Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori scoprono come la lettera modella le percezioni del colore della verità

La gente oggi incontra costantemente i reclami quali “le uccisioni di Advil fa soffrire,„ “il caffè impedisce la depressione,„ o “Hilary promette l'amnistia„ come marche, sbocchi di notizie ed i siti sociali di media gareggiano per la nostra attenzione--eppure poca gente richiede tempo studiare se queste istruzione sono vere. I ricercatori ora hanno scoperto una delle variabili psicologiche sottili che influenza se la gente reputa un reclamo per essere vero o falso: la sequenza delle lettere.

Sulla base di letteratura precedente, i ricercatori hanno saputo che il cervello tenta di organizzare le informazioni nei modi che seguono i reticoli e le sequenze esperti. Uno dei reticoli più universali e più ben noti è l'alfabeto ed i ricercatori hanno sospettato che reclami con le prime lettere adeguatamente alla sequenza arbitraria “di ABCD„--quale Andrenogel aumenta il testoterone--sia percepito come più sincero. Lo studio è accessibile in linea nel giornale della psicologia del consumatore.

Andiamo circa le nostre vite che cercano le sequenze naturali e quando troviamo una corrispondenza ad uno di questi reticoli, ritiene giusto. Una sequenza alfabetica inclusa, anche se incosciente percepito, ritiene come un porto sicuro ed i nostri cervelli possono fare i giudizi incoscienti che le istruzione di causa-e-effetto dopo questo reticolo sono vere.„

Re di Dan, PhD, assistente universitario, valle del Rio Grande dell'università del Texas ed autore di studio

Per verificare questo “effetto simbolico di sequenza,„ i ricercatori hanno eseguito un esperimento in cui il gruppo di partecipanti ha letto 10 sostiene che seguito la sequenza alfabetica naturale, quale “Befferil facilita il dolore„ o “Aspen idrata l'interfaccia,„ e le istruzione colte del gruppo di controllo che non si sono conformate ad ordine alfabetico, quale “Vufferil facilita il dolore„ o “Vaspen idrata l'interfaccia.„ Poi entrambi i gruppi stimati la loro valutazione della veridicità dei reclami. Le classificazioni di veridicità erano significativamente più alte per i reclami che hanno seguito un ordine alfabetico, anche se i partecipanti non potrebbero attribuire la sorgente della sensibilità della veridicità.

Poi i ricercatori hanno provato se potrebbero temporaneamente alterare il trattamento di riconoscimento di forme del cervello e conseguentemente influenzare la percezione di una persona della veridicità di un reclamo. In questo esperimento, un gruppo di partecipanti ha guardato un breve videoclip dell'alfabeto cantato normalmente mentre un altro gruppo ha veduto la clip con la canzone di ABC cantata nell'ordine inverso. Più successivamente, i gruppi stimati la veridicità di 10 reclami.

Le classificazioni di veridicità per i reclami che seguono la sequenza alfabetica invertita--quale “Uccuprin rinforza il cuore„--erano più alto per i partecipanti che avevano sentito l'alfabeto cantato al contrario.

L'individuazione suggerisce che le società possano essere più probabili convincere i consumatori che uno slogan o un reclamo sia vero se l'istruzione causale segue un ordine alfabetico, re dice. L'implicazione più spaventosa, sebbene, si riferisca alle notizie false. I titoli con le istruzione di causa-effetto che sono in ordine alfabetico possono ritenere più veri, anche se non sono.

“I consumatori devono realizzare le valutazioni basate sul fatto o prova sperimentale piuttosto che se qualcosa ritiene giusto,„ dice re. “L'alfabeto è una sequenza che casuale e arbitraria abbiamo imparato e può giocare i trucchi sul cervello quando si tratta della fabbricazione dei giudizi.„

Source:
Journal reference:

King, D & Auschaitrakul, S. (2019) Symbolic Sequence Effects on Consumers’ Judgments of Truth for Brand Claims. Journal of Consumer Psychology. doi.org/10.1002/jcpy.1132.