Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Rischio di carcinoma della prostata collegato alle tecniche assistite della riproduzione

Un nuovo studio ha rivelato che il rischio di carcinoma della prostata è sollevato significativamente fra gli uomini che hanno padri diventati via le tecniche assistite della riproduzione una volta confrontati agli uomini che diventano naturalmente i padri. Lo studio nominato, “rischio di carcinoma della prostata per gli uomini che generano attraverso la riproduzione assistita: lo studio basato sulla popolazione nazionale del registro,„ è stato pubblicato nell'ultima edizione del giornale BMJ.

prostata-Cancro-collegamento-assistere-riproduzioneBlurryMe | Shutterstock

Secondo i ricercatori, questo studio rivela che gli uomini che hanno usato queste tecniche per diventare i padri devono essere schermati presto ed adeguatamente ed essere riflessi per i sintomi dei carcinoma della prostata. Hanno spiegato che sia il carcinoma della prostata che la sterilità sono equo comuni fra gli uomini con un'incidenza di 10% e di 8% rispettivamente nell'ovest.

Ci sono stati studi che hanno studiato il rischio di carcinoma della prostata fra gli uomini infertili. Tuttavia, non ci sono risultati conclusivi a tale riguardo.

Poichè il carcinoma della prostata e molti moduli della sterilità sono androgeno riguardante, un collegamento possibile fra loro è stato studiato, dante i risultati contraddittori. Studi in uomini più anziani che usando sterilità come proxy per la manifestazione di sterilità che gli uomini senza figli hanno un più a basso rischio di carcinoma della prostata.„ Hanno aggiunto, “gli studi precedenti sono stati limitati entro un piccolo numero di partecipanti di studio, di diagnosi riferite auto, o di breve tempo di seguito.„

BMJ

I nuovi studi intrapresi dai ricercatori svedesi hanno esaminato un confronto del rischio e della severità di carcinoma della prostata fra gli uomini che concepiscono naturalmente contro gli uomini che diventano per la prima volta i padri facendo uso delle tecniche assistite. I dati su questi uomini sono stati riuniti da tutti i bambini sopportati in Svezia fra 1994 e 2014 dai registri nazionali (registro nazionale svedese di qualità per la riproduzione assistita) allo stesso numero dei padri. I padri di questi bambini sono stati divisi nei gruppi secondo la loro fertilità e modo di concezione. È stato notato che c'era i 20.618 padri o 1,7% della popolazione dei padri che hanno dato alla luce via fertilizzazione in vitro (IVF), i 14.882 padri o i 1.3% che ha dato alla luce via l'iniezione dello sperma (ICSI) e 1.145.990 padri o 97% che ha stato bene naturalmente ai padri. Gli uomini che avevano avuti cancro prima che o che avevano ricevuto la terapia della sostituzione del testoterone si sono esclusi dallo studio.

Per IVF e ICSI, l'età dei padri medii' era di intorno 37 anni, mentre l'età media dei padri che hanno concepito naturalmente era di intorno 32 anni. Inoltre, il gruppo ha paragonato la lista di questi padri alla registrazione del cancro per vedere quanto loro hanno sviluppato i carcinoma della prostata in due decadi dei padri diventanti.

Il gruppo ha saputo che parecchi altri fattori egualmente hanno contribuito allo sviluppo dei carcinoma della prostata e statisticamente hanno annullato questi fattori per raggiungere una conclusione che ha fornito un'associazione accurata fra i due eventi - la riproduzione e carcinoma della prostata artificiali. Questi fattori hanno compreso l'età, il livello di formazione e lo stato socioeconomico.

