Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio identifica il marcatore genetico in grado di personalizzare il trattamento per il morbo di Crohn

Il più grande studio mai da esaminare perché un gruppo costoso e comunemente usato di droghe viene a mancare alcuni pazienti con il morbo di Crohn ha identificato un marcatore genetico in grado di individualizzare il trattamento della droga.

Un'ampia collaborazione BRITANNICA piombo dall'università di Exeter, Devon reale & la fiducia delle fondamenta di Exeter NHS e l'istituto di Wellcome Sanger, ha dimostrato che una variante genetica portata da 40% della popolazione spiega perché alcuni pazienti sviluppano gli anticorpi contro le droghe anti--TNF, infliximab e adalimumab e perde la risposta. Gli autori concludono che una prova ulteriore è richiesta per confermare che il test genetico prima del trattamento diminuisca la tariffa dell'errore del trattamento facilitando la scelta più efficace della terapia per i diversi pazienti. La ricerca, le fondate a parzirice da Wellcome, da Crohn & da colite Regno Unito, le budella Regno Unito, la colite di Crohn della maturazione e di supporto dal NIHR, fa parte di un programma di lavoro commesso a trovare la droga giusta per la prima volta del paziente giusto.

Le droghe antitumorali di fattore (TNF) di necrosi, infliximab e adalimumab, sono usate per curare i pazienti con il moderato al morbo di Crohn severo ed alla colite ulcerosa quando altri trattamenti non hanno funzionato. Inoltre conosciuto come medicine biologiche, queste droghe funzionano bloccando TNF, una proteina che determina l'infiammazione persistente dell'intestino. Presentato negli anni 90, le droghe anti--TNF ora si allineano nei cinque principali dalla droga spendono in NHS.

Pubblicato in gastroenterologia, la terapia anti--TNF personale nello studio del morbo di Crohn (PANTALONI) ha esaminato i dati e la genetica clinici di 1.240 pazienti con il morbo di Crohn che inizia il trattamento anti--TNF a 120 ospedali BRITANNICI - il più grande gruppo del suo genere.

Sebbene anti--TNF le droghe abbiano dato la nuova speranza per la gente con Crohn e colite e se un'opzione importante del trattamento, molti pazienti perde col passare del tempo la risposta. Una delle ragioni principali che i pazienti perdono la risposta è lo sviluppo di una risposta immunitaria alla droga (immunizzazione). Le droghe Anti--TNF sono grandi, molecole complesse, rese a celle viventi interne. L'amministrazione ripetuta induce il sistema immunitario a riconoscere la droga come minaccia potenziale piuttosto che una medicina, piombo alla produzione degli anticorpi contro la droga. Questi anticorpi aumentano la tariffa a cui le droghe sono eliminate dall'organismo. Così come la diminuzione dell'efficacia del trattamento, gli anticorpi possono anche causare le reazioni di droga avverse ai tempi dell'iniezione o dell'infusione. Questa ricerca ha identificato un marcatore genetico HLA-DQA1*05, portato da 40 per cento della popolazione europea che aumenta il rischio di sviluppo degli anticorpi contro la volta del adalimumab e del infliximab 2.

Il morbo di Crohn è una malattia per tutta la vita che causa l'infiammazione e l'ulcerazione dell'apparato digerente. Ci sono circa 160.000 pazienti con il morbo di Crohn nel Regno Unito e questo numero sta sviluppandosi - è una crisi di salubrità nascosta. La malattia presenta il più comunemente in giovani adulti, adolescenti e bambini. I sintomi comprendono la diarrea urgente, lo spurgo rettale, il dolore addominale, la fatica profonda e la perdita di peso.

I PANTALONI studiano il professor Tariq Ahmad, testa della malattia di viscere infiammatoria e gruppo di ricerca del ricercatore di farmacogenetica all'università di Exeter ed il gastroenterologo del consulente a Devon ed all'ospedale reali di Exeter, Regno Unito ha detto: “Crediamo forte che questo tipo di ricerca sia essenziale allo sviluppo redditizio, strategie del trattamento per i pazienti con la malattia di viscere infiammatoria.„

Helen Terry, direttore di ricerca, Crohn e la colite Regno Unito hanno detto:

Il futuro del trattamento di colite e di Crohn è medicina personale, così l'identificazione di un marcatore genetico che spiega perché le droghe anti--TNF non funzionano per qualche gente con Crohn è altamente significative. Questi risultati estremamente stanno promettendo e con ulteriore ricerca potrebbe piombo al trattamento individualizzato ed ai migliori risultati per la gente vivere con queste circostanze debilitanti.„