Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Giovani adulti con PTSD più probabile avvertire un evento del colpo dal medio evo

I giovani adulti che soffrono da disordine post - traumatico di sforzo (PTSD) possono essere più probabili avvertire un attacco ischemico transitorio (TIA) o un evento principale del colpo dal medio evo, sollevante il rischio tanto quanto altri fattori di rischio meglio conosciuti, secondo la nuova ricerca pubblicata nel colpo, un giornale dell'associazione americana del colpo, una divisione dell'associazione americana del cuore.

Il colpo ha un effetto devastante sui giovani pazienti e sulle loro famiglie, molti di cui lotta da fare fronte all'inabilità a lungo termine, alla depressione ed alla perdita economica durante i loro anni più produttivi. Dieci - 14% dei colpi ischemici si presentano nelle età 18 - 45 degli adulti e realmente non abbiamo una buona comprensione dei fattori di rischio per il colpo in questo gruppo d'età.„

Lindsey Rosman, Ph.D., autore principale dello studio e assistente universitario di medicina nella divisione di cardiologia all'università di scuola di medicina di North Carolina a Chapel Hill

Mentre PTSD precedentemente è stato indicato per aumentare il rischio di malattia di cuore e di colpo in adulti più anziani, questo è il primo studio per dimostrare un collegamento fra dai i disordini indotti da trauma di sforzo ed il rischio di TIA ed il colpo in giovani ed adulti di mezza età, un gruppo d'età che ha avvertito un aumento notevole negli eventi del colpo negli ultimi dieci anni.

Sebbene questi studi siano intrapresi solamente in veterani, PTSD è uno stato mentale debilitante che pregiudica quasi 8 milione adulti negli Stati Uniti e circa 30 per cento dei veterani. La gente che osserva o direttamente avverte un evento traumatico quale aggressione sessuale, fucilazione massa/di violenza armata, militare combatte o un disastro naturale può sviluppare i sintomi duraturi di ansia, dell'evitare, del hypervigilance, della rabbia/dell'irritabilità, dei ritorni di fiamma e degli incubi. “PTSD non è appena un'emissione del veterano, è un problema sanitario di salute pubblica serio,„ Rosman ha detto.

I ricercatori hanno analizzato i dati medici da più di un milione di giovane e veterani di mezza età iscritti ai servizi di sanità forniti dall'amministrazione di salubrità dei veterani (principalmente maschi, dall'età 18-60, da un'età media di 30, di 2 su bianco 3) ed erano servito nei conflitti recenti nell'Irak e Afghanistan. Nessuno precedentemente avevano avvertito un TIA o un colpo.

Durante i 13 anni di seguito, 766 veterani hanno avuti un TIA e 1.877 hanno avuti un colpo ischemico. Ricercatori anche trovati:

  • 29% sono stati diagnosticati con PTSD ed i veterani con PTSD erano due volte probabili avere un TIA, sollevante i fattori di rischio più di quanto stabiliti di rischio quali il diabete e l'apnea nel sonno.
  • I veterani con PTSD erano 62% più probabile avere un colpo, sollevante il rischio più dei fattori di stile di vita come l'obesità e fumo.
  • I veterani con PTSD erano più probabili impegnarsi nei comportamenti non sani, come il fumo ed ottenere del poco esercizio, che sollevano l'aumento per il colpo.
  • Anche dopo registrare per ottenere i fattori di rischio multipli del colpo, i disordini psichiatrici di coesistenza, quali la depressione ed ansia come pure droga e abuso di alcool, veterani con PTSD erano ancora 61% più probabili avere un TIA e 36% più probabilmente per avere un colpo che i veterani senza PTSD.
  • C'era un più forte collegamento fra PTSD ed il colpo negli uomini che in donne.

“I clinici dovrebbero essere che i termini di salute mentale quale PTSD sono sempre più prevalenti fra i giovani e possono avere implicazioni importanti per il loro rischio di colpo,„ Rosman informato hanno detto. “I nostri risultati sollevano le questioni importanti circa se il riconoscimento iniziale ed il riuscito trattamento di PTSD possono impedire o fare diminuire la probabilità di sviluppare il colpo in quelli esposti alla violenza, al trauma ed alla forza maggiore severa.„

Sebbene lo studio mostri una forte relazione fra PTSD e TIA iniziale ed il colpo, non è stato destinato per provare che PTSD causa qualsiasi circostanza. Ulteriormente, perché l'analisi è stata condotta in più giovani veterani, i risultati non possono essere generalizzabili ai non veterani o agli adulti più anziani che possono avere fattori di rischio più convenzionali del colpo, quali la fibrillazione atriale e l'infarto.

“Dobbiamo migliorare la prevenzione del colpo in giovani adulti sviluppando i programmi di 'screening'mirati a e gli interventi appropriati all'età. Affrontare le emissioni di salute mentale compreso PTSD può essere una parte importante di più vasta iniziativa di salute pubblica per diminuire il carico crescente del colpo in giovani,„ Rosman ha detto.