Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La biopsia liquida può predire la prognosi in pazienti con il glioblastoma

Un'analisi del sangue che misura la quantità di DNA senza cellula (cfDNA) nella circolazione sanguigna - ha chiamato una biopsia liquida - componenti con come i pazienti progrediranno dopo che sono diagnosticati con il glioblastoma (GBM), il tumore cerebrale primario più micidiale e più comune in adulti. In un nuovo studio, i ricercatori dal centro del Cancro di Abramson dell'università della Pennsylvania sono i primi per indicare che i pazienti con un'più alta concentrazione di cfDNA - DNA di circolazione che il cancro ed altre celle spargono nel sangue - hanno una più breve sopravvivenza senza progressione che i pazienti con meno cfDNA e di cui il cfDNA chioda in pazienti ai tempi o appena prima la loro malattia progredisce.

Il gruppo egualmente ha paragonato parallelamente l'ordinamento genetico delle biopsie solide del tessuto in GBM alle biopsie liquide ed ha trovato che mentre entrambe le biopsie hanno individuato le mutazioni genetiche in più della metà dei pazienti, nessuno di quelle mutazioni si sovrapponevano, significare la biopsia liquida può fornire informazioni complementari sul trucco molecolare o genetico di ogni tumore. La ricerca sul cancro clinica, un giornale dell'Associazione per la ricerca sul cancro americana, ha pubblicato oggi i risultati.

Medici hanno cominciato a usando le biopsie del liquido più frequentemente per riflettere negli ultimi anni determinati cancri - specialmente cancro polmonare - mentre la ricerca ha indicato la loro efficacia in altri siti di malattia. Ma finora, c'è stato poco fuoco sull'utilità clinica della biopsia liquida in tumori cerebrali.„

Erica L. Carpenter, MBA, PhD, l'autore dello studio e Direttore senior del laboratorio liquido di biopsia e un assistente universitario di ricerca di medicina a Penn

I risultati possono finalmente provare impactful per i pazienti di GBM. La malattia è particolarmente aggressiva e mentre la maggior parte dei preventivi mostrano ci sono ogni anno intorno 11.000 nuovi casi, il tasso di sopravvivenza quinquennale è fra cinque e 10 per cento. Una delle sfide nel trattamento del GBM è che riflettere la rappresentazione può essere un modo inesatto individuare la progressione di malattia. Inoltre, i tumori stessi sono solitamente eterogenei - significato che le parti differenti del tumore contengono le mutazioni genetiche differenti - che significa che i trattamenti messi a fuoco su soltanto un obiettivo sono inefficaci o soltanto parzialmente efficaci. Un altro problema è che provare a tenere la carreggiata queste mutazioni col passare del tempo può essere difficile, dall'ottenere un nuovo campione di tessuto richiede una neurochirurgia di ripetizione. Mentre la maggior parte dei pazienti fanno i loro eliminare chirurgicamente tumori dopo la diagnosi iniziale, le procedure supplementari per riflettere la loro malattia nel corso del trattamento possono essere difficili e sono dilaganti per i pazienti. Queste emissioni sono da particolarmente difficili in pazienti che avvertono una ricorrenza, quando GBM ritorna, spesso ritorna con un trucco genetico notevolmente differente.

“Se i nostri risultati sono convalidati da ulteriori studi, significherebbe che questi pazienti possono potere ottenere un'analisi del sangue semplice di cui ci avrebbe dato una valutazione più accurata che la rappresentazione se la loro malattia ha progredito o non come pure più dati sulle mutazioni nei loro tumori,„ ha detto l'autore principale Stephen J. Bagley, il MD, MSCE, un assistente universitario dello studio dell'Ematologia-Oncologia a scuola di medicina del Perelman di Penn.

Questo studio ha incluso 42 pazienti con GBM recentemente diagnosticato. Hanno avuti analisi del sangue alla diagnosi, prima di chirurgia e ad intervalli regolari in tutto il loro livello della chemioterapia e della radiazione di cura. I 28 pazienti con una concentrazione più bassa di pre-chirurgia del cfDNA - definita come cfDNA che era sotto la media del gruppo totale - hanno fatti la sopravvivenza libera quasi doppia di progressione rispetto (mediana 9,5 mesi) ai 14 pazienti con le più alte concentrazioni (mediana 4,9 mesi). In un'sotto-analisi di 20 pazienti, la biopsia liquida ha individuato almeno una mutazione in 11 paziente e tutte quelle mutazioni erano differenti che che cosa è stato individuato nell'analisi della biopsia solida del tumore di ogni paziente.

Gli autori dicono che la rilevazione delle mutazioni supplementari è particolarmente emozionante, poiché l'efficace terapia per GBM infine richiederà le terapie di combinazione dovuto l'eterogeneità del tumore.

“Se la biopsia liquida può darci un parere più completo del profilo molecolare del tumore, possiamo potenzialmente selezionare le combinazioni più efficaci per ogni paziente,„ Bagley ha detto.

Gli autori dicono che questo lavoro è ipotesi-generante del pratica-cambiando a questo punto poiché il gruppo dei pazienti è relativamente piccolo. Tuttavia, hanno continuato ad iscrivere i pazienti e la pianificazione per eseguire una più grande analisi in futuro. Egualmente pianificazione eseguire il DNA del tumore che ordina sui campioni differenti multipli dei tumori resecati di ogni paziente per imparare circa il profilo molecolare completo di ciascuno.