La lavatrice ha potuto essere un bacino idrico degli agenti patogeni multidrug-resistenti

Per la prima volta mai, i ricercatori hanno identificato una lavatrice come bacino idrico degli agenti patogeni multidrug-resistenti. Gli agenti patogeni, un singolo clone del oxytoca della klebsiella, sono stati trasmessi ripetutamente ai neonati in un'unità di cure intensive neonatale ad un ospedale pediatrico tedesco. La trasmissione è stata interrotta soltanto quando la lavatrice è stata eliminata dall'ospedale. La ricerca è pubblicata questa settimana in microbiologia applicata ed ambientale, un giornale della società americana per microbiologia.

“Questa è una cassa altamente insolita per un ospedale, in quanto ha compreso un tipo di famiglia lavatrice,„ ha detto primo l'autore Ricarda M. Schmithausen, PhD. Degli ospedali le lavatrici speciali di uso normalmente ed i trattamenti della lavanderia che lavano alle temperature elevate e con i disinfettanti, secondo le linee guida tedesche dell'igiene dell'ospedale, o loro usano le lavanderie esterne designate.

La ricerca ha implicazioni per uso della famiglia delle rondelle, ha detto il Dott. Schmithausen, medico senior, istituto per l'igiene e la salute pubblica, il centro di collaborazione del WHO, l'ospedale universitario, università di Bonn, Germania. Le temperature dell'acqua utilizzate in rondelle domestiche stanno rifiutando, di risparmiare bene l'energia, sotto 60°C (140°F), rendendoli meno letali agli agenti patogeni. I geni di resistenza come pure i microrganismi differenti, possono persistere in lavatrici nazionali a quelle temperature diminuite, secondo il rapporto.

Se gli anziani che richiedono le cure infermieristiche con le ferite o i cateteri aperti della vescica, o i giovani con suppurare le lesioni o le infezioni vivono nella famiglia, la lavanderia dovrebbe essere lavata alle più alte temperature, o con i disinfettanti efficienti, per evitare la trasmissione degli agenti patogeni pericolosi. Ciò è una sfida crescente per gli igienisti, poichè il numero della gente che riceve le cure infermieristiche dai membri della famiglia sta aumentando costantemente.„

Martin Exner, MD, presidente e Direttore dell'istituto per l'igiene e della salute pubblica, centro di collaborazione del WHO, ospedale universitario/università di Bonn

All'ospedale in cui la lavatrice ha trasmesso il oxytoca del K., i processi di vagliatura standard hanno rivelato la presenza degli agenti patogeni sugli infanti nel ICU. I ricercatori infine hanno rintracciato la sorgente degli agenti patogeni alla lavatrice, dopo che non erano riuscito a trovare la contaminazione nelle incubatrici o a trovare i portafili fra i lavoratori di sanità che hanno entr inare contatto con gli infanti.

I neonati erano nel ICU dovuto principalmente alla nascita prematura o all'infezione indipendente. I vestiti che hanno trasmesso il oxytoca del K. dalla rondella agli infanti erano cappucci tricottati e calzini da contribuire a tenerli caldi in incubatrici, come i neonati possono trasformarsi in rapidamente nel freddo, anche in incubatrici, hanno detto il Dott. Exner.

I ricercatori ammettono che gli agenti patogeni “sono stati diffusi all'abbigliamento dopo il processo di lavaggio, via l'acqua residua sul mantello di gomma [della rondella] e/o via il trattamento risciacquante definitivo, che ha eseguito l'acqua non riscaldata e senza detersivo attraverso il compartimento detergente,„ l'implicazione della progettazione delle rondelle come pure l'a calore ridotto, secondo il rapporto. Lo studio implica che i cambiamenti nella progettazione e nel trattamento della lavatrice siano richiesti per impedire la capitalizzazione dell'acqua residua in cui la crescita microbica può accadere e contaminare i vestiti.

Tuttavia, ancora rimane poco chiaro come e via che sorgente gli agenti patogeni sono entrato nella lavatrice.

Gli infanti nelle unità di cure intensive (ICU) sono stati colonizzati, ma non sono stati infettati dal oxytoca del K. La colonizzazione significa che gli agenti patogeni sono in modo innocuo presenti, l'uno o l'altro perché ancora non hanno invaso i tessuti in cui possano causare la malattia, o perché il sistema immunitario efficacemente sta respingendoli.

Il tipo di resistenza del multidrug nel oxytoca del K. è causato dallo spettro esteso beta-lactamases (ESBL). Questi enzimi rendono non validi gli antibiotici chiamati beta lattami. I tipi più comuni di batteri che producono ESBLs sono Escherichia coli e batteri dal genere klebsiella.