La terapia di Metacognitive diminuisce significativamente il rischio di ricaduta

La depressione è uno dei disturbi mentali più comuni universalmente. Pregiudica sia le persone che la società complessivamente, sotto forma di produttività persa del lavoro, l'alti mortalità e di qualità inferiore di vita.

Purtroppo, è tipica per i pazienti con la depressione avvertire le ricadute. I risultati della ricerca indicano che uno e mezzo anni dopo la conclusione del trattamento, solo circa 30 per cento dei pazienti sono ancora in buona salute.

Fortunatamente, c'è speranza. Uno studio recente indica che la terapia metacognitive diminuisce significativamente il rischio di ricaduta.

“Abbiamo trovato quello circa 67 - 73 per cento dei pazienti, secondo come lo misurate, ancora siamo stati classificati recuperato un anno dopo la conclusione del trattamento. Ciò è buone notizie,„ dice il professor Odin Hjemdal all'università norvegese di instituto di scienza e tecnologia (NTNU) della psicologia. Hjemdal è egualmente capo del centro dell'elasticità dell'università.

Hjemdal ha collaborato con Stian Solem, Roger Hagen, Leif Edward Ottesen Kennair, Hans M. Nordahl ed Adrian Wells su un articolo recente nelle frontiere del giornale in psicologia.

I ricercatori hanno riferito che i partecipanti allo studio hanno avuti un più a tariffa ridotta della ricaduta che che cosa è trovato con altri metodi di trattamento.

La terapia semplicemente messa e metacognitive comprende insegnare ai pazienti a non rispondere ai pensieri perseverative, che significa l'apprendimento mettere a fuoco non continuamente sui pensieri negativi.

Quando un paziente comincia a ruminare su un pensiero negativo, il paziente è insegnato a che possono operare una scelta se pensare al pensiero negativo o registrare appena che il pensiero sia là e movimento sopra. Diventare coscienti di che cosa accade quando cominciano ruminare, i pazienti imparano riconoscere quando sta accadendo e poi scegliere altre alternative.

Il metodo non è circa analizzare le preoccupazioni di un paziente. Il blocco dei pensieri fiacca l'energia e non risolve niente. I pazienti devono lasciare le preoccupazioni sorgere, ma si preparano per diventare un osservatore passivo, incontrare i loro pensieri con l'attenzione più distaccata. Praticano vedere i loro pensieri come appena pensieri e non come riflesso della realtà.

La maggior parte di noi hanno pensieri negativi, pensiamo che non siamo abbastanza buoni o non compiamo a che cosa vogliamo. Ma soltanto poca gente ottiene deprimente clinicamente, perché la maggior parte di noi possono mettere da parte i nostri pensieri di ripetizione, piuttosto che rimanendo incastrata in loro.

Che cosa perpetua la depressione è che rimanete incastrato in un reticolo di pensiero e ruminate la cosa circa lo stesso ripetutamente.

Odin Hjemdal all'università norvegese di instituto di scienza e tecnologia (NTNU) di psicologia

I pazienti che hanno partecipato allo studio hanno ricevuto dieci sessioni della terapia metacognitive.

Dopo sei mesi, 77 per cento di loro avevano recuperato completamente dalla loro diagnosi della depressione. Fra 67 e 73 per cento era l'un anno ancora sano che segue il trattamento, secondo le risposte di questionario pazienti. I pazienti restanti avevano veduto un miglioramento, mentre per circa 15 per cento la loro depressione è rimanere identicamente.

L'ansia e la depressione sono collegate spesso e le manifestazioni di studio una profonda riduzione di entrambi.

“La terapia di Metacognitive può lavorare meglio di altre terapie da diminuire pensare i trattamenti quali ruminazione, la preoccupazione e le strategie facenti fronte inadeguate,„ dice Hjemdal. “Ma ci sono ancora più che dobbiamo sapere.„

Finora, il farmaco o la terapia comportamentistica conoscitiva (CBT) è stata gli approcci più comuni per il trattamento la depressione e dell'ansia. Il CBT comprende avere sonda dei pazienti i loro pensieri e le analizza.

Hjemdal pensa che molti pazienti lo trovino difficile rivisitare gli episodi depressivi più iniziali. La sua impressione è che la terapia metacognitive è un modulo meno esigente del trattamento.

“Il feedback dai pazienti è che alcuni di loro molto sono soddisfatti e molti hanno avvertito gli effetti positivi molto rapidi.

Il ricercatore ammette che è sorpreso tramite i risultati di nuovo studio.

“Siamo poco sorpresa, ma siamo realmente felici che ha risultato questo modo. A noi, sembra che quando i pazienti incrinano il codice e riescono a cambiare i loro stili e reticoli di pensiero, restino in buona salute,„ lui ha detto.

Ma molta ricerca ancora rimane, particolarmente sugli effetti a lungo termine del trattamento. Hjemdal pensa che sia dispari che meno moneta è spesa sulla ricerca di salute mentale che le malattie fisiche, anche se i costi sociali della depressione sono della stessa grandezza.

“Come società, potremmo risparmiare molta moneta e la gente di riserva molta sofferenza personale, se forniamo il trattamento metacognitive di terapia per aiutare le persone con la depressione,„ dice Hjemdal.

Source:
Journal reference:

Hjemdal, O. et al. (2019) A Randomized Controlled Trial of Metacognitive Therapy for Depression: Analysis of 1-Year Follow-Up. Frontiers in Psychology. doi.org/10.3389/fpsyg.2019.01842