Il neuroscenziato di monte Sinai fa luce su come il cervello memorizza le memorie attraverso una vita

Denise Cai, PhD, un assistente universitario della neuroscienza alla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai, si è interessata sempre alla natura dinamica della memoria. Ma ha cominciato ad interrogare precisamente come il cervello può memorizzare e richiamare tante memorie sopra una vita mentre gioca “una memoria abbina„ i giochi con le carte con il suo giovane figlio. Mentre era battuto ripetutamente, ha cominciato a domandarsi se potrebbe distinguere le schede e ricordare le loro posizioni così tanto per migliorare perché il suo più giovane cervello ha avuto semplicemente “bene immobile„ più disponibile per formare le nuove memorie.

Ora, grazie ad una concessione importante dagli istituti della sanità nazionali, avrà l'opportunità di esplorare questo problema nel suo laboratorio. Martedì 1 ottobre 2019, gli istituti della sanità nazionali hanno annunciato che il Dott. Cai è il vincitore di nuovo premio dell'innovatore 2019. La concessione fornisce $2,5 milioni nel corso dei cinque anni futuri a ricerca di sostegno sui modi che il cervello ottimizza la sui capacità e risparmio di temi per stoccaggio di memoria.

Il nuovo premio dell'innovatore fa parte del programma di ricerca ad alto rischio e alto di NIH della ricompensa, che è stato creato per accelerare il passo di biomedico, comportamentistico e delle scoperte di scienza sociale supportando gli scienziati particolarmente creativi con le idee ad alto impatto che possono essere troppo rischiose o in una fase troppo presto andare bene nel trattamento tradizionale della revisione tra pari. Il premio specificamente supporta i ricercatori di presto-carriera che sono in 10 anni di loro grado definitivo o residenza clinica ed ancora non hanno ricevuto una concessione di progetto di ricerca o la concessione equivalente di NIH.

Mentre il Dott. Cai si è interessato sempre alla memoria, la curiosità circa come il cervello di suo figlio stava battendo il suo cervello ha scintillato una nuova linea di indagine scientifica. Per riuscire a giochi con le carte di corrispondenza, il giocatore deve ricordare ogni scheda distinta come pure la sua posizione e le distinzioni sono sottili (per esempio: Nemo i clownfish che sembrano giusti; Nemo i clownfish che guardano a sinistra).

Quando mio figlio Caiden ha continuato battermi, ho cominciato a domandarmi se il modo che il suo cervello stava codificando la memoria di ogni nuova scheda fosse differente che la strategia il mio più vecchio cervello ha contato sopra. Ho supposto che un più giovane cervello potesse avvertire meno “interferenza„ da una vita di vecchie memorie e che forse la comprensione classica di come le memorie sono codificate nel cervello; probabilmente uno indipendente sopra l'altro; ha potuto dire soltanto la metà della storia. Più ulteriormente ho supposto che forse, come la domanda aumenta ed abbiamo più esperienze da ricordarci, le popolazioni dei neuroni che codificano queste memorie fossero sempre più collegate.

Denise Cai, PhD, assistente universitario di neuroscienza alla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai

Attraverso il supporto di nuovo finanziamento del premio dell'innovatore, il Dott. Cai userà una combinazione di approcci innovatori per verificare queste idee. Per registrare l'attività neurale nei cervelli sia di più giovani che più vecchi mouse poichè imparano le nuove distribuzioni nello spazio, utilizzerà un microscopio miniatura novello e collegare collegare, ha chiamato il sistema del Miniscope, che è stato co-sviluppato con i colleghi all'università di California, a Los Angeles (UCLA) ed alla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai. Facendo uso di questa nuova tecnologia, i mouse di studio indosseranno i microscopi minuscoli, testa-montati, collegare collegare come entrano in vari ambienti differenti, permettendo ai ricercatori di registrare ed analizzare migliaia di neuroni durante il tempo di corso.

“Useremo varie tecniche per osservare e manipolare queste popolazioni dei neuroni per determinare come l'attività neurale nel cervello gestisce il comportamento degli animali,„ spiega il Dott. Cai. “Infine, speriamo di imparare come il cervello ottimizza la sua capacità di memorizzare le informazioni attraverso una vita. Sono immensamente riconoscente ricevere il nuovo premio dell'innovatore, che permetterà al nostro laboratorio di esplorare un certo fondamento, eppure le domande molto complesse e biologiche nel campo della memoria e la cognizione.„

“Ogni anno, aspetto con impazienza di vedere gli approcci che creativi questi ricercatori catturano per risolvere i problemi duri in biomedico e ricerca comportamentistica,„ ha detto Direttore Francis S. Collins, M.D., Ph.D. di NIH “sono sicuro il gruppo 2019 dei awardees ho il potenziale di avanzare la nostra missione di miglioramento della salubrità con i loro studi approfonditi.„

Il Dott. Cai, che è venuto al monte Sinai dal UCLA due anni fa, egualmente recentemente ha ricevuto un 2019 un premio aumentante della stella di mente, di cui identifica e costituisce un fondo per la ricerca chiave e innovatrice sulle cause e sulle maturazioni per i disordini del cervello per il supporto delle guide emergenti di promessa nel campo della neuropsichiatria. Il premio $250.000 supporterà la ricerca del suo laboratorio sui modi in cui le memorie traumatiche possono essere collegate nel cervello “posizione di folle„ un in tali disordini come il disordine post - traumatico di sforzo.