Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra come i badante possono gestire meglio il conflitto della famiglia alla conclusione di vita

Il conflitto all'interno delle famiglie può essere stressante e confusionario e può piombo alle sensibilità di tristezza. Egualmente è incredibilmente comune ed in molti casi, una parte necessaria della dinamica della famiglia.

La nuova ricerca dall'università di Missouri evidenzia come i badante possono gestire meglio il conflitto della famiglia mentre si occupano della morte d'avvicinamento di un caro.

Jacquelyn Benson, assistente universitario di sviluppo e di scienza umani della famiglia, trovato che l'autonomia è una tensione centrale nel caregiving alla conclusione di vita. Suggerisce che parecchie strategie, compreso la comunicazione, supporto convenzionale ed autosufficienza emozionale, possano essere usate dai badante per indirizzare il conflitto della famiglia.

Il conflitto è stressante, noi che tutti conoscono quello. Tuttavia, egualmente è necessario e può piombo a cambiamento positivo. Spero che questi risultati ispirino i modi alternativi pensare al conflitto della famiglia quando si tratta di processo decisionale di estremità-de-vita.„

Jacquelyn Benson, assistente universitario di sviluppo e di scienza umani della famiglia

Benson ed i suoi dati analizzati gruppo originalmente hanno fornito caregiving i partecipanti di un test clinico. Specificamente hanno esaminato le interviste dai badante che attivamente stavano preoccupando per un caro nella cura del centro ospedaliero per studiare come i badante hanno discusso il conflitto come legato alla TI a caregiving.

Il tema centrale che è emerso dai dati era quello di autonomia. In tutto i dati, Benson ha trovato che le lotte sopra chi hanno avute controllo erano una caratteristica comune nella maggior parte dei conflitti e sottopone a tensione i badante discussi.

Un badante ha descritto questa tensione nei termini semplici, ad esempio che l'insistenza di suo padre sull'indipendente restante era “un carico.„ Quando la lotta di suo padre da rimanere diminuito autonomo, il suo carico caregiving ha facilitato.

In un altro esempio, un badante che si occupa del suo coniuge ha ritenuto che i fratelli del suo marito non apprezzassero la severità del suo stato di salute ed il livello di caregiving che richiedesse, che piombo per sottoporre a tensione quando le decisioni caregiving sono state prese.

“I nostri risultati evidenziano come il conflitto della famiglia è con esperienza e gestito dai badante,„ Benson hanno detto. “Evitare il conflitto complessivamente non è la risposta perché è uno scopo non realistico. Invece, i badante dovrebbero avere conversazioni con il personale del centro ospedaliero circa i modi che possono migliorare la loro esperienza caregiving comunicando i loro bisogni e preoccupazioni con la persona stanno preoccupando per ed altri membri della famiglia.„

Per esempio, sebbene il personale del centro ospedaliero e gli infermieri non potrebbero testimoniare il conflitto evidente relativo a caregiving, potrebbero testimoniare le reazioni del badante che sono sintomatiche del conflitto della famiglia. Quelle osservazioni possono piombo alle conversazioni che minimizzeranno l'emergenza psicologica e minimizzeranno il conflitto.