Professore di Rutgers discute le vulnerabilità dei bambini agli antiparassitari e come diminuire l'esposizione

Gli studi indicano che l'esposizione agli antiparassitari - specificamente quelli che contengono chlorpyrifos, che attaccano il sistema nervoso di un insetto - può nuocere ad uno sviluppo fisico e mentale del bambino. I centri per l'indagine nazionale dell'esame del controllo di malattie e della salubrità e della nutrizione della prevenzione hanno individuato il chlorpyrifos in 96 per cento dei bambini hanno campionato in tutta la nazione, con quelle età 6 - 11 che hanno concentrazioni superiore agli adulti.

Nancy Fiedler, un professore al banco di Rutgers della salute pubblica ed al vice direttore delle scienze istituto di salute sul lavoro ed ambientali, che sta studiando come l'esposizione dell'antiparassitario pregiudica i feti in ogni acetonide della gravidanza, dice esattamente non si sa quando i bambini sono il più vulnerabile, ma che dice che non c'è domanda che la maggior parte dei bambini - anche coloro che vive fuori delle zone agricole dove gli antiparassitari sono polverizzati - sono al rischio.

Fiedler, che ricerca gli effetti dei neurotoxicants, compreso gli antiparassitari, sulla funzione del cervello umano e sullo sviluppo, discute come i bambini sono esposti e che genitori può fare per tenerli sicuri.

Chi è la maggior parte a rischio dell'esposizione a chlorpyrifos?

Fiedler: Lo sviluppo del cervello di un bambino è più vulnerabile in utero con prima infanzia. Tali bambini piccoli non hanno la stessa capacità di disintossicare i prodotti chimici degli adulti. Se una madre incinta ingerisce o inspira il prodotto chimico, può attraversare attraverso la placenta e pregiudicare il feto. Ciò è di interesse particolare per le donne incinte che lavorano nell'agricoltura e per i bambini che sono esposti ai residui chimici sugli alimenti che sono polverizzati, come le frutta e le verdure ed in acqua potabile.

Come può l'esposizione pregiudicare lo sviluppo?

Fiedler: Gli studi hanno indicato che i bambini hanno esposto a chlorpyrifos prima che la nascita fosse a rischio dei termini inerenti allo sviluppo, compreso basso peso alla nascita, lo sviluppo più basso di motore e mentale e ad intelligenza più bassa. Gli studi egualmente hanno indicato i rischi aumentati per disordine e autismo dell'iperattività di deficit di attenzione. Inoltre, questi rischi persistono nell'infanzia media, con conseguente abilità conoscitiva globale più bassa.

Le esposizioni a chlorpyrifos come pure ad altri antiparassitari dell'organofosfato è maggiori in paesi bassi e con reddito medio, quale la Tailandia, in cui corrente stiamo intraprendendo gli studi del gruppo della nascita. Questo studio contribuirà a fornire la maggior specificità circa le finestre potenziali della vulnerabilità durante la gravidanza e dell'impatto sul neurodevelopment. La misura iniziale dell'integrità neurale dell'infante alla nascita ed alle particelle elementari dell'attenzione e la memoria nell'infanzia contribuiranno a determinare come gli antiparassitari possono pregiudicare la traiettoria delle abilità neurodevelopmental state necessarie per la prestazione a scuola e di là.

Come possono i genitori diminuire l'esposizione dei bambini agli antiparassitari?

Fiedler: Per le donne incinte non è sicuro lavorare dove gli antiparassitari sono polverizzati. Gli appartamenti delle famiglie di cui e si dirige sono polverizzati possono cominciare chiedendo al gestore dell'edilizia riguardo alla società che usa, come è conceduto una licenza a e che prodotti sono polverizzati.

Anche se le società dicono potete registrare di nuovo la vostra casa alcune ore dopo l'applicazione, là siete prova concreta che i prodotti chimici sono ancora presenti. È meglio da aspettare almeno un giorno, se potete, prima della restituzione della casa. Le famiglie con i ragazzini dovrebbero mettere via o eliminare i punti che potrebbero toccare o mettere nella loro bocca, particolarmente animali farciti, che possono essere ricoperti dal prodotto chimico per i giorni. I tappeti, che possono raccogliere similarmente i prodotti chimici, dovrebbero essere eliminati se possibile.

I genitori dovrebbero lavare tutti i prodotti, compreso quelli con le pelli che non mangiate, completamente inzuppandolo in acqua poi che lo sfrega. Inoltre, lavi le vostre mani dopo frutta commovente con le interfacce spesse come le arance e le banane in modo da non contaminate i prodotti lavati dopo avere staccato.