Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Tumore della tiroide a basso rischio e seguito rigoroso: chi decide?

Nel caso di tumore della tiroide curato a basso rischio, alcuni pazienti possono insistere su sorveglianza eccessivamente intensiva sotto forma di scansioni diagnostiche per individuare la ricorrenza, senza chiara prova per tutto il vantaggio dagli stessi, dice un nuovo studio pubblicato nel giornale dell'oncologia clinica.

illustrazione 3D che mostra la ghiandola tiroide con il tumore dentro il punto di vista delle celle di tumore della tiroide - credito del primo piano e del corpo umano dell
illustrazione 3D che mostra la ghiandola tiroide con il tumore dentro il punto di vista delle celle di tumore della tiroide - credito del primo piano e del corpo umano dell'illustrazione: Kateryna Kon/Shutterstock

I pazienti differenti vedono diversamente un'esigenza della sanità. Alcuni sono “minimizers„ chi prova per rinviare per tutto il tempo possibile le visite mediche, lasciando le condizioni mediche per migliorare da sè. Altri sono “massimalisti„ chi insistono sull'intervallo più completo del trattamento per tutta l'emissione di salubrità, indipendentemente da fatto che una misura specifica realmente migliori il risultato.

Così chi decide quando i pazienti realmente stanno esaurendo le risorse di sanità di che realmente “non hanno bisogno„? È i pazienti stessi, in molti casi, grazie alla forte avvocatura paziente. Gli studi priori da questi ricercatori hanno indicato il ruolo svolto dai medici nella decisione che seguito dovrebbe essere dato per i pazienti a basso rischio con tumore della tiroide curato. La ricerca attuale è stata messa a fuoco sull'esame degli atteggiamenti pazienti nei confronti della loro cura - quindi la differenziazione dei massimalisti dai minimizers.

Il campione di studio ha recuperato i dati dalle registrazioni dello SGOMBRO dei pazienti di tumore della tiroide in Los Angeles e della Georgia, gestite dall'istituto nazionale contro il cancro, coprente quasi 2200 pazienti a partire dagli anni 2014 e 2015. Tutti questi pazienti hanno avuti tumore della tiroide durante il periodo di studio ma erano corrente sano dopo che ricevono l'efficace trattamento. I ricercatori hanno studiato gli atteggiamenti di questi pazienti alla cura che avevano cercato durante l'anno scorso come pure la cura reale avevano ricevuto. Ciò era la base per la classificazione tripla nei minimizers (32%), nei massimalisti moderati (43%) e nei forti massimalisti.

Forti massimalisti

Questa categoria contenuta sopra un quarto di tutti i pazienti (26%) nell'intero gruppo. Questi pazienti erano molto più probabili (39%) visualizzare il medico almeno quattro volte durante l'anno scorso, confrontato a 25% - 27% per gli altri due gruppi. Circa 30% di forti massimalisti ha avuto due o più ultrasuoni del collo nell'anno scorso confrontato a 18% e a 25% per i minimizers ed i massimalisti del moderato rispettivamente.  

I risultati sono stati provati a validità dopo avere registrato per ottenere l'età, il sesso, la fase di cancro ai tempi della diagnosi e la presenza di altri stati di salute. Anche poi, le probabilità di seguenti eventi sono state aumentate per i forti massimalisti confrontati ai minimizers:

  • 4 o più visite del medico - 45% più probabile
  • 2 o più ultrasuoni del collo - 58% più probabile
  • 1 o più scansione del radioisotopo - probabilità aumentata 73%
  • studio 1 o più supplementare di rappresentazione - la probabilità più doppia

Il ricercatore Megan Haymart dice, “guida di questi risultati di spiegare perché vediamo le differenze significative nella gestione di tumore della tiroide a basso rischio che non è spiegato dai fattori in relazione con la malattia.„ Cioè i massimalisti esauriti molti tempo del medico, risorse della rappresentazione e seguito si preoccupano indipendentemente da fatto che la loro fase della malattia lo ha autorizzato, confrontato ad altre categorie pazienti.

Implicazioni

L'obiettivo dello studio è riassunto da Haymart: “Crediamo che il tumore della tiroide possa servire da modello per l'impatto degli atteggiamenti pazienti su uso delle risorse mediche dopo chirurgia in altri cancri a basso rischio.„ Le stesse ragioni possono spiegare perché alcuni gruppi di pazienti cercano un livello di cura di seguito che realmente non è riflessa negli ultimi risultati, quali per carcinoma della prostata indolente e cancri al seno a crescita lenta. In questi casi, il paziente è molto più probabile morire della vecchiaia o di un'altra condizione medica che dal cancro stesso, che non fa, nella maggior parte dei casi, interferire con la qualità di vita.

Così medici possono trovare i risultati di studio utili nell'identificazione delle dimensioni a cui i pazienti stanno dettando l'uso delle risorse, stanno spingendo verso l'alto i costi di cura inutilmente come pure stanno esponendo ai rischi sanitari inutili, per esempio, dalle esposizioni radioattive. Questo riconoscimento può aiutarli per riflettere sulla mancanza reale di relazione fra seguito rigoroso e un risultato migliore in alcune circostanze e comunica questo al paziente. Potrebbe anche aiutarli ad analizzare fino a che punto gli atteggiamenti pazienti nei confronti di cura dovrebbero contribuire a decidere della forma che reale la sorveglianza dovrebbe contenere ogni cassa.

Come un altro ricercatore, Joshua Evron, dice, “c'è una tendenza a pensare a cancro come questa grande cattiva cosa che dobbiamo appena gettare tutto che abbiamo nel nostro arsenale a. Ma quello non è necessariamente il caso. Medici possono potere migliorare i pazienti di guida capiscono i vantaggi potenziali di un approccio meno intensivo.„

Journal reference:

Role of patient maximizing-minimizing preferences in thyroid cancer surveillance. Joshua M. Evron, David Reyes-Gastelum, Mousumi Banerjee, Laura D. Scherer, Lauren P. Wallner, Ann S. Hamilton, Kevin C. Ward, Sarah T. Hawley, Brian J. Zikmund-Fisher, and Megan R. Haymart. Journal of Clinical Oncology. https://doi.org/10.1200/JCO.19.01411. https://ascopubs.org/doi/full/10.1200/JCO.19.01411

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2019, October 15). Tumore della tiroide a basso rischio e seguito rigoroso: chi decide?. News-Medical. Retrieved on January 28, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20191015/Low-risk-thyroid-cancer-and-stringent-follow-up-who-decides.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Tumore della tiroide a basso rischio e seguito rigoroso: chi decide?". News-Medical. 28 January 2021. <https://www.news-medical.net/news/20191015/Low-risk-thyroid-cancer-and-stringent-follow-up-who-decides.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Tumore della tiroide a basso rischio e seguito rigoroso: chi decide?". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20191015/Low-risk-thyroid-cancer-and-stringent-follow-up-who-decides.aspx. (accessed January 28, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2019. Tumore della tiroide a basso rischio e seguito rigoroso: chi decide?. News-Medical, viewed 28 January 2021, https://www.news-medical.net/news/20191015/Low-risk-thyroid-cancer-and-stringent-follow-up-who-decides.aspx.