Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori scoprono il meccanismo che permette alla diteggiatura abile dei pianisti

Nei programmi strategici della ricerca di base dell'agenzia di scienza e tecnologia del Giappone, il Dott. Masato Hirano dei laboratori dell'informatica di Sony ed i suoi colleghi ha scoperto un meccanismo sensorimotorio di integrazione di funzione che permette alla diteggiatura abile dei pianisti.

La sensazione tattile segnalata dall'interfaccia e la sensazione propriocettiva (sensazione profonda) segnalata dai muscoli e dalle giunzioni collettivamente sono chiamate sensazione somatosensory. Lungamente è stato capito che le informazioni somatosensory svolgessero un ruolo importante nel controllo del movimento. Tuttavia, come la sensazione somatica contribuisce a produzione dei movimenti abili dei pianisti non è stato delucidato.

Il gruppo di ricerca ha messo a punto un sistema per produrre la sensazione tattile e propriocettiva nelle barrette con uno stimolatore della corrente elettrica e una mano exoskeletal del robot 1) ed ha messo a punto un sistema di valutazione che ha valutato il trattamento di ogni informazioni neurali nella corteccia cerebrale facendo uso delle misure dell'elettroencefalogramma e dello stimolo magnetico transcranial 2). Facendo uso di questo sistema, i pianisti esperti sono stati trovati per avere meccanismi alterati da cui la sensazione tattile e propriocettiva sopprime l'attività della corteccia di motore primaria 3) in un modo specializzato (integrazione del somatosensory-motore). Questo adattamento neuroplastic è stato associato con il potenziamento della velocità e della precisione dei movimenti della barretta in pianisti.

Ciò che trova si pensa che sia utile nello sviluppo delle tecniche da identificare i fattori necessari per l'acquisto della competenza nelle abilità quali il gioco del piano, i metodi di addestramento su misura che catturano le diverse differenze in considerazione, i metodi diagnostici per l'individuazione tempestiva dei disordini neurologici dove la funzione delle barrette deteriora dovuto eccessivo addestramento e nell'elaborazione dei metodi di ripristino.

Source:
Journal reference:

Mougey, E. et al. (2019) Specialized Somatosensory–Motor Integration Functions in Musicians. Cerebral Cortex. doi.org/10.1093/cercor/bhz154.