Le droghe di RTKI non possono migliorare significativamente i tassi di sopravvivenza di pazienti durante la radioterapia

La cattura diCancro-combattimento determinato droga mentre subisce la radioterapia non può aumentare la sopravvivenza per i pazienti, ma può, invece, aumentare gli effetti secondari, secondo un gruppo dei ricercatori. Le droghe, tuttavia, possono essere utili per i pazienti che non stanno subendo la radioterapia.

In una meta-analisi di 11 studio differente, i ricercatori hanno detto che i trattamenti che hanno incluso sia la radioterapia che l'inibitore del recettore tirosina chinasi -- o RTKI -- le droghe non hanno migliorato significativamente i tassi di sopravvivenza di pazienti, ma sembrato peggiorare gli effetti secondari negativi, quali fatica, la nausea e la diarrea, secondo Nicholas G. Zaorsky, assistente universitario dell'oncologia di radiazione e delle scienze di salute pubblica, istituto universitario di Penn State di medicina.

Negli anni 90 e nel 2000s c'era un inserire l'oncologia per studiare queste droghe dell'inibitore del recettore tirosina chinasi, che mirano ai ricevitori che sono espressi sulle cellule tumorali, o espresso sulle celle che circondano le cellule tumorali. I ricevitori sono pensati per aiutare le cellule tumorali a svilupparsi, essenzialmente stampando i pedali di gas per le cellule tumorali. Quindi, bloccando il pedale di gas con RTKIs è stato pensato per rallentare le cellule tumorali.

Nicholas G. Zaorsky, assistente universitario di oncologia di radiazione e di scienze di salute pubblica, istituto universitario di Penn State di medicina

La comprensione come RTKI droga, che comprendono i nomi come Avastin, Erbitux, Iressa e Tarceva, reagisce con la radioterapia è importante a causa dell'uso molto diffuso della radioterapia, lui ha aggiunto.

“La radioterapia è prescritta a circa due terzi dei malati di cancro e molti questi pazienti egualmente stanno ricevendo le droghe dell'inibitore (RTKI) del recettore tirosina chinasi,„ ha detto Zaorsky. “Che cosa non è stato conosciuto è se queste droghe aggiungessero ai pazienti che ricevono i pazienti di guida o di ferita di radioterapia.„

In una meta-analisi, i ricercatori hanno analizzato statisticamente i risultati di 11 grande test clinico che hanno caratterizzato sia RTKI che la radioterapia. I ricercatori che hanno intrapreso queste prove, che hanno messo a fuoco sui moduli solidi di cancro ed hanno incluso 5.284 pazienti, hanno valutato sia i tassi di sopravvivenza che gli effetti secondari. I risultati della meta-analisi rivelano quello che aggiunge le droghe di RTKI alla radioterapia significativamente non hanno migliorato la sopravvivenza, ma è stata associata con gli effetti secondari aumentati per i pazienti che subiscono entrambi i trattamenti.

“Poiché è così vasta domanda e perché ci sono tante droghe disponibili per tanti tipi differenti di cancri, abbiamo deciso di fare una meta-analisi facendo uso di tutti dati pubblicati intorno al mondo,„ ha detto Zaorsky.

Poiché la combinazione di radioterapia e di droghe di RTKI non sembra migliorare la sopravvivenza, quella non significa che l'efficacia delle droghe da solo è in questione, ha detto Zaorsky. Per molti malati di cancro che non hanno subito la radioterapia simultanea, queste droghe sono state immenso utili, lui hanno aggiunto.

Lo studio può aiutare i test clinici futuri della guida che esaminano RTKI e radioterapie come pure medici che prescrivono queste terapie ai malati di cancro correnti, secondo i ricercatori, che hanno rilasciato i loro risultati alla società di 2019 americani per la riunione annuale dell'oncologia di radiazione ed in un'edizione del giornale internazionale dell'oncologia di radiazione. Per esempio, questi risultati indicano che ulteriori test clinici della radioterapia e di RKTIs non possono essere efficaci. Più ulteriormente, in alcuni casi, può essere utile tenere le droghe di RTKI mentre il paziente sta ricevendo la radioterapia perché potrebbe aumentare gli effetti secondari senza necessariamente migliorare le possibilità di sopravvivenza del paziente.

Source:
Journal reference:

Batchelder, E. et al. (2019) Radiotherapy and Receptor Tyrosine Kinase Inhibition for Solid Cancers: An International Meta-Analysis of 11 Studies with 5,284 Patients. International Journal of Radiation Oncology. doi.org/10.1016/j.ijrobp.2019.06.229