Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le diete ad alta percentuale di grassi contribuiscono alle irregolarità nella regione dell'ipotalamo del cervello

Molta ricerca ha indicato come una dieta non sana correla all'obesità, ma non ha esplorato come la dieta può determinare i cambiamenti neurologici nel cervello. Uno studio recente di Yale ha scoperto che le diete ad alta percentuale di grassi contribuiscono alle irregolarità nella regione dell'ipotalamo del cervello, che regolamenta l'omeostasi ed il metabolismo del peso corporeo.

Piombo da Sabrina Diano, il professore della famiglia di Richard Sackler di fisiologia cellulare & molecolare e professore di neuroscienza e di medicina comparativa, lo studio valutato come il consumo di dieta ad alta percentuale di grassi -- specificamente è a dieta che comprende le quantità elevate dei grassi e dei carboidrati -- stimola l'infiammazione ipotalamica, una risposta fisiologica all'obesità e la malnutrizione.

I ricercatori hanno riaffermato che l'infiammazione si presenta nell'ipotalamo fin dai tre giorni dopo che consumo di dieta ad alta percentuale di grassi, anche prima che l'organismo cominciasse a video i segni dell'obesità. “Siamo stati intrigati dal fatto che questi sono cambiamenti molto veloci che accadono anche prima che il peso corporeo cambiasse ed abbiamo voluto capire il meccanismo cellulare di fondo,„ ha detto Diano che è egualmente un membro del programma di Yale nella segnalazione integrante delle cellule e della neurobiologia di metabolismo.

I ricercatori hanno osservato l'infiammazione ipotalamica in animali su una dieta ad alta percentuale di grassi ed hanno scoperto che i cambiamenti in struttura fisica stavano presentando fra le celle microglial degli animali. Queste celle fungono da prima linea di difesa nel sistema nervoso centrale che regolamentano l'infiammazione. Il laboratorio di Diano ha trovato che l'attivazione del microglia era dovuto i cambiamenti in loro mitocondri, organelli che aiutano i nostri organismi a derivare l'energia proveniente dall'alimento che consumiamo. I mitocondri erano sostanzialmente più piccoli negli animali su una dieta ad alta percentuale di grassi. Il cambiamento dei mitocondri nella dimensione era dovuto una proteina, disgiungente la proteina 2 (UCP2), che regolamenta l'utilizzazione dell'energia dei mitocondri, pregiudicante il controllo degli ipotalami di energia e di omeostasi del glucosio.

L'attivazione di UCP2-mediated di microglia ha pregiudicato i neuroni nel cervello che quando ricevono un segnale infiammatorio dovuto la dieta ad alta percentuale di grassi, stimolata gli animali nel gruppo ad alta percentuale di grassi di dieta per mangiare più e diventare obeso. Tuttavia, quando questo meccanismo è stato bloccato eliminando la proteina UCP2 dal microglia, gli animali esposti ad una dieta ad alta percentuale di grassi hanno mangiato di meno ed erano resistenti al peso di guadagno.

Lo studio non solo illustra come le diete ad alta percentuale di grassi ci pregiudicano fisicamente, ma trasporta come una dieta non sana può alterare neurologico la nostra ingestione di cibo. “Ci sono meccanismi specifici del cervello che ottengono attivati quando ci esponiamo a tipo specifico di alimenti. Ciò è un meccanismo che può essere importante da un punto di vista evolutivo. Tuttavia, quando i ricchi dell'alimento in grasso e carburatori è costantemente disponibili è nociva.„

Lo scopo di lunga durata di Diano è di capire i meccanismi fisiologici che regolamentano quanto alimento consumiamo e continua a realizzare la ricerca su come il microglia attivato può pregiudicare le varie malattie nel cervello, compreso il morbo di Alzheimer, un disordine neurologico che è associato con i cambiamenti nelle celle microglial del cervello ed è stato indicato per avere più alta incidenza fra le persone obese.

Source:
Journal reference:

Kim, J.E. et al. (2019) Microglial UCP2 Mediates Inflammation and Obesity Induced by High-Fat Feeding. Cell Metabolism. doi.org/10.1016/j.cmet.2019.08.010.