Gli scienziati sono sovvenzionato $1,6 milioni per studiare l'impatto dell'esposizione del ftalato su fertilità maschio

Un gruppo inter-disciplinare degli scienziati, piombo dall'università di epigeneticist ambientale Richard Pilsner di Massachusetts Amherst, userà un triennale, la concessione $1,6 milioni dall'istituto nazionale delle scienze di salute ambientale (NIEHS) per ampliare la ricerca sull'impatto dell'esposizione del ftalato su fertilità maschio.

La concessione triennale fa parte dell'iniziativa di NIEHS conosciuta come ViCTER (consorzio virtuale per ricerca ambientale di traduzione/transdisciplinare). Il programma mira a stimolare le associazioni non convenzionali fra gli scienziati di salute ambientale in uno sforzo per accelerare le innovazioni nella ricerca.

I co-ricercatori del nuovo premio sono biologi riproduttivi Pablo Visconti, un professore di UMass Amherst delle zootecnica veterinarie ed e Sara Kimmins, professore associato e presidenza della ricerca del Canada in Epigenetics, nella riproduzione e nello sviluppo alla McGill University a Montreal.

I ftalati sono prodotti chimici d'interruzione onnipresenti trovati in plastica e nei prodotti di cura personale, quali il deodorante e la crema da barba. Virtualmente tutta la gente negli Stati Uniti ha certo livello di esposizione del ftalato.

Ciò è a metà dell'equazione che in gran parte è stata trascurata.

C'è stato un'enfasi eccessiva sulla salute riproduttiva femminile e sull'esposizione ambientale, pricipalmente perché le donne gestating il bambino per nove mesi. Ma l'esposizione maschio è stata indicata al tempo della coppia di aumento alla gravidanza indipendentemente dall'esposizione femminile del ftalato.

Pilsner, professore associato della salute ambientale nel banco della salute pubblica e delle scienze di salubrità

La nuova concessione amplia la ricerca in corso del laboratorio di Pilsner, sia nei modelli dei mouse che dell'essere umano, nell'influenza dell'esposizione del ftalato sul epigenetics dello sperma e sullo sviluppo dell'embrione, che è supportato altre da due concessioni di NIEHS che ammontano a $5 milioni. Il epigenome rappresenta le modifiche chimiche alle proteine dell'istone e del DNA che pregiudicano l'espressione genica e possono essere passate sopra alla prole ma non cambia la sequenza del DNA.

“Potremo esaminare tutti e tre i meccanismi epigenetici - metilazione del DNA, modifiche dell'istone e piccolo regolamento noncoding del RNA - per costruire una carta stradale, o profilo epigenetico, di come i ftalati stanno influenzando il epigenetics dello sperma e successivamente stanno influenzando il successo riproduttivo,„ Pilsner dice.

I ricercatori useranno i campioni dallo sperma in corso studio ambientale dello sviluppo e di Epigenetics di Pilsner (SEME), una collaborazione con la clinica della fertilizzazione in vitro del centro medico (IVF) di Baystate. SEMINI i punti di informazioni ai ftalati anti-androgeni specifici che sono associati con metilazione del DNA dello sperma e qualità diminuita dell'embrione.

Ogni ricercatore metterà a fuoco su uno di tre obiettivi che sono “interdipendenti e sinergici.„ Pilsner esaminerà gli effetti dell'esposizione del ftalato su piccolo RNA noncoding nelle vescicole extracellulari (EVs) di plasma seminale. EVs è componenti minuscole secernute dalle celle. Contengono il RNA e le proteine che sono trasferite ad altre celle, permettendo la comunicazione della cella--cella.

“È stato indicato che il piccolo RNA noncoding è molto importante per lo sviluppo iniziale di vita ed ottenere l'embrione fino alla velocità,„ Pilsner dice. “Esaminerò come l'esposizione del ftalato potrebbe modificare il RNA nel EVs e come quel pregiudica lo sviluppo dell'embrione.„

Kimmins, un esperto principale nella cromatina dello sperma, esaminerà la metilazione dell'istone in sperma. Posizionerà dove i livelli dell'istone sono alterati nel genoma dei mouse e degli uomini e collegare i risultati a qualità dell'embrione e del seme, tra altri risultati. “Già abbiamo determinato che le impronte dell'istone in sperma sono rispondenti ad ambientale paterno, quale la dieta ed aspettiamo con impazienza di determinare come rispondono a ftalato e se sono connesse a fertilità,„ lei diciamo.

Il laboratorio di Visconti metterà a fuoco sull