Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo ad intervento basato a coppie mostra il potenziale di diminuire l'emergenza del badante

Sta coltivando la prova che i badante dei pazienti con la malattia cardiovascolare (CVD) sono vulnerabili a sviluppare la loro propria salubrità cardiovascolare difficile. I ricercatori riferiscono nel giornale canadese della cardiologia, pubblicato da Elsevier, ad un su un intervento basato a coppie del proof of concept in una regolazione cardiaca di ripristino. Questo intervento ha indicato il potenziale per la diminuzione dell'emergenza del badante e gli studi futuri stanno valutando il suo impatto sia sui badante che sulla salubrità cardiovascolare dei pazienti.

Quasi la metà dei canadesi è stata nei ruoli caregiving alla famiglia ed agli amici, con le simili figure negli Stati Uniti e l'Europa. Un badante è definito in senso lato mentre qualcuno che fornisca al lavoro informale o non pagato ad un membro della famiglia o ad un amico una circostanza o un'inabilità cronica. I badante forniscono al supporto cruciale e raramente remunerante ai membri della famiglia malati o agli amici. Circa 40 per cento dei badante, di cui più mezze sono le donne, rapporto sforzi su psicologici, emozionali, fisici, sociali e finanziari hanno imposto dal ruolo caregiving. Questi fattori possono contribuire ad un elevato rischio di CVD fra i badante stessi. Tuttavia, malgrado un apprezzamento di queste emissioni, pochi approcci sono stati efficaci nella diminuzione dello sforzo del badante. Questa necessità è preveduta di aumentare perché le pressioni sui badante “cardiaci„ sono aggettate per aumentare nella decade prossima mentre la popolazione invecchia, lunghezza delle degenze in ospedale diminuiscono ed il CVD ed i fattori di rischio associati continuano ad aumentare.

“È abbondantemente chiaro che i badante devono essere supportati meglio!„ erica detta Tulloch del principale inquirente, PhD, divisione della prevenzione e del ripristino cardiaci, università di istituto del cuore di Ottawa (UOHI) ed università di Ottawa, Ottawa, SOPRA, il Canada. Il primo autore, Karen Bouchard, il PhD, collega postdottorale nella medicina comportamentistica a UOHI aggiunto, “badante è critico per la gestione di salubrità cardiovascolare dei pazienti ed è una risorsa inestimabile di sanità, contribuente enorme al sistema sanitario canadese. Le persone che si occupano dei loro partner possono avvertire il rischio cardiovascolare supplementare - un rischio a che dovrebbe essere riconosciuto ed a cui dovremmo rispondere.„

In questo esame narrativo, i ricercatori esaminano la prova dai campi della psicologia di salubrità e della scienza di relazione ed evidenziano (per esempio, comportamentistico, emozionale) i fattori diretti (per esempio, fisiologico) ed indiretti che collegano l'emergenza del badante con il proprio rischio cardiovascolare dei badante. Per esempio, i badante sono più probabili continuare a fumare e meno probabile essere fisicamente attivi che le persone che forniscono il nessun o i bassi livelli di cura; le loro diete tendono ad essere alte nel consumo di grassi saturato che piombo ai maggiori indici di massa corporea; passano meno tempo che si impegna nelle attività di autosufficienza e nei comportamenti preventivi difficili di salubrità di rapporto; avvertono di meno o il sonno disordinato; e dimostri l'aderenza difficile al farmaco. I badante nuziali hanno livelli elevati dei sintomi depressivi, del carico fisico e finanziario, dello sforzo di relazione e dei livelli più bassi di benessere psicologico positivo confrontato ai badante adulti dei bambini, per esempio.

I ricercatori riferiscono che il rischio di ipertensione e di sindrome metabolica può direttamente essere collegato con caregiving ad alta intensità, definito come fornitura delle più di 14 ore di caregiving alla settimana in due anni consecutivi. Egualmente riferiscono i risultati che stimano annualmente il contributo economico del lavoro non pagato dei badante per essere $26 miliardo nel Canada, che è aggettato aumentare da ora al 2035 a $128 miliardo (probabilmente traducendo sopra ai trilione dollari ciascuno in U.S.A. e nell'Europa).

I ricercatori si contendono che la salubrità cardiovascolare sia del paziente che del badante potrebbe essere migliorata migliorando la qualità della relazione del paziente-badante. Descrivono insieme una prova del proof of concept dei cuori curativi, di un relazione-potenziamento e di un programma educativo per i pazienti ed i partner. Sulla base della teoria del collegamento, che specifica che le obbligazioni emozionali vicine sono essenziali una volta affrontate ad una minaccia quale un evento cardiaco, le guide di programma si accoppia con le conversazioni in cui esaminano le informazioni su salubrità e sul collegamento del cuore; condivida le loro esperienze uniche con la malattia di cuore con i partner ed i pari; ed impari comunicare chiaramente la loro esigenza di connessione e di riassicurazione. Questa connessione migliora la soddisfazione delle coppie e la soluzione dei problemi. I partecipanti hanno riferito i miglioramenti nella qualità di relazione, nella salute mentale e nelle misure selezionate di qualità di vita. Una valutazione controllata dell'impatto del programma sui fattori di rischio cardiovascolari è in corso.

Lo scopo dei cuori curativi è insieme di aumentare l'accessibilità e la risposta emozionali nelle coppie che affrontano il CVD. Catturati insieme, ad interventi basati a coppie in una regolazione cardiaca di ripristino possono essere un approccio tempestivo e appropriato per diminuire l'emergenza del badante e per migliorare i risultati completi della salubrità dei badante. C'è un'opportunità emergente di occuparsi di coloro che si occupa dei loro partner e migliora la salubrità di entrambi. È importante che i professionisti di sanità riconoscono il carico di caregiving ed agisce sensibile ed indirizzare strategico queste sfide.„

Dott. Heather Tulloch, principale inquirente

“Gli effetti nocivi dell'esperienza caregiving sono maggiori fra i badante di mezza età, quelli conosciuti come “la generazione del panino, “perché saldano con attenzione gli impegni pagati del lavoro e le mansioni interpersonali della consegna di relazioni per i genitori, bambini e/o partner,„ risposta elusiva commentata di Monica, l'NP-Adulto, il MEd, il MSc, il PhD, l'università di Toronto, Toronto, SOPRA, il Canada, in un editoriale accompagnante. Precisa che gli uomini e le donne si occupano diversamente del caregiving e, mentre il paesaggio della malattia di cuore in donne sta cambiando, in modo da devono il nostri approccio e comprensione delle esperienze caregiving negli uomini. Per esempio, i badante maschii possono lottare con le visualizzazioni sociali di preoccuparsi; tatto invisibile a volte; e può essere incerto come assimilare il ruolo preoccuparsi, la mascolinità e la guida d'accesso per se stessi. “Stiamo affrontando un'epidemia del carico del badante. I badante non possono rimanere sotto-ricercati, sotto-diagnosticato, sotto-trattato e/o sotto-di supporto,„ ha concluso.

Una dichiarazione politica recente dall'associazione americana del cuore/associazione americana del colpo su cura palliativa per CVD ed il colpo ha raccomandato l'attenzione all'emergenza fisica, emozionale, spirituale e psicologica della famiglia del paziente e del sistema di cura.

Source:
Journal reference:

Bouchard, K. et al. (2019) Reducing Caregiver Distress and Cardiovascular Risk: A Focus on Caregiver-Patient Relationship Quality. Canadian Journal of Cardiology. doi.org/10.1016/j.cjca.2019.05.007.