Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La cella immune unica si è collegata alla remissione in pazienti con cancro al seno negativo triplo

Un tipo unico di cella immune è stato scoperto nel tessuto umano del petto ed i pazienti di cancro al seno con più di queste celle sono più probabili sopravvivere a, la nuova ricerca dei ritrovamenti dall'College Londra del torcicollo di Francis dell'istituto e di re. La ricerca ora era fondata a parzirice da ricerca sul cancro Regno Unito e da cancro al seno.                                                    

Lo studio, pubblicato nella medicina di traduzione di scienza, identificato un sottotipo specifico delle celle di T di delta di gamma nel tessuto del petto ed indicato che sono stati collegati alla remissione in pazienti con cancro al seno negativo triplo. Le celle di T di delta di gamma sono celle immuni dello specialista che precedentemente sono state identificate nell'intestino e nell'interfaccia umani, ma questa è la prima volta sono state caratterizzate chiaramente nel tessuto umano del petto.

La prova che queste celle speciali sono presenti nel tessuto umano del petto è eccitare in primo luogo. Abbiamo saputo dagli studi di modello animali che le celle di delta di gamma potrebbero svolgere un ruolo importante nei tumori di uccisione, ma questa è la prima chiara prova che possono agire in tal modo nel cancro al seno umano.  La scoperta apre la porta per esaminare i nuovi modi che possiamo potere affrontare questa malattia devastante.„

Dott. Fernanda Kyle-Cezar, autore principale unito di questo documento

Ci sono intorno 55.000 nuovi casi di cancro al seno diagnosticati ogni anno, di cui intorno 15% è quantità negativa tripla. Questo cancro aggressivo non risponde a terapia ormonale una volta che si è sparso, la chemioterapia può gestire soltanto la malattia per un breve periodo di tempo.  Quindi, ulteriore ricerca sulla malattia e sulla risposta dell'organismo è vitale da sviluppare i trattamenti più efficaci.

Il nuovo studio ha usato una tecnica precedentemente spiegata per esaminare le celle di T in interfaccia e polmoni umani, per provare conclusivamente l'esistenza delle celle di T di delta di gamma nel tessuto umano del petto. Queste celle speciali, sono molto meno comuni che le alfa beta celle di T “convenzionali„ nella circolazione sanguigna. Il gruppo ha studiato il tessuto sano del petto da dozzine di donne, compreso coloro che ha avuto l'ambulatorio subito di riduzione di petto o ambulatorio preventivo per diminuire il rischio di cancro.

Stabilendo che le celle di T di delta di gamma siano presenti nel tessuto del petto, i ricercatori avanzano hanno esaminato il collegamento fra un sottoinsieme specifico di queste celle ed i tassi di sopravvivenza per un gruppo di 11 donna con cancro al seno negativo triplo curato al tipo ed alla fiducia dell'ospedale di St Thomas'. Il sottoinsieme delle celle in ricevitori precisi di domanda determinati, conosciuto come le catene di delta 1 di V, sulla loro superficie e risponde direttamente allo sforzo segnala che sorgono comunemente come conseguenza dell'infezione o del cancro. Attivato una volta da un segnale di sforzo, queste celle possono accendere all'uccisione nociva o alle celle del tumore ed egualmente attirano l'attenzione di altre alfa beta celle di T potenzialmente utili.

Analizzando i campioni del tumore dai pazienti di cancro al seno, il gruppo ha trovato che quelli con gli più alti numeri del delta di V le celle di 1 T nel loro tumore erano sensibilmente più probabili sopravvivere a che quelli con i numeri bassi. Dei cinque pazienti che sono entrato in remissione ed hanno sopravvissuto al loro cancro, tutti i numeri alti relativamente avuti delle celle nei loro tumori. Considerando che, dei sei pazienti che sono morto in due anni, solo uno ha avuto numeri alti di queste celle.

I risultati della ricerca egualmente sembrano predire che una possibilità di sopravvivenza ancora maggior sorga quando le celle di delta 1 di V sono presenti insieme alle alfa beta celle di T più comuni, che egualmente svolgono un ruolo in cellule tumorali di uccisione.

