Il disordine di uso della sostanza può complicare la valvulopatia postoperatoria, manifestazioni studia

I pazienti che soffrono dall'endocardite e (IE) dalla lotta infettive con disordine di uso della sostanza (SUD) hanno un rischio aumentato 240% di morte in 6 mesi - 5 anni dopo che chirurgia della valvola confrontata ad altri pazienti dello IE, secondo un oggi online pubblicato studio negli annali di ambulatorio toracico.

Rifornito dall'epidemia germogliante dell'opioide, gli ambulatori della valvola per l'endocardite infettiva SUD in relazione con stanno aumentando. Questo studio ci aiuta meglio a capire la sincronizzazione del periodo vulnerabile e distinto di disparità aumentate nella mortalità in moda da poterci dinamico studiare noi i modi migliorare i risultati.„

Alysse Wurcel, MD, medico della malattia infettiva, trapunta il centro medico, Boston

Il Dott. Wurcel e colleghi ha interrogato la società del database cardiaco adulto della chirurgia dei chirurghi toracici per i dati relativi ai pazienti che hanno subito la cardiochirurgia fra gennaio 2002 e dicembre 2016 dopo una diagnosi dello IE.

Le note dei ricercatori e gli schermi anche esaminati di tossicologia inclusi nelle cartelle sanitarie istituzionali, identificanti quelle con uso della droga illecita. Dei 228 pazienti che hanno avuti chirurgia per lo IE durante quel calendario, 80 pazienti (35%) hanno avuti SUD-IE ed egualmente erano significativamente più giovani non SUD IE dei pazienti (38 anni contro 60 anni).

Lo IE è un'infezione batterica pericolosa nell'endocardio, che è il rivestimento interno delle camere e delle valvole di cuore. Mentre questa circostanza è associata spesso con i difetti del cuore o le valvole anormali, egualmente è una complicazione rinomata dopo avere per mezzo dei aghi di stampa e delle siringhe antigienici per iniettare le droghe, poichè i batteri dalla superficie dell'interfaccia e dalla strumentazione dell'iniezione scaricano direttamente nella circolazione sanguigna. Malgrado gli avanzamenti medici, SUD-IE rimane difficile da trattare ed ha un'alta tariffa di ricorrenza.

Il disordine di uso della sostanza aggiunge un altro livello alla complessità di gestione della valvulopatia postoperatoria.„

Alysse Wurcel, MD

Secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, la gente con SUD-IE è 10 volte più probabile di altri pazienti con lo IE da richiedere un secondo ambulatorio o da morire mesi dopo avere lasciato l'ospedale. Questa ricerca ha concordato, indicando che la sostituzione della valvola di ripetizione per lo IE era più probabile accadere nella gente con il SUD che in quelle senza (14% contro 3%).

I ricercatori egualmente hanno trovato che 86 dei 228 pazienti sono morto (38%), con un'più alta percentuale delle morti nel gruppo di SUD-IE che non SUD IE nel gruppo (48% contro 32%). Lo IE, la dose eccessiva e l'errore di fegato ricorrenti erano fra le cause della morte probabili, che; per 41% dei pazienti con SUD-IE-; accaduto fra 6 mesi - 5 anni dopo chirurgia.

Il Dott. Wurcel ha spiegato che in questo periodo “trimestrale„, i pazienti con SUD-IE si trovano spesso con le condizioni di alloggio instabili, ad accesso limitato a trasporto e ad altre sfide che li impediscono l'utilizzazione dei servizi in relazione con la dipendenza.

Combinando trattamento di dipendenza con la cura Post-Chirurgica

Poiché i pazienti con SUD-IE tendono a lasciare l'ospedale prima del completamento della serie lunga settimane raccomandata di trattamento degli antibiotici o a non riuscire a seguire le istruzioni di autosufficienza fornite sopra scarico, il Dott. Wurcel ha raccomandato che le unità cardiache tradizionali offrissero il trattamento di dipendenza in moda da potere rimanere i pazienti nel ripristino lasciano una volta che l'ospedale.

“Dovremmo mettere a fuoco più risorse; sia clinico che ricerca; nella comprensione che gente deve restare in buona salute,„ ha detto il Dott. Wurcel. “Dobbiamo spostare il paradigma di come pensiamo a dipendenza. È una malattia con i grilletti ambientali e genetici.„

Senza un approccio completo a trattare la dipendenza, il Dott. Wurcel ha detto che i risultati per i pazienti con SUD-IE probabile non miglioreranno. Di conseguenza, la Tufts University ha creato un approccio di gruppo pluridisciplinare per indirizzare lo IE e l'abuso di sostanza di contributo. I chirurghi, i clinici della malattia infettiva, gli specialisti di dipendenza, gli assistenti sociali e gli infermieri lavorano molto attentamente insieme e si incontrano ogni 2 mesi per discutere i pazienti con SUD-IE che sono corrente nell'ospedale o recentemente per essere scaricati.

“L'opioide che l'epidemia è un mostro multiheaded che può essere interno in molti modi,„ ha detto Thomas E. MacGillivray, MD, di Houston metodista nel Texas, che direttamente non è stato compreso con questa ricerca. “L'abuso di sostanza lungamente è stato conosciuto per essere causativo dell'endocardite che richiede la riparazione della valvola o l'ambulatorio ad alto rischio della sostituzione.

Questo studio evidenzia il rischio aumentato continuato di morte fondamentalmente abusa i pazienti anche dopo che la malattia della valvola è indirizzata. Più importanza dovrebbe essere data sul riuscire la malattia primaria di abuso di sostanza durante l'ospedalizzazione iniziale in modo che il problema secondario dell'endocardite per avere un impatto durevole sulla sopravvivenza.„

Il Dott. Wurcel ha acconsentito che la reinfezione può essere impedita se pazienti è offerta il farmaco per disordine di uso della sostanza (per esempio, buprenorfina o metadone) e l'importanza di presto e la gestione continuata di dipendenza è sottolineata.

“Il personale sanitario di assistenza svolge un ruolo cruciale al contrario la marea di abuso di sostanza e dipendenza,„ il Dott. Wurcel ha detto. “Siamo la gente verso cui i pazienti restituiscono i loro periodi di bisogno. Molti con disordine di uso della sostanza evitano le interazioni mediche a causa delle esperienze negative. Dobbiamo mettere a fuoco sui pazienti ogni punto del modo e cambiare quello.„

Source:
Journal reference:

Wurcel AG, et al. (2019) Impact of Substance Use Disorder on Midterm Mortality after Valve Surgery for Endocarditis. Annals of Thoracic Surgery. doi.org/10.1016/j.athoracsur.2019.09.004.