Il composto del tè verde mostra la promessa nell'affrontare la resistenza a antibiotici

Il tè verde ha guadagnato la popolarità immensa attraverso il globo, pricipalmente a causa delle sue indennità-malattia. L'estratto del tè verde è stato usato per molti scopi - per perdita di peso, funzione migliore del cervello, metabolismo e più a basso rischio migliorati di alcuni tipi di cancri, tra l'altro.

Tè verde - credito di immagine: taa22/Shutterstock
Tè verde - credito di immagine: taa22/Shutterstock

Ora, un'altra indennità-malattia si è aggiunta al gran numero di tè verde che di abilità l'estratto possiede. Un gruppo dei ricercatori all'università di Surrey ha trovato che un antiossidante naturale, chiamato epigallocatechin (EGCG), che è trovato comunemente in tè verde può contribuire a combattere i batteri resistenti agli antibiotici.

Lo studio, che è stato pubblicato nel giornale di microbiologia medica, è forse la risposta alla minaccia mondiale dai superbugs resistenti alla droga. L'arrivo della resistenza del multidrug fra i batteri ed altri agenti patogeni sta mettendo in pericolo il valore degli antimicrobici, specialmente antibiotici. Principalmente, la resistenza a antibiotici proviene dall'uso improprio di questi agenti.

L'incidenza della resistenza del multidrug sta aumentando del minuto. L'organizzazione mondiale della sanità (WHO) riferisce nel 2016 quella, circa 490,000 persone ha sviluppato l'infezione resistente della tubercolosi della multi-droga attraverso il globo.

Negli Stati Uniti, almeno 2 milione di persone ottengono un'infezione resistente agli antibiotici ed almeno 23,000 persone muoiono, secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

“La resistenza antimicrobica (AMR) è una grave minaccia alla salute pubblica globale. Senza efficaci antibiotici, il successo dei trattamenti medici sarà compromesso. Dobbiamo urgentemente sviluppare gli antibiotici novelli nella lotta contro il Amr. I prodotti naturali quale EGCG, usato congiuntamente agli antibiotici corrente conceduti una licenza a, possono essere un modo del miglioramento della loro efficacia e clinicamente durata della vita utile,„ il Dott. Jonathan Betts, ricercatore senior dell'autore principale nel banco di medicina veterinaria all'università di Surrey, ha detto.

Che cosa è Epigallocatechin (EGCG)?

I ricercatori mirano a valutare la capacità di epigallocatechin (EGCG) di riparare l'attività di aztreonam, un antibiotico comunemente usato alle infezioni dell'ossequio causate dagli sforzi di Pseudomonas aeruginosa.

Pseudomonas aeruginosa del batterio, batterio nosocomiale resistente agli antibiotici. L
Pseudomonas aeruginosa del batterio, batterio nosocomiale resistente agli antibiotici. L'illustrazione mostra la posizione polare dei flagelli e la presenza di pili sulla superficie batterica - credito dell'illustrazione: Kateryna Kon/Shutterstock

Il aeruginosa del P. è un batterico collegato alle infezioni serie di sangue e delle vie respiratorie. Nel corso degli ultimi anni, si è evoluto per diventare resistente alla droga, causando le complicazioni e perfino la morte serie.

Negli esperimenti, il epigallocatechin misto dei ricercatori (EGCG) con l'antibiotico. Hanno trovato che la combinazione è fino a 31 per cento più efficace nell'uccisione dei batteri patogeni che l'antibiotico da solo.

Epigallocatechin (EGCG) è un tipo di catechina o di antiossidante naturale del fenolo. È trovato comunemente in foglie di tè, in prugne, nell'interfaccia della mela ed in cipolle. Ha guadagnato la popolarità immensa per il suo impatto positivo di potenziale e dell'unicità su salubrità. È pensato per aiutare nella perdita di peso, per impedire l'infiammazione, impedire la malattia di cuore, diminuire il rischio di malattia di cervello e le infezioni del gambo.

L'abilità antibatterica di EGCG

Per verificare l'efficacia del composto una volta combinato con aztreonam, il gruppo ha eseguito le prove in vitro per studiare come la combinazione pregiudica i batteri. Hanno verificato entrambe le diverse misure e in associazione. Hanno trovato che quando hanno combinato EGCG con aztreonam, la combinazione era più efficace a sradicare i numeri batterici che qualsiasi agente da solo.

I ricercatori suggeriscono che nei batteri, EGCG possa aiutare l'assunzione aumentata di aztreonam, promuovendo la permeabilità nei batteri.

“L'organizzazione mondiale della sanità ha quotato Pseudomonas aeruginosa resistente agli antibiotici come minaccia critica contro le sanità. Abbiamo indicato che possiamo eliminare con successo tali minacce con l'uso dei prodotti naturali, congiuntamente agli antibiotici già in uso. Ulteriore sviluppo di queste alternative agli antibiotici può permetterli di essere utilizzato nelle impostazioni cliniche in futuro,„ il professor Roberto La Ragione, capo del dipartimento di patologia e malattie infettive nel banco di medicina veterinaria all'università di Surrey, ha detto in un'istruzione.

La scoperta ha potuto aprire la porta per la formulazione di nuove droghe, antibiotici a quella, per contribuire a porre freno la resistenza a antibiotici multidrug-resistente. Oltre ad essere efficace, il composto potente è naturale e può essere trovato dovunque, in frutta, piante ed erbe.

Journal reference:

Betts, J., Hornsey, M., Higgins, P., Lucassen, K., Wille, J., Salguero, F., Seifert, La Ragione, R. (2019). Restoring the activity of the antibiotic aztreonam using the polyphenol epigallocatechin gallate (EGCG) against multidrug-resistant clinical isolates of Pseudomonas aeruginosa. Journal of Medical Microbiology. https://www.microbiologyresearch.org/content/journal/jmm/10.1099/jmm.0.001060

Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She recently completed a Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and is now working as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2019, September 24). Il composto del tè verde mostra la promessa nell'affrontare la resistenza a antibiotici. News-Medical. Retrieved on January 27, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20190924/Green-tea-compound-shows-promise-in-tackling-antibiotic-resistance.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "Il composto del tè verde mostra la promessa nell'affrontare la resistenza a antibiotici". News-Medical. 27 January 2020. <https://www.news-medical.net/news/20190924/Green-tea-compound-shows-promise-in-tackling-antibiotic-resistance.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "Il composto del tè verde mostra la promessa nell'affrontare la resistenza a antibiotici". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190924/Green-tea-compound-shows-promise-in-tackling-antibiotic-resistance.aspx. (accessed January 27, 2020).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2019. Il composto del tè verde mostra la promessa nell'affrontare la resistenza a antibiotici. News-Medical, viewed 27 January 2020, https://www.news-medical.net/news/20190924/Green-tea-compound-shows-promise-in-tackling-antibiotic-resistance.aspx.