Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il medico di FAU garantisce ERC che inizia Grant di 1,5 milione euro per la ricerca di avanguardia

Il Dott. Andreas Ramming del medico da Friedrich-Alexander-Universität Erlangen-Nürnberg (FAU) è riuscito a garantire il finanziamento della ricerca in una delle procedure di selezione europee più dure. Nel corso dei cinque anni futuri, il consiglio della ricerca europeo (ERC) supporterà il suo progetto di ricerca eccezionale con un ERC che inizia Grant di 1,5 milione euro. Nella procedura di selezione rigorosa per i progetti proposti, il ERC prende la sua decisione in base ad un trattamento di rassegna completa che fa partecipare molti ricercatori internazionali principali dai rispettivi campi. Meno di dieci per cento dei progetti di ricerca presentati riescono. Una volta all'anno, il ERC assegna queste concessioni ai migliori giovani ricercatori per dare loro la probabilità stabilire i loro propri gruppi di lavoro e perseguire i progetti di ricerca con grande potenziale per innovazione.

Fra 10 e 15 milione di persone in Germania corrente soffrono da una malattia autoimmune ed il numero sta sviluppandosi. Il sistema immunitario di quelli influenzati può più non differenziarsi fra il propri tessuto dell'organismo e minacce esterne ed avvia una risposta infiammatoria per difendersi, inizialmente in un organo quali il colon o l'interfaccia. In molti pazienti, una malattia autoimmune si presenta come tipo di stato sistematico. A tempo, l'infiammazione si sparge dall'area inizialmente influenzata ad altre aree dell'organismo e la malattia si trasforma in in aumenti pazienti e più seri della sofferenza.

Dott. Andreas Ramming dal dipartimento di medicina 3 - reumatologia ed immunologia agli obiettivi di Universitätsklinikum Erlangen per trovare i nuovi approcci a trattare queste malattie. Con il suo gruppo di lavoro, sta studiando i meccanismi molecolari che avviano la diffusione di queste malattie autoimmuni ad altre parti del corpo. Negli ultimi anni, piantare ed il suo gruppo stanno raccogliendo i dati ed hanno scoperto le prime impronte molecolari che sembrano promuovere questa reazione seria. Il gruppo dei medici ora vuole studiare più a fondo per scoprire più circa i trattamenti dietro e per capire quali celle sono implicate. Una cosa è già chiara: Le celle linfoidi innate che erano gioco scoperto di alcuni anni fa un il ruolo più importante che precedentemente sono state sospettate.

Con il finanziamento della ricerca dal ERC che inizia Grant degno quasi 1,5 milione euro, la piantatura ed il suo scopo del gruppo perseguire gli approcci sperimentali hanno elaborato durante gli anni ultimi e, se possibile, per progettare completamente un nuovo tipo di terapia per le malattie autoimmuni che contribuisce ad impedire l'infiammazione la diffusione in primo luogo invece di trattamento sintomatico dopo che ha cominciato. La costrizione per spargere l'infiammazione può essere veduta in quasi tutte le malattie autoimmuni dalla sclerosi a placche e in Morbus Crohn all'artrite reumatoide. La piantatura ha scelto l'artrite di psoriasi come modello per la sua ricerca come infiammazione che comincia sull'interfaccia con questa circostanza spesso si sparge alle giunzioni ed ai tendini mentre la malattia progredisce.

“Non ci sono corrente i trattamenti disponibili fermare la malattia dalla diffusione fin dall'inizio,„ spiegano la piantatura. “Certamente richiederà un certo tempo affinchè noi metta a punto un metodo del trattamento, ma speriamo di realizzare i progressi significativi durante i prossimi anni in moda da poterci presto offrire noi un certo sollievo ai pazienti che soffrono da queste malattie.„

Fra 10 e 15 milione di persone in Germania corrente soffrono da una malattia autoimmune ed il numero sta sviluppandosi. Il sistema immunitario di quelli influenzati può più non differenziarsi fra il propri tessuto dell'organismo e minacce esterne ed avvia una risposta infiammatoria per difendersi, inizialmente in un organo quali il colon o l'interfaccia. In molti pazienti, una malattia autoimmune si presenta come tipo di stato sistematico. A tempo, l'infiammazione si sparge dall'area inizialmente influenzata ad altre aree dell'organismo e la malattia si trasforma in in aumenti pazienti e più seri della sofferenza.

Dott. Andreas Ramming dal dipartimento di medicina 3 - reumatologia ed immunologia agli obiettivi di Universitätsklinikum Erlangen per trovare i nuovi approcci a trattare queste malattie. Con il suo gruppo di lavoro, sta studiando i meccanismi molecolari che avviano la diffusione di queste malattie autoimmuni ad altre parti del corpo. Negli ultimi anni, piantare ed il suo gruppo stanno raccogliendo i dati ed hanno scoperto le prime impronte molecolari che sembrano promuovere questa reazione seria. Il gruppo dei medici ora vuole studiare più a fondo per scoprire più circa i trattamenti dietro e per capire quali celle sono implicate. Una cosa è già chiara: Le celle linfoidi innate che erano gioco scoperto di alcuni anni fa un il ruolo più importante che precedentemente sono state sospettate.

Con il finanziamento della ricerca dal ERC che inizia Grant degno quasi 1,5 milione euro, la piantatura ed il suo scopo del gruppo perseguire gli approcci sperimentali hanno elaborato durante gli anni ultimi e, se possibile, per progettare completamente un nuovo tipo di terapia per le malattie autoimmuni che contribuisce ad impedire l'infiammazione la diffusione in primo luogo invece di trattamento sintomatico dopo che ha cominciato. La costrizione per spargere l'infiammazione può essere veduta in quasi tutte le malattie autoimmuni dalla sclerosi a placche e in Morbus Crohn all'artrite reumatoide. La piantatura ha scelto l'artrite di psoriasi come modello per la sua ricerca come infiammazione che comincia sull'interfaccia con questa circostanza spesso si sparge alle giunzioni ed ai tendini mentre la malattia progredisce.

Non ci sono corrente i trattamenti disponibili fermare la malattia dalla diffusione fin dall'inizio. Certamente richiederà un certo tempo affinchè noi metta a punto un metodo del trattamento, ma speriamo di realizzare i progressi significativi durante i prossimi anni in moda da poterci presto offrire noi un certo sollievo ai pazienti che soffrono da queste malattie.„

Dott. Andreas Ramming, dipartimento di medicina - reumatologia ed immunologia, Universitätsklinikum Erlangen