I risultati hanno rivelato che gli uomini che hanno usato IVF e ICSI per diventare i padri hanno avuti un elevato rischio significativamente di ottenere il carcinoma della prostata confrontato agli uomini che sono diventato naturalmente i padri. I risultati hanno rivelato rispettivamente che i 0,28% o 3.244 padri che concepiscono naturalmente hanno sviluppato il carcinoma della prostata confrontato a 77 (0,37%) e a 63 (0,42%) fra i padri di ICSI e di IVF. Il rischio di carcinoma della prostata individuato prima dell'età di 55 anni è aumentato fra i padri che usando ICSI. ICSI è utilizzato tipicamente negli uomini con i moduli più severi della sterilità.

Questa grande manifestazione basata sui registri di studio che gli uomini che generano i bambini attraverso la riproduzione assistita hanno un 30-60% ha aumentato il rischio di carcinoma della prostata rispetto agli uomini che concepiscono naturalmente. Hanno quasi due volte il rischio di sviluppare il carcinoma della prostata in anticipo di inizio, prima di 55 anni. Gli uomini che generano i bambini attraverso la riproduzione assistita sembrano essere all'elevato rischio per carcinoma della prostata, in modo dai vantaggi della selezione di carcinoma della prostata dovrebbero essere considerati per questa.„

BMJ

I ricercatori hanno aggiunto che lo studio dovrebbe includere gli uomini che avevano provato e non riuscito a diventare i padri malgrado le tecniche artificiali della riproduzione. Questi uomini potrebbero avere un maggior rischio di ottenere i carcinoma della prostata, hanno detto. Egualmente hanno aggiunto che questo studio non ha seguito gli uomini per la vita e così non ha valutato il rischio di vita di carcinoma della prostata.

Hanno concluso, “uomini che hanno raggiunto la paternità con le tecniche assistite della riproduzione, specialmente con ICSI, sono ad ad alto rischio per il carcinoma della prostata in anticipo di inizio e così costituiscono un gruppo di rischio in cui la prova e seguito a lungo termine attento per carcinoma della prostata possono essere utili.„

In un editoriale associato nel BMJ nominato, “la sterilità maschio si è collegata al rischio di carcinoma della prostata,„ i ricercatori hanno scritto che ci possono essere le anomalie del cromosoma Y che può essere associato con la sterilità come pure il carcinoma della prostata. Ci sono vantaggi minimi di sopravvivenza connessi con selezione per il carcinoma della prostata, essi scrivono. Hanno avvertito che la selezione positiva potrebbe piombo al overdiagnosis e al overtreatment che possono causare il danno.

In assenza di un meccanismo plausibile di atto o di una prova di causa, giustificare la schermatura per il carcinoma della prostata in tutti gli uomini infertili è difficile. Tuttavia, ulteriore ricerca sulle complicazioni future possibili della sterilità maschio sarebbe accolta favorevolmente dai pazienti ed aiuterà i clinici a consigliare tutti gli uomini infertili circa la loro salubrità futura.„

BMJ

Lo studio è stato costituito un fondo per dalle fondamenta svedesi del Cancro, una concessione di governo di ALF, fondo di ricerca sul cancro dell'ospedale universitario di Malmö e la federazione svedese del carcinoma della prostata e l'associazione europea dell'urologia.

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2019, September 26). Rischio di carcinoma della prostata collegato alle tecniche assistite della riproduzione. News-Medical. Retrieved on September 18, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20190926/Prostate-cancer-risk-linked-to-assisted-reproduction-techniques.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Rischio di carcinoma della prostata collegato alle tecniche assistite della riproduzione". News-Medical. 18 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20190926/Prostate-cancer-risk-linked-to-assisted-reproduction-techniques.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Rischio di carcinoma della prostata collegato alle tecniche assistite della riproduzione". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190926/Prostate-cancer-risk-linked-to-assisted-reproduction-techniques.aspx. (accessed September 18, 2021).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2019. Rischio di carcinoma della prostata collegato alle tecniche assistite della riproduzione. News-Medical, viewed 18 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20190926/Prostate-cancer-risk-linked-to-assisted-reproduction-techniques.aspx.