Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'uso sociale di media di ulteriore ora di andare a letto di prova sta nocendo agli adolescenti

Un nuovo studio BRITANNICO indica che gli adolescenti che passare 3 o più ore che si impegnano nei media sociali sono molto più probabili dormiree fino a tardi ed avere risvegli di notte, tra altre abitudini difficili di sonno. Il sonno difficile in questo gruppo d'età è collegato all'obesità, alla prestazione difficile del banco, alla cattiva salute mentale ed al comportamento ad alto rischio.

La ricerca corrente, che compare online nel giornale BMJ aperto, indica che c'è ragione sufficiente di prendere le ferme decisioni cliniche e di influenzare le polizze di sanità per quanto riguarda uso adolescente dei media sociali, per promuovere il sonno sano pratica in questo gruppo d'età.

Credito di immagine: Mooremedia/Shutterstock
Credito di immagine: Mooremedia/Shutterstock

Con l'improvviso e la crescita esplosiva dei media sociali uso, contro un contesto di uso già eccessivo ai dei media basati a schermo, molti esperti dai campi varianti stanno mettendo in guardia coerente contro un contraccolpo dai settori sanitari mentali ed emozionali di adolescenza.

Lo studio corrente mira a rinforzare questo consenso fornendo il fono assorbente che i media sociali esagerano effettivamente sta catturando un tributo torvo sulla salubrità degli adolescenti dal suo impatto sul loro sonno. Ha parecchi obiettivi concreti: isola l'effetto di uso sociale di media piuttosto che globalmente il tempo dello schermo; esamina parecchi tipi di difficoltà di sonno per determinare quale di loro direttamente sono collegati con uso sociale di media e come; e misura i risultati nel quadro di uso sociale adolescente tipico di media del ` corrente' piuttosto che su un tempo predefinito di taglio.

Lo studio

Il primo punto che i ricercatori hanno catturato era di sviluppare una maschera rappresentativa di che gli sguardi teenager BRITANNICI tipici gradiscono riguardo ai media sociali l'uso ed i reticoli della notte dormono. Hanno recuperato i dati dallo studio di gruppo BRITANNICO di millennio, su quasi 12.000 adolescenti di 13-15 anni. Questo studio sta registrando i dati correlati con la salute su un grande campione della gente sopportata fra 2000 e 2002, ricavato dalle varie posizioni sopra il Regno Unito, per fare le deduzioni significative circa salubrità.

Hanno esaminato uso auto-riferito dei partecipanti' dei media sociali, come su Facebook, su Twitter, su Whatsapp, su messaggio sociale e sui siti della rete sociale, tutto il giorno dato della settimana. Egualmente hanno esaminato i reticoli di sonno riferiti dai partecipanti in risposta alle domande quale il tempo che sono caduto tipicamente addormentato come pure il tempo hanno svegliato, sul tempi della scuola come pure i giorni liberi, il periodo latente prima che cadessero addormentato e l'ora o il grado di difficoltà hanno ritenuto nel ritorno al sonno dopo un risveglio di notte.

Sulla base di questi dati i ricercatori hanno classificato gli adolescenti in cinque gruppi:

  • utenti bassi che hanno speso di meno che un'ora al giorno sui media sociali - 34%
  • utenti medii - 1-3 ore al giorno - 32%
  • alti utenti - 3-5 ore al giorno - 14%
  • utenti molto alti - oltre 5 ore al giorno - 21%

Cioè uno in cinque adolescenti era utenti molto alti e due terzi medio o di utente basso (meno di tre ore al giorno, complessivi).

Risultati di studio

Lo studio corrente ha trovato una chiara connessione fra i reticoli di sonno anormali e la quantità di uso sociale di media un giorno tipico. Per evitare la confusione dovuto l'altro contributo scompone quali le emissioni di salubrità fisica, la condizione famigliare ed i problemi psicologici, i ricercatori hanno valutato questi fattori ed hanno compensato tutta l'influenza di confusione.

A seguito di tali adeguamenti, hanno trovato che gli utenti molto alti hanno avuti una probabilità più alta 70% di caduta addormentata solo dopo le 11 di sera i giorni di scuola e dopo la mezzanotte i giorni liberi, confrontati agli utenti medii.

