Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori fanno il nuovo indicatore luminoso su come il parassita del toxoplasma danneggia l'occhio umano

Un terzo della popolazione mondiale è infettato con il parassita - toxoplasma che causa un'infezione di occhio comune chiamata la toxoplasmosi oculare. I ricercatori hanno fatto il nuovo indicatore luminoso su come un'infezione con il parassita causa una lesione distintiva nella retina.

Un gruppo di ricerca internazionale, dalla Flinders University in Australia del sud ed in università di São Paulo nel Brasile, ha identificato le proteine prodotte dalle celle retiniche infettate che spingono le celle retiniche non infette vicine per invadere e creare una lesione distintiva che medici possono usare per diagnosticare l'infezione.

Questo studio di innovazione - pubblicato oggi in microorganismi è il primo per usare i metodi del laboratorio per capire come l'infezione del toxoplasma piombo ad una lesione caratteristica dell'occhio, dopo i ricercatori riflessi il trattamento ad una clinica di occhio brasiliana che servisce una regione di 1,7 milione di persone.

Professore strategico del Flinders in occhio & nella salubrità di visione e superstar del GAMBO - Justine Smith dice che la ricerca dimostra come le celle retiniche rispondono ad un'infezione con il toxoplasma e che indica che la risposta delle cellule può aiutare i parassiti per spargersi tramite la retina.

In uno di più grandi gruppi di persone con la toxoplasmosi oculare ha studiato fin qui, noi vedono che l'infezione causa una lesione tipica dentro più di 90% degli occhi infettati.

I nostri risultati indicano che le celle retiniche umane del pigmento gondii-infettate T. secernono VEGF e IGF1 e diminuiscono la produzione di TSP1, che promuove la proliferazione delle celle non infette e rende quelle celle più suscettibili dell'infezione di conseguenza.„

Il professor Justine Smith, Flinders University

Il Co-Ricercatore dall'università di São Paulo e dall'agenzia internazionale per la prevenzione del Cecità-Dott. Joao Furtado-specula quello proteine di manipolazione all'interno dell'occhio potrebbe avere applicazioni terapeutiche per limitare la severità della malattia.

“Non c'è maturazione per la toxoplasmosi, che è il più spesso portata dagli alimenti. L'organizzazione mondiale della sanità suggerisce le misure di sicurezza alimentare che comprendono il a mano lavaggio, l'uso di acqua pulita nel preparato di alimento e la cottura adeguata,„ consiglia il Dott. Furtado

Source:
Journal reference:

Lie, S. et al. (2019) Molecular Basis of The Retinal Pigment Epithelial Changes That Characterize The Ocular Lesion in Toxoplasmosis. Microorganisms. doi.org/10.3390/microorganisms7100405.