa 22 volte maggiori per la gente che non sanitario ha usato le anfetamine per iniezione confrontate al gruppo di controllo (1,2% IV contro 0,03% controlli) e circa 13 volte maggiori per il gruppo nasale dell'amministrazione (0,5% intranasale contro 0,03% controlli).

Le tariffe dell'ospedalizzazione attraverso i gruppi di NMU (68% per il gruppo dell'iniezione, 64,7% per il gruppo orale e 49% per il gruppo nasale) erano statisticamente significativamente superiori a quelle del gruppo di controllo (22%). Coloro che non sanitario ha usato le anfetamine per iniezione erano egualmente al più grande rischio di ammissione ad un'unità critica di cura (36,6% contro 24,6% per NMU orale, 21,1% per NMU nasale e 7,9% per il gruppo di controllo), indicante che molti di questi pazienti erano seriamente Illinois.

I tentativi sospettati di suicidio erano più comuni fra la gente che riferisce NMU orale delle anfetamine (74,1%) che coloro che che ha abusato di o che abusato per iniezione (20,7%) e nasale (15,6%) instrada. Le tariffe dei tentativi orali di suicidio e di NMU sono aumentato simultaneamente nel corso dei cinque anni dell'analisi di dati di NPDS, suggerenti che NMU delle anfetamine stia aumentando mentre un metodo per il suicidio tenta. Inoltre, le ammissioni ad un'unità psichiatrica erano significativamente più alte nel gruppo orale di NMU rispetto all'iniezione ed ai gruppi nasali di NMU.

I dati da questo studio indicano che l'anfetamina NMU è associata con l'alte morbosità e mortalità e che le iniziative educative sono necessarie avvisare i prescrittori all'esistenza di NMU ed alle conseguenze potenziali per i loro pazienti.

Source:
Journal reference:

Faraone, S.V. et al. (2019) Prevalence and Consequences of the Nonmedical Use of Amphetamine Among Persons Calling Poison Control Centers. Journal of Attention Disorders. doi.org/10.1177/1087054719843182.