Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'analisi della lente nell'occhio può predire i pazienti con il diabete di tipo 2 e i prediabetes

La nuova ricerca presentata alla riunione annuale di quest'anno dell'associazione europea per lo studio sul diabete (EASD) a Barcellona, Spagna (16-20 settembre) indica che l'analisi dello specialista della lente nell'occhio può predire i pazienti con il diabete di tipo 2 e la tolleranza alterata del glucosio (IGT) (anche conosciuti come i prediabetes, una circostanza che piombo spesso a completo del diabete di tipo 2).

Questo studio pilota iniziale è dal Dott. Mitra Tavakoli, università di facoltà di medicina di Exeter, Exeter, Regno Unito. Il suo studio ha mostrato che quello misurare il livello di autofluorescence nella lente dell'occhio può predire chi svilupperà il diabete di tipo 2 in futuro e prediabetes, causati da tolleranza alterata del glucosio. Prediabetes piombo spesso allo sviluppo del diabete di tipo 2.

Altri studi hanno indicato che ci può essere un ritardo di fino a dieci anni fra l'inizio del diabete di tipo 2 e la diagnosi, in modo dall'individuazione tempestiva e l'intervento tempestivo potrebbero contribuire ad impedire le complicazioni.

Lo studio ha usato un biomicroscope di recente sviluppato che può individuare i prodotti finiti avanzati di glycation (età) nell'occhio via una scansione semplice. Il livello aumentato di età nell'organismo contribuisce allo sviluppo di molte malattie, compreso le complicazioni del diabete quali retinopatia (danno del nervo dell'occhio) e la neuropatia (danno generale del nervo).

Il nuovo biomicroscope mette a fuoco un raggio di indicatore luminoso blu sulla lente non invadente e misura il autofluorescence nella luce verde riflessa, che fornisce una misura del livello di età.

In questo studio pilota, 20 persone con il diabete di tipo 2, 20 persone con i prediabetes e 20 oggetti di pari età in buona salute di controllo hanno subito le valutazioni mediche e neurologiche complete compreso la misura di autofluorescence della lente usando il biomicroscope.

Lo studio ha trovato un importante crescita nei livelli dell'ETÀ secondo la gente con il diabete di tipo 2. Egualmente ha mostrato i livelli di un aumento nella gente con i prediabetes, significanti che questo potrebbe essere un modo robusto misurare coloro che può continuare a sviluppare il diabete in futuro.

Il Dott. Tavakoli dice:

I risultati di questo studio preliminare hanno mostrato che il autofluorescence della lente è significativamente maggior in pazienti con i prediabetes ed il diabete di tipo 2. Il livello di prodotti dell'ETÀ è stato correlato con i livelli di zucchero di sangue.

Il autofluorescence della lente ha potuto essere un indicatore robusto dei rischi futuri di predizione di complicazione di controllo a lungo termine del diabete. Ciò supporta la possibilità di autofluorescence non invadente della lente per schermare gli oggetti per il diabete di tipo 2 e gli oggetti undiagnosed dei prediabetes. Sebbene questo sia uno studio pilota, è un nuovo strumento emergente eccitare per individuazione tempestiva ed il video del trattamento dei pazienti. Potrebbe migliorare le vite della gente con il diabete di tipo 2 diminuendo le complicazioni. Gli studi clinici tuttavia più grandi ed a lungo termine sono necessari confermare questi risultati.„