Questi risultati aprono molti altri angoli della ricerca e trattamenti potenziali. Potrebbe significare che in futuro possiamo migliorare la possibilità di sopravvivenza di un paziente o artificialmente attivando più di queste celle per combattere le celle del tumore o potremmo celle di trasferimento da un donatore.„

Dott. Yin Wu, clinico all'ospedale di St Thomas e del tipo ed all'ospedale dell'università, ricercatore alla città del Regno Unito di ricerca sul cancro del centro di maggiore Cancro di Londra e dell'autore del giunzione-cavo

Lo studio piombo dal professor Adrian Hayday, che 35 anni fa co-ha scoperto il recettore delle cellule t di delta di gamma che definisce le celle di T di delta di gamma. È egualmente co-fondatore di terapeutica di GammaDelta che ha formato nel 2016 con il suo collega Oliver Nussbaumer, per tradurre i loro risultati della ricerca in pratica clinica e che da allora ha ricevuto più di £100m dell'investimento.

“Queste celle sono una parte importante del puzzle complesso nel risolvere il migliore modo trattare il cancro,„ Adrian spiegato, che è egualmente un professore del Immunobiology all'College Londra di re e del torcicollo.  “Realmente siamo eccitati circa il loro potenziale di combattere un intervallo dei cancri, compreso il cancro di interfaccia del melanoma e che crediamo che possiamo ora aggiungere il cancro al seno a quella lista. Speriamo di vedere i test clinici che rincominciamo il paio d'anni seguente ed i nuovi risultati scientifici come questo aggiunge al nostro ottimismo circa il loro potenziale.„

Il Dott. Iain Foulkes, il direttore esecutivo del Regno Unito di ricerca sul cancro della ricerca e dell'innovazione, ha detto:

Con le scoperte importanti gradisca questo, stiamo capendo sempre più circa le interazioni complesse fra il nostri sistema immunitario e cancro. Trattamenti che sfruttano la potenza della propria promessa della tenuta del sistema immunitario dell'organismo grande per il futuro della medicina del cancro e già stanno facendo una differenza reale per la gente con alcuni tipi di cancri. Ecco perché recentemente abbiamo lanciato la città BRITANNICA di ricerca sul cancro del centro di Londra per Biotherapeutics, che trasformerà il capitale in un hub principale del mondo per la ricerca di immunoterapia.„

Il Dott. Kotryna Temcinaite, gestore di comunicazioni della ricerca a cancro al seno ora, che ha aiutato il fondo lo studio, ha detto:

Mentre le immunoterapie sono risultato essere più efficaci in altri tipi di cancri fin qui, questi risultati forniscono la nuova comprensione emozionante che potrebbe piombo allo sviluppo di nuove immunoterapie ai pazienti dell'ossequio con cancro al seno negativo triplo. Con pochi trattamenti mirati a disponibili ai pazienti, il cancro al seno negativo del triplo rimane un'area di bisogno insoddisfatto significativo, dove le nuove immunoterapie potrebbero avere un effetto principale. La maggior comprensione delle celle immuni presenta nel petto, come si comportano e che effetto hanno sulle celle di cancro al seno sono vitali se vogliamo trattare la malattia più efficacemente e dare ognuno la migliore possibilità di sopravvivenza. Ora restiamo in attesa più ulteriormente per ricercare per scoprire come queste celle di T potrebbero essere usate per trattare i moduli aggressivi della malattia.„

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    The Francis Crick Institute. (2019, October 09). La cella immune unica si è collegata alla remissione in pazienti con cancro al seno negativo triplo. News-Medical. Retrieved on July 13, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20191009/Unique-immune-cell-linked-to-remission-in-patients-with-triple-negative-breast-cancer.aspx.

  • MLA

    The Francis Crick Institute. "La cella immune unica si è collegata alla remissione in pazienti con cancro al seno negativo triplo". News-Medical. 13 July 2020. <https://www.news-medical.net/news/20191009/Unique-immune-cell-linked-to-remission-in-patients-with-triple-negative-breast-cancer.aspx>.

  • Chicago

    The Francis Crick Institute. "La cella immune unica si è collegata alla remissione in pazienti con cancro al seno negativo triplo". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20191009/Unique-immune-cell-linked-to-remission-in-patients-with-triple-negative-breast-cancer.aspx. (accessed July 13, 2020).

  • Harvard

    The Francis Crick Institute. 2019. La cella immune unica si è collegata alla remissione in pazienti con cancro al seno negativo triplo. News-Medical, viewed 13 July 2020, https://www.news-medical.net/news/20191009/Unique-immune-cell-linked-to-remission-in-patients-with-triple-negative-breast-cancer.aspx.