I ricercatori identificano il nuovo meccanismo da cui le cellule tumorali diventano resistenti al ferroptosis

Un gruppo internazionale dei ricercatori ha trovato che un cancro del modo diverso diventa resistente alla chemioterapia, suggerente un nuovo obiettivo per le droghe.

La chemioterapia uccide le celle di cancri impedendo loro di moltiplicarsi ed inducendo “la morte delle cellule„, un trattamento naturale che può essere migliorato con le droghe. Un modulo della morte delle cellule, chiamato ferroptosis - morte ferro-dipendente delle cellule - è causato dalla degradazione dei grassi (lipidi) che compongono la membrana cellulare.

Ora, un gruppo piombo dai ricercatori dalla Germania ed includere gli scienziati imperiali di Londra dell'istituto universitario hanno scoperto un nuovo meccanismo da cui le cellule tumorali diventano resistenti al ferroptosis. Molti cancri aggressivi e resistenti alla droga sono vulnerabili al ferroptosis ma possono anche usare i meccanismi particolari per bloccarlo.

L'opera del gruppo, pubblicata oggi in natura, fornisce un nuovo obiettivo per le droghe che sopprimono il meccanismo recentemente scoperto, permettendo che la morte delle cellule di ferroptosis catturi la tenuta in cellule tumorali suscettibili.

Il professor Ed Tate, dal dipartimento di chimica ad imperiale, ha detto:

La scoperta della resistenza completamente nuova di guadagno delle cellule di modo permetterà che noi progettiamo le droghe che mirano a questo meccanismo. Infatti, già abbiamo cavi che della droga precedentemente abbiamo sviluppato il quel indirettamente miriamo a questo meccanismo e stiamo verificandoli in laboratorio.

Ferroptosis conta sull'ossidazione sui lipidi nella membrana cellulare - la spogliatura degli elettroni da questi lipidi, inducente li a degradarsi. Già è stato conosciuto che una molecola, chiamata perossidasi 4 (GPX4) del glutatione, inverte questo trattamento, fungente da antiossidante. Ci sono droghe che mirano a GPX4, ma la maggior parte dei cancri sono ancora resistenti al ferroptosis.

Ora, il gruppo di ricerca ha scoperto una molecola differente chiamata FSP1 che egualmente funge da lipido antiossidante, cellule tumorali di salvataggio dalla morte delle cellule di ferroptosis anche quando sono affamati di GPX4. Così come l'identificazione del ruolo di FSP1 nell'impedire il ferroptosis, il gruppo egualmente ha trovato parecchi modi potenziali mirargli con le droghe e quindi diminuire la resistenza.

Per lavorare, FSP1 ha bisogno della guida di un enzima chiamato N-myristoyltransferase, o di NMT. Precedentemente, il gruppo alla droga sviluppata imperiale piombo per la soppressione dell'attività di NMT per bloccare l'infezione dal virus di raffreddore.

Andrea Goya Grocin, ad uno studente fondato CRUK di PhD nel gruppo di professor Tate nel dipartimento di chimica, ha applicato una serie degli strumenti chimici sviluppati ad imperiale per studiare FSP1 e la sua modifica da NMT. Andrea ha detto:

Poichè i tumori terapia-resistenti guadagnano la resistenza al ferroptosis, i trattamenti che promuovono il ferroptosis hanno basato su inibizione di FSP1, di GPX4, di NMT, o di combinazione di tutti e tre le, hanno grande potenziale per la traduzione nelle applicazioni cliniche future.

Source:
Journal reference:

Doll, S. et al. (2019) FSP1 is a glutathione-independent ferroptosis suppressor. Nature. doi.org/10.1038/s41586-019-1707-0