Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori mirano a trovare come il kinesiophobia può pregiudicare le persone con dolore osteomuscolare cronico

Scoprendo come kinesiophobia - il timore irragionevole di movimento può pregiudicare le persone con dolore osteomuscolare cronico è lo scopo di un gruppo di ricerca dell'università di Malaga (UMA), che gli studi recenti sono stati pubblicati nel giornale del giornale scientifico di medicina dello sport britannico, la pubblicazione del numero 1 del mondo nel campo locomotore del sistema.

Dopo parecchie rassegne sistematiche, questi esperti, che fanno parte del gruppo “la cronicità e servizi sanitari„ di IBIMA, specialmente, dell'area di fisioterapia e di dolore cronico, individuata in un primo studio, pubblicato nel 2018, che le persone che mostrano i maggiori livelli di dolore cronico e di durata più lunga di dolore egualmente mostrano un maggior grado di timore di movimento.

In una seconda tappa dello studio, i ricercatori hanno messo a fuoco su un dolore non cronico specifico: il colpo di frusta, dove, hanno verificato, sembra che il kinesiophobia non svolga così ruolo cruciale nel chronicization di questi sintomi.

“Possiamo affermare che il timore di movimento non ha così influenza decisiva sui pazienti con il colpo di frusta„, spieghiamo professore della fisioterapia Alejandro Luque Suárez, ricercatore principale di questi studi, che aggiunge che ci sono altri fattori biopsychosocial che lo giustificano. Sta analizzando queste cause e la ragione - già in una fase sperimentale precisamente il punto seguente dello studio, come sottolineato dal ricercatore e dal co-author Javier Martínez Calderón.

D'altra parte, un articolo recente pubblicato negli archivi del giornale di medicina fisica e di ripristino, i ricercatori raccomandano la combinazione di formazione e si esercitano, nell'ambito di controllo professionale, come la migliore terapia per diminuire kinesiophobia, dopo una rassegna sistematica sui pazienti con dolore lombo-sacrale cronico.

Source:
Journal reference:

Martinez-Calderon, J., et al. (2019) Conservative Interventions Reduce Fear in Individuals With Chronic Low Back Pain: A Systematic Review. Archives of Physical Medicine and Rehabilitation. doi.org/10.1016/j.apmr.2019.08.470.