Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Scoprire i nuovi trattamenti regolatori a cellula T ha potuto contribuire a trattare la malattia autoimmune

Una delle celle importanti addette alla risposta immunitaria è la cella di assistente follicolare (Tfh) di T. Questi sono importanti nel trattamento normale di produzione dell'anticorpo dopo immunizzazione, per esempio. Tuttavia, egualmente sono aumentati anormalmente di numero di pazienti con la malattia autoimmune, quale il lupus eritematoso sistemico. Per questo motivo, gli scienziati stanno esaminando i modi mirare a queste celle al fine del trattamento delle tali malattie. Tuttavia, la terapia cellulare anti--Tfh non selettiva è stata trovata finora. Ora un nuovo studio suggerisce un modo bloccare questa via e potenzialmente trattare tali circostanze.

Il ruolo svolto da immunità nell'organismo è vitale alla nostra esistenza continuata come organismi sani in un mondo abbondante con i microbi e gli antigeni non Xeros. Tuttavia, la risposta immunitaria deve essere modulata con attenzione per impedire suo rivoltarsi contro l'organismo stesso ospite, nel fenomeno chiamato l'autoimmunità. La risposta immunitaria normale comprende due componenti, l'orologio costante contro l'infezione ed i tumori nei tessuti dell'organismo, con una prontezza attivamente per combattere tutti gli intrusi non appena sono individuati. Entrambe le celle ed i loro prodotti chimici secernuti sono importanti al funzionamento corretto di questo sistema. Le celle comprendono le celle di T che direttamente attaccano gli obiettivi cellulari ed i linfociti B che producono una pletora di anticorpi per aiutare la risposta immunitaria.

Anticorpo umano (immunoglobulina). credito di immagine dell
Anticorpo umano (immunoglobulina). credito di immagine dell'illustrazione 3D: Tatiana Shepeleva/Shutterstock

Celle di Tfh, IL-2 e IL-6

Le celle di Tfh sono attivate quando legano gli antigeni che sono presentati dalle celle immuni dentritiche speciali, follicoli esterni del linfocita B. Questi follicoli, o i gruppi ordinati, sono trovati nei linfonodi e nella milza. Le celle attivate migrano nei follicoli ed interagiscono con i linfociti B per creare che cosa è definito un centro germinale, dove i linfociti B subiscono rapido un trattamento chiamato trasformazione. Ciò le converte in celle di plasma, che sono essenzialmente fabbriche cellulari che sbattono fuori gli anticorpi specifici in marcia alta.

La conversione di una cella periferica di Tfh in una cella germinale del centro-Tfh è seguita da un flusso ininterrotto dei segnali dai ricevitori a cellula T mantenere questo stato. D'altra parte, come conseguenza di questi segnali, più di una molecola chiamata IL-2 egualmente è prodotto, mentre lo stimolo a cellula T costante aumenta tipicamente il numero dei ricevitori IL-2 pure. Ciò dovrebbe creare un feedback inibitorio, impedente ulteriore attivazione delle celle di Tfh. Tuttavia, questo non accade ovviamente.

Ora un nuovo studio indica che lo sviluppo delle cellule di Tfh è influenzato da un'altra citochina chiamata IL-6 pure. La ricerca precedente dallo stesso gruppo ha trovato che quando IL-2 recombinante è stato iniettato nei mouse, ha impedito le risposte normali di Tfh. Nel nuovo studio, hanno iniettato IL-6 pure ed hanno trovato che ha interrotto il feedback negativo di IL-2 sulle celle di Tfh. Cioè queste celle continuano a rispondere ai segnali a cellula T ma non a IL-2, così ad attivo restante.

Per provare questo, i ricercatori hanno indicato che quando gli stampi IL-6 sono stati iniettati, le celle di Tfh sono caduto di numero anche ai bassi livelli di IL-2. Hanno mostrato sperimentalmente, quello nella prima settimana che segue una sfida immune, il blocco di IL-6-induced dell'inibizione di IL-2-mediated è celle di Treg o, celle regolarici di T chiamate celle immuni da altre esaurito è nel sistema presente il IL-2 perché inutili. Tuttavia, una volta che le celle di Tfh iniziano i centri germinali nei follicoli del linfocita B, la versione IL-2 dal Tfh si accumula, ad un livello sufficiente per produrre l'inibizione delle cellule di Tfh.

