Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La capacità della gente con autismo di arguire gli stati mentali dalle fronti di taglio può essere sottovalutata

La capacità della gente con autismo di leggere che cosa qualcuno è ritenente o pensare esaminando i loro occhi e fronte di taglio può essere sottovalutato, secondo ricerca condotta da un esperto in psicologia dell'età evolutiva dall'università di Kingston di Londra.

L'autismo è una circostanza che pregiudica la comunicazione sociale ed è ampiamente gente creduta sulle espressioni della lettura del ritrovamento di spettro di autismo che sfidano specialmente. Eppure un nuovo studio dal professore di seconda fascia nel Dott. Elisa Back di psicologia dell'età evolutiva, dalla facoltà dell'università dell'affare e delle scienze sociali, suggerisce che questo non sia sempre il caso.

I risultati hanno implicazioni importanti per i professionisti di formazione e di sanità che lavorano con i bambini ed i giovani con autismo.

Ciò è un campo di ricerca discutibile, poichè ci sono risultati contrastanti dagli studi precedenti. È importante andare oltre la domanda di se i giovani con autismo hanno la capacità di riconoscere le emozioni complesse o gli stati mentali dalle fronti di taglio anche per studiare esattamente come arguiscono questi stati mentali. Sigla l'attrazione alle aree particolari della fronte di taglio e l'uso delle strategie di trattamento successive differisce in giovani sullo spettro di autismo confrontato a coloro che è neurotypical?„

Dott. Elisa Back, università di Kingston

Nella ricerca pubblicata appena tramite lo sviluppo di bambino americano principale del giornale, un giornale della società per la ricerca nello sviluppo di bambino, il Dott. Back ha studiato la velocità a cui gli adolescenti sullo spettro potrebbero attribuire lo stato mentale corretto alle fronti di taglio facendo uso dei video su un computer e su un occhio specializzato che tengono la carreggiata la strumentazione. Il Dott. Back egualmente ha studiato le strategie di fronte di taglio-trattamento usate dai bambini autistici per identificare gli stati mentali quali la preoccupazione o il sollievo ed esaminate se hanno differito da altri giovani.

Il Dott. Back, che è Direttore del laboratorio di sviluppo di menti all'interno dell'instituto di psicologia dell'università, ha lavorato con un gruppo di 32 adolescenti invecchiati fra 11 e 16, la metà di cui ha avuta una diagnosi di autismo. Sono stati abbinati nell'età, nel quoziente d'intelligenza e nel genere con 16 giovani tipico di sviluppo. I partecipanti sono stati presentati con una serie di fronti di taglio che illustrano otto stati mentali in tre circostanze. Sono stati indicati le fronti di taglio in pieno muoventesi come pure le fronti di taglio in cui gli occhi o la bocca erano elettricità statica e posizione di folle tenute, mentre il resto della fronte di taglio era ancora muoventesi ed espressivo.

Per ciascuno, poi sono stati indicati una parola che descrive uno stato mentale particolare e sono stati chiesti di giudicare se ha descritto che cosa la persona era pensante o ritenente, con l'accuratezza dei partecipanti della registrazione del Dott. Back come pure i loro tempi di reazione e movimenti di occhio.

“La combinazione di queste misure più sensibili ha significato che potevo studiare come i giovani hanno riconosciuto un intervallo delle espressioni facciali,„ il Dott. Back ho detto. “I risultati hanno mostrato quelli con autismo eseguito molto similmente a coloro che stava sviluppando tipicamente in termini di accuratezza, la velocità a cui essi ha risposto e movimenti di occhio.„

Ciò era contraria ad una considerevole quantità di ricerca precedente, che si è contesa spesso che i bambini sullo spettro di autismo hanno avuti un deficit in questa area, o era alterata di altri bambini, il Dott. Back hanno spiegato. “I risultati erano sorprendenti - non perché hanno mostrato che i bambini con autismo potrebbero riconoscere gli stati mentali dalle fronti di taglio, ma quella quando esamina le misure più sensibili quale il modo hanno scandito la fronte di taglio o la velocità di una persona a cui hanno attribuito gli stati mentali alle espressioni facciali, là non era differenza,„ ha detto.

La più ricerca ora è stato necessaria su come la velocità di un'espressione che passa attraverso la fronte di taglio ha pregiudicato la capacità di una persona con autismo di riconoscere gli stati mentali, il Dott. Back ha aggiunto. “Da tutte le misure questo era il più minimo il conclusivo. Ancora non c' era una differenza significativa fra i gruppi, ma ci potrebbero essere discrepanze nel riconoscimento del che cosa ci riferiamo come micro espressioni - che realmente sono accelerate, mini-espressioni. Ciò potrebbe essere dove bambini con lotta di autismo più bambini tipico di sviluppo,„ ha detto. Ulteriore lavoro in questa area corrente sta intraprendendo da uno degli studenti di PhD del Dott. Back.

Il Dott. Back ritiene i suoi punti culminanti di studio la necessità di assicurare l'addestramento adeguato per i professionisti di sanità e di formazione che non possono essere esperti in questa materia ma regolarmente entr inare contatto con i bambini con autismo. “Non dobbiamo sottovalutare le persone con autismo nelle loro interazioni sociali. Quando parlo ai genitori dei bambini con autismo, non sono che sorpreso quando dico possono riconoscere le emozioni complesse dalle espressioni facciali. La molta ricerca ha indicato un deficit completo in questa area ma è molto importante, specialmente per i professionisti che lavorano con i giovani, per capire che non tutti i bambini con autismo lottino.„

Source:
Journal reference:

Back, E. (2019) Inferring Mental States From Dynamic Faces in Adolescents With Autism Spectrum Disorder: Insights From Eye Tracking. Child Development. doi.org/10.1111/cdev.13302.