Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Meccanismi molecolari in questione nelle interazioni di Pixantrone con il DNA del cancro scoperto

A causa degli effetti collaterali nocivi della chemioterapia e della resistenza aumentante alle droghe trovate in molte cellule tumorali, per i ricercatori è critico cercare continuamente i nuovi modi aggiornare i trattamenti del cancro correnti. Recentemente, una droga nominata Pixantrone (PIX) è stata sviluppata, che è molto offensivo al cuore che precedente, composti meno avanzati. PIX ora è usato per trattare i cancri compreso linfoma non-Hodgkin e la leucemia, ma una conoscenza dettagliata dei trattamenti che molecolari usa per distruggere le cellule tumorali sta mancando di finora. In un nuovo studio pubblicato in EPJ E, Marcio Rocha ed i colleghi all'università federale di Viçosa nel Brasile hanno scoperto i meccanismi molecolari coinvolgere nelle interazioni di PIX con il DNA del cancro in dettaglio preciso. Hanno trovato che la droga prima si forza fra i fili di doppia elica della molecola del DNA, prising a parte; poi comprime le strutture parzialmente neutralizzando le loro spine dorsali del fosfato.

La scoperta del gruppo ha potuto presto piombo a ancor più droghe di cancro avanzate, con i confronti con i meccanismi usati da PIX a quelli del suo predecessore, Mitoxantrone. Identificando che di questi trattamenti distruggono il DNA del cancro il più efficacemente, i ricercatori potrebbero sviluppare ulteriori droghe che sono ancora migliori ad eliminare la malattia, mentre effetti collaterali di minimizzazione. Rocha ed i colleghi hanno rivelato la caratteristica di PIX che prising ed i meccanismi restringenti in primo luogo studiando come i cambiamenti nei beni meccanici dei complessi combinati di DNA-PIX si riferiscono alla concentrazione della droga. Poi hanno usato i modelli statistici per determinare i parametri delle forze vincolanti fra le due strutture.

I ricercatori hanno misurato questi beni intrappolando le molecole del DNA e di PIX con i raggi laser altamente messi a fuoco, permettendoli di sondare le loro forze vincolanti all'interno di due soluzioni di differente-resistenza. Come la necessità di aggiornare i nostri approcci correnti ai trattamenti del cancro diventa sempre più evidente, le comprensioni riunite dal gruppo di Rocha potrebbe presto piombo agli avanzamenti importanti verso le droghe più specializzate.

Source:
Journal reference:

Lima, C. H. M. et al. (2019) Pixantrone anticancer drug as a DNA ligand: Depicting the mechanism of action at single molecule level. The European Physical Journal E. doi.org/10.1140/epje/i2019-11895-6