Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo sforzo per studiare i gas gastrointestinali e la loro influenza sui disordini dell'intestino

Una sorgente dell'imbarazzo ad alcuno, o la commedia pura altri, a flatulenza ed ai gas degli intestini sempre più è veduta come svolgere un ruolo importante nella nostra salubrità digestiva.

Un articolo piombo da UNSW Sydney e pubblicato in natura esamina la gastroenterologia & l'epatologia ha esaminato tutta la documentazione disponibile sui gas gastrointestinali, sulle loro interazioni con il microbiome dell'intestino, sui loro disordini associati e sul modo che può essere misurata ed analizzata.

Il professor Kourosh Kalantar-Zadeh dell'autore principale, che è un collega del laureato dell'ARCO con il banco di UNSW dell'ingegneria chimica, dice che lo scopo dello studio è di sollevare il coperchio sui vari gas dell'intestino e di mostrare quanto vitale è per le sanità.

“Questo è circa la fornitura della conoscenza alla gente circa l'importanza dei gas nell'intestino,„ dice.

“Piuttosto che ridendo a questo proposito o ritenendo confuso circa questo oggetto, realmente c'è buon motivo catturare molto seriamente questo.

“Anche Benjamin Franklin ha scritto circa questi più di 200 anni fa. Era uno del primo per proporre che i tipi differenti di alimenti avessero effetti differenti sulla nostra salubrità dell'intestino, che può essere misurata odorando le scoregge risultanti - sebbene non fossi così sicuro circa i suoi metodi.„

Effettivamente, Franklin ha scritto una lettera all'accademia reale di Bruxelles dove ha proposto “di scoprire una certa droga sana & non disagreable, per essere mix'd con il nostro alimento comune, o le salse, che renderanno gli scarichi naturali di vento dai nostri organismi, non solo inoffensivi, ma gradevoli come profumi„.

Mentre la sfida di Franklin continua ad eludere la farmacologia moderna, un cambiamento della dieta per evitare gli alimenti ricchi in solfuro - quali i broccoli, il cavolfiore, le uova, il manzo e l'aglio - potrebbe diminuire la natura malodorante delle nostre emissioni gassose.

Profili del gas

Nel documento pubblicato oggi, gli autori esaminano ciascuno dei gas principali che sono trovati nel sistema gastrointestinale.

Interessante, i gas nella maggior parte della abbondanza in tutto l'apparato digerente - azoto, ossigeno, anidride carbonica, idrogeno e perfino metano - sono inodori.„

Il professor Kourosh Kalantar-Zadeh, autore principale

Al contrario, i gas puzzolente del composto del solfuro esistono nelle tracce nel colon. L'azoto e l'ossigeno finiscono nell'intestino dall'essere inghiottito e l'anidride carbonica può chimicamente essere prodotta nello stomaco.

“Il resto è principalmente sottoprodotti del microbiome - le colonie dei batteri che vivono in nostri intestini - come ripartono i carboidrati, i grassi e le proteine.„

Ad eccezione di azoto, i gas trovati negli intestini egualmente sono stati collegati con le varie malattie dell'intestino compreso malassorbimento di alimento, della sindrome di viscere irritabili (IBS), delle malattie di viscere infiammatorie (IBD) e perfino del tumore del colon, particolarmente quando i profili del gas deviano dalla norma.

“L'adeguamento della dieta è generalmente il primo porto di scalo per attenuare questi disordini come possiamo modulare i gas mangiando i tipi differenti di alimenti,„ il professor Kalantar-Zadeh dice.

Gas-percezione della tecnologia

Il gruppo di UNSW, insieme ai loro partner alla Monash University ed alle scienze biologiche di Atmo dello start-up, sta commercializzando uno strumento rivoluzionario per analizzare i gas gastrointestinali in vivo (all'interno dell'organismo) sotto forma di capsula ingestible caricata con la tecnologia dipercezione. La capsula può individuare i biomarcatori gassosi mentre attraversa l'intestino, tutto l'attimo che trasmette i dati catturati senza fili alla nuvola per l'aggregazione e l'analisi.

Tradizionalmente, la prova e la misurazione dei gas vari ha variato dall'in vitro non invadente (IE. in laboratorio i simulatori dell'intestino) ed il respiro indiretto che provano da parte a parte all'metropolitana-inserzione dell'intestino tenue o del colonico, un metodo molto più dilagante impiegato per catturare feci o intossicare i campioni.

Ma la capsula sviluppata dal professor Kalantar-Zadeh ed il gruppo ottiene intorno al problema di invasività mentre però assicurare i gas può essere analizzata nel loro ambiente naturale. La capsula ingestible può individuare simultaneamente le concentrazioni nell'idrogeno e nell'ossigeno mentre si muove attraverso l'intestino gastrointestinale e senza fili trasmette i dati ad un ricevitore esterno.

“Non c'è altro strumento che può fare che cosa questa capsula fa,„ il professor Kalantar-Zadeh dice.

“Nelle nostre prove iniziali, la capsula ha indicato esattamente l'inizio di fermentazione in relazione con l'alimento nell'intestino, che sarebbe immenso apprezzato per gli studi clinici su digestione dell'alimento e sulla funzione normale dell'intestino.„

Il professor Kalantar-Zadeh dice che una prova è corrente in corso dalle scienze biologiche di Atmo verificare la versione commerciale della capsula, i risultati di cui saranno dettagliati in una pubblicazione futura.

Source:
Journal reference:

Kalantar-Zadeh, K. et al. (2019) Intestinal gases: influence on gut disorders and the role of dietary manipulations. Nature Reviews Gastroenterology & Hepatology. doi.org/10.1038/s41575-019-0193-z.