Come IL-6 funziona

Egualmente hanno trovato come questa protezione funziona. Facendo uso di un modello di influenza del mouse, hanno scoperto che IL-6 blocca il gene di Il2rb dall'interazione con un'altra molecola che avvia la trascrizione, chiamata STATS. Questa associazione è responsabile della produzione dell'sottounità CD122 di IL-2, o del suo sottounità del beta ricettore. Così IL-2 prodotto dalle celle germinali del centro-Tfh più non agisce su queste celle perché mancano del ricevitore necessario. Ciò è essenziale per mantenere la fase tarda di immunità nell'infezione virale cronica. IL-6 egualmente diminuisce l'espressione della molecola CD25 sulle celle di Treg, che è aumentata normalmente da stimolo di recettore delle cellule t.

In breve, l'associazione IL-2/IL-6 è un meccanismo modulatory per determinare se le celle del germinale-centro-Tfh continuano ad essere prodotte o non, piuttosto che appena la produzione di giro di Tfh di IL-2 in funzione e a riposo. Ciò egualmente spiega come alcuna più presto studia i risultati apparentemente contraddittori messi in evidenza quanto a come IL-6 ha regolamentato le celle di Tfh.

L'importanza di questo studio

Ciò contribuirà a formulare le nuove terapie. Per esempio, bloccare IL-6 selettivamente dagli anticorpi specifici mentre però amministrando IL-2 recombinante potrebbe essere un meccanismo sinergico con cui l'attività delle cellule di Tfh è interrotta nella malattia autoimmune. Ciò impedirebbe la produzione degli anticorpi autoimmuni. Gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) già hanno approvato sia anti-IL-6-antibodies che IL-2 recombinante.

Il ricercatore S. Louis Bridges dice, “sia IL-6 che IL-2 sono molecole chiave nelle risposte immunitarie e nelle malattie autoimmuni. I risultati novelli in questo documento possono infine piombo per migliorare i modi trattare le malattie quale lupus.„ Sebbene questo studio sia nella fase preclinica, questo potrebbe contribuire a guidare le terapie future per le circostanze autoimmuni.

La ricerca è pubblicata in immunologia di scienza del giornale.

Journal reference:

Inhibition of IL-2 responsiveness by IL-6 is required for the generation of GC-TFH cells. Amber Papillion, Michael D. Powell, Danielle A. Chisolm, Holly Bachus, Michael J. Fuller, Amy S. Weinmann, Alejandro Villarino, John J. O’Shea, Beatriz León, Kenneth J. Oestreich and André Ballesteros-Tato. Science Immunology 13 Sep 2019: Vol. 4, Issue 39, eaaw7636. DOI: 10.1126/sciimmunol.aaw7636. https://immunology.sciencemag.org/content/4/39/eaaw7636

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2019, September 16). Scoprire i nuovi trattamenti regolatori a cellula T ha potuto contribuire a trattare la malattia autoimmune. News-Medical. Retrieved on February 25, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20190916/Uncovering-new-T-cell-regulatory-processes-could-help-treat-autoimmune-disease.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Scoprire i nuovi trattamenti regolatori a cellula T ha potuto contribuire a trattare la malattia autoimmune". News-Medical. 25 February 2021. <https://www.news-medical.net/news/20190916/Uncovering-new-T-cell-regulatory-processes-could-help-treat-autoimmune-disease.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Scoprire i nuovi trattamenti regolatori a cellula T ha potuto contribuire a trattare la malattia autoimmune". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190916/Uncovering-new-T-cell-regulatory-processes-could-help-treat-autoimmune-disease.aspx. (accessed February 25, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2019. Scoprire i nuovi trattamenti regolatori a cellula T ha potuto contribuire a trattare la malattia autoimmune. News-Medical, viewed 25 February 2021, https://www.news-medical.net/news/20190916/Uncovering-new-T-cell-regulatory-processes-could-help-treat-autoimmune-disease.aspx.