Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli agenti antinfiammatori possono, efficacemente diminuire sicuro i sintomi della depressione principale

Gli agenti antinfiammatori, quali l'aspirina/il paracetamolo, statins ed antibiotici, possono sicuro e efficacemente porre freno i sintomi della depressione principale, trova un'analisi riunita della prova disponibile, pubblicata online nel giornale di neurochirurgia & della psichiatria della neurologia.

E gli effetti sono ancora più forti quando questi agenti sono aggiunti al trattamento standard dell'antideprimente, i risultati mostrano.

Intorno ad un terzo della gente che è depressa clinicamente non reagiscono bene alla droga corrente e le terapie di conversazione e la droga che gli effetti secondari sono relativamente comuni.

Un organismo emergente di prova suggerisce che l'infiammazione contribuisca allo sviluppo della depressione principale, ma i risultati dei test clinici facendo uso di vari agenti antinfiammatori per trattare la circostanza hanno provato inconcludente.

I ricercatori quindi precisano per esaminare la prova disponibile e per riunire i dati per vedere se gli agenti antinfiammatori funzionano il trattamento meglio fittizio (del placebo) da solo o una volta usati come terapia aggiunta al trattamento standard dell'antideprimente.

Agenti antinfiammatori inclusi: anti-infiammatori non steroidei (NSAIDs); Omega 3 acidi grassi; droghe che pongono freno la produzione dei prodotti chimici infiammatori (inibitori di citochina); statins; steroidi; antibiotici (minocyclines); una droga usata per trattare i disordini di sonno (modafinil); e cisteina dell'N-acetile, conosciuta come NAC ed usata per allentare la flemma in eccesso di fibrosi cistica e di COPD ed anche catturata come supplemento antiossidante.

I ricercatori hanno pescato a strascico i database della ricerca per trovare gli studi adatti pubblicati fino al gennaio 2019. Hanno trovato 30 prove controllate ripartite con scelta casuale pertinenti, comprendenti 1610 persone, che hanno riferito i cambiamenti nei disgaggi della depressione. Hanno riunito i dati da 26 di questi studi.

L'analisi di dati riunita ha suggerito che gli agenti antinfiammatori fossero migliori del placebo ed hanno migliorato gli effetti del trattamento standard dell'antideprimente.

Questi agenti erano 52% più efficaci nella diminuzione la severità, il camice e del 79% di sintomo più efficace nell'eliminazione dei sintomi che il placebo, come misurato entro una caduta media nei disgaggi della depressione di 55.

L'analisi più dettagliata ha indicato che NSAIDs, Omega 3 acidi grassi, statins e minocyclines era il più efficace a diminuire i sintomi depressivi importanti rispetto a placebo.

E gli effetti erano ancora maggiori quando uno o altro di questi agenti si è aggiunto al trattamento standard dell'antideprimente.

Ma gli anti agenti infiammatori non sono sembrato migliorare la qualità di vita, sebbene questa potrebbe essere a causa di piccolo numero degli studi che hanno esaminato questo aspetto, dicono i ricercatori.

Non ci erano effetti secondari importanti evidenti, sebbene ci fossero alcuni sintomi dell'intestino fra quelli che catturano gli statins e NACs e le prove hanno durato le soltanto 4 - 12 settimane, in modo da non era possibile tenere la carreggiata gli effetti secondari a media o a lunga scadenza.

I ricercatori egualmente precisano che non tutti gli studi hanno tenuto la carreggiata i cambiamenti nei punteggi della depressione durante l'intero periodo di studio. I disgaggi della depressione utilizzati negli studi hanno differito e quelli che comprendono gli statins e i minocyclines hanno incluso soltanto un piccolo numero di pazienti.

Tuttavia, concludono:

I risultati di questo esame sistematico indicano che gli agenti antinfiammatori svolgono un ruolo dell'antideprimente in pazienti con disordine depressivo principale e sono ragionevolmente sicuri.„

Source:
Journal reference:

Bai, S., et al. (2019) Efficacy and safety of anti-inflammatory agents for the treatment of major depressive disorder: a systematic review and meta-analysis of randomised controlled trials. Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry. doi.org/10.1136/jnnp-2019-320912.