Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La malattia della guerra del Golfo e la sindrome cronica di fatica sono due malattie molto distinte del cervello

La malattia della guerra del Golfo (GWI) e la sindrome cronica di fatica (CFS) dividono i sintomi di fatica rendente non valida, di dolore, della iperalgia sistematica (tenerezza), dell'emozione negativa, del sonno e della disfunzione conoscitiva che sono peggiorati dopo sforzo delicato (malessere di postexertional). Ora, i neuroscenziati al centro medico di Georgetown University hanno prova, derivata dagli studi del cervello umano, che GWI ed il CFS sono due disordini distinti che pregiudicano il cervello nei modi avversari.

I risultati, presentati in due studi riferiti alla riunione annuale della società per la neuroscienza (SFN) in Chicago, offrono una nuova prospettiva su neurotossicità e suggeriscono che i metodi efficacemente per diagnosticare e trattare questi disordini potrebbero essere messi a punto, dice l'autore senior degli studi, James Baraniuk, il MD, un professore di Georgetown di medicina.

GWI pregiudica i veterani della guerra del Golfo Persico 1990-1991 che sono stati esposti ad un ambiente tossico dei gas nervini, degli antiparassitari e di altre neurotossine, mentre l'eziologia di CFS è sconosciuta. I sintomi di sovrapposizione suggeriscono che possano dividere alcuni meccanismi comuni della malattia.

Baraniuk era primo per trovare i cambiamenti fisici unici nei cervelli dei pazienti con GWI e lui ed i suoi colleghi egualmente hanno trovato i cambiamenti in chimica del cervello fra GWI e CFS. “Questo lavoro recente ulteriore sottolinea che la sindrome di fatica e la malattia croniche della guerra del Golfo sono due molto reali e molto distinto, malattie del cervello,„ dice.

I due studi di SFN piombo dai ricercatori nel laboratorio di Baraniuk. Uno, essendo presentando dal neuroscenziato Stuart Washington, PhD, dettagli come le aree specifiche nel cervello sono influenzate dai disordini e le seconde, piombo dallo studente Haris Pepermintwala, ms, cattura un tuffo profondo in una di quelle aree, il tronco encefalico, per illustrare il grado a cui queste circostanze hanno effetti differenti.

Sindrome cronica di fatica/influenze mialgiche di encefalomielite fra 836.000 e 2,5 milione Americani, secondo un rapporto 2015 dall'accademia nazionale di medicina. La malattia della guerra del Golfo si è sviluppata in circa un terzo dei 697.000 veterani assegnati alla guerra del Golfo Persico 1990-1991. Baraniuk dice che durante la tempesta di deserto del funzionamento, questi veterani sono stati esposti alle combinazioni di gas nervini, di antiparassitari e di altri prodotti chimici tossici che possono avviare il dolore cronico ed i problemi conoscitivi e gastrointestinali.

Sia GWI che il CFS dividono le caratteristiche comuni: la disfunzione conoscitiva, dolore ed affatica soprattutto il seguente esercizio fisico. Per determinare come queste circostanze pregiudicano la funzione del cervello, i ricercatori hanno studiato prima l'attivazione di un neurone facendo uso della risonanza magnetica funzionale (fMRI) durante il compito conoscitivo un il giorno e un giorno dopo le prove di sforzo di esercizio della bicicletta nei loro gruppi differenti: 38 pazienti di CFS, 80 pazienti di GWI e un gruppo di controllo di 23 volontari sedentari in buona salute. L'attivazione del cervello durante il compito di memoria di lavoro è stata confrontata fra gli studi di post-esercizio e pre- del fMRI e fra i gruppi di GWI e di CFS.

Prima dell'esercizio, l'attivazione del cervello era simile fra i gruppi. Tuttavia, dopo che l'esercizio il gruppo di CFS indicato significativamente ha aumentato l'attivazione del mesemcefalo, mentre GWI ha avuto l'effetto opposto, con l'attivazione in diminuzione in questa regione vitale della rete del risveglio. Il CFS egualmente aveva aumentato l'attivazione nell'isola. Al contrario, GWI, ma non il CFS, ha avuto una diminuzione nell'attivazione del cervelletto dopo l'esercizio. I risultati indicano che le regioni specifiche del cervello hanno agito nei modi avversari, rappresentando una differenziazione fra GWI e CFS.

Mentre questi settori sono interessati nella percezione di dolore, fra le loro molte altre mansioni, “questo non significa più o meno attività direttamente è collegata con dolore,„ dice Washington. “Che cosa mostra è che le due circostanze sono distinte l'uno dall'altro e comprendere meccanismi cellulari/molecolari differenti.„

Il secondo studio, piombo da Pepermintwala, osservato più molto attentamente le regioni specifiche all'interno del tronco encefalico e confermato che il CFS aveva aumentato significativamente l'attivazione durante il compito conoscitivo dopo le provocazioni di esercizio, mentre GWI aveva diminuito significativamente l'attivazione.

Queste regioni sono comprese nelle funzioni vitali per le valutazioni istantanee delle minacce, decisioni della predatore-preda, risveglio, modulazione di dolore cronico, sonno ed altre funzioni neurobehavioral, Pepermintwala dice. Ma dopo l'esercizio, il gruppo di CFS aveva aumentato significativamente l'attività nella maggior parte delle regioni valutate, mentre i pazienti di GWI con esperienza significativamente hanno fatto diminuire l'attivazione.

I risultati supportano l'altra ricerca, condotta post mortem in veterani con PTSD, suggerente che il tronco encefalico in questi veterani possa avere anomalie fisiche, quale una perdita di neuroni.

Pepermintwala dice:

Il mesemcefalo è influenzato dall'esercizio e dalle sfide conoscitive, ma il CFS e GWI reagiscono nei modi opposti, indicanti che sono relativi, ma distintamente nei disordini differenti.„