Gli alti e molto alti utenti hanno acconsentito che erano più probabili svegliare dopo che le 8 di mattina sui giorni di scuola hanno confrontato agli utenti medii. Gli utenti molto alti egualmente hanno riferito a quasi 30% la nuova difficoltà nel sonno ancora dopo una notte che si sveglia. Una volta confrontate ai ragazzi, le ragazze hanno passato più tempo sui media sociali ed hanno riferito la qualità più cattiva di sonno.

D'altra parte, una volta confrontati agli altri gruppi, gli adolescenti ad più a basso rischio per tardi il sonno ed i reticoli di risveglio recenti erano gli utenti bassi. Dai tempi di sonno tardi “predica più povero accademico ed i risultati sociali„, secondo i ricercatori, uso pesante di media è un problema definito sui giorni di scuola. Soltanto 4% degli adolescenti ha riferito più successivamente il risveglio i giorni di scuola, implicanti la presenza di privazione di sonno cinque giorni su sette, almeno, che pregiudica negativamente dai i ritmi guidati da orologio fisiologici dell'organismo.

Implicazioni

Il reticolo globale promuove l'idea che l'uso sociale di media accade al costo di sonno. Per esempio, potrebbe spostare il compito a partire dal tempo di lavoro normale, lasciarlo da fare tardi alla notte e così ritardare l'inizio di sonno, forse, come pure di ora di andare a letto. In breve, il migliore sonno viene con l'uso di media sociale più basso.

Lo studio d'osservazione non può dire ovviamente autorevolmente che i media sociali esagerano è la causa per i reticoli di sonno difficili. Per esempio, gli adolescenti con salubrità difficile o i disordini psicologici possono passare più tempo sui media sociali, mentre simultaneamente incontrano la difficoltà con ottenere a e mantenendo il sonno. I ricercatori egualmente precisano che non hanno chiesto notizie sul contenuto dei media sociali o perché stava usando, che è una limitazione potenziale dello studio.

Tutto lo stesso, l'associazione è chiaro che la durata di uso sociale di media in questo gruppo d'età è collegata in qualche modo a deterioramento di qualità di sonno in un momento in cui è vitale nell'assicurazione dei buona salute.

Conclusioni

I ricercatori concludono che questa ricerca è sufficiente forte “fornisce prova rigorosa e significativa per informare la pratica e la polizza supportare il sonno adolescente sano e l'uso sociale di media.„ La ricerca futura è richiesta per costruire su questa che trova e per imparare più circa cui i media sociali offre all'adolescente, come gli adolescenti lo usano tipicamente, come le avvantaggia e come può nuocere loro e che contenuto si trasporta tipicamente sopra questi media.

Nel frattempo, dica i ricercatori, i genitori ed i responsabili della politica di salute pubblica come pure i quelli che si occupano della salubrità adolescente, dovrebbe lavorare alle pianificazioni ed alle direttive che aiuteranno questo gruppo d'età vulnerabile a capire meglio come possono “saldare le interazioni sociali online con un programma appropriato di sonno che permette il sonno sufficiente sulle notti di banco, con i vantaggi per salubrità e risultati educativi.„

Journal reference:

Social media use and adolescent sleep patterns: cross-sectional findings from the UK millennium cohort study. Holly Scott, Stephany M. Biello, and Heather Cleland Woods. BMJ Open http://dx.doi.org/10.1136/bmjopen-2019-031161. https://bmjopen.bmj.com/content/9/9/e031161

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2019, October 23). L'uso sociale di media di ulteriore ora di andare a letto di prova sta nocendo agli adolescenti. News-Medical. Retrieved on July 10, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20191023/Further-evidence-bedtime-social-media-use-is-harming-teenagers.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "L'uso sociale di media di ulteriore ora di andare a letto di prova sta nocendo agli adolescenti". News-Medical. 10 July 2020. <https://www.news-medical.net/news/20191023/Further-evidence-bedtime-social-media-use-is-harming-teenagers.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "L'uso sociale di media di ulteriore ora di andare a letto di prova sta nocendo agli adolescenti". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20191023/Further-evidence-bedtime-social-media-use-is-harming-teenagers.aspx. (accessed July 10, 2020).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2019. L'uso sociale di media di ulteriore ora di andare a letto di prova sta nocendo agli adolescenti. News-Medical, viewed 10 July 2020, https://www.news-medical.net/news/20191023/Further-evidence-bedtime-social-media-use-is-harming-teenagers.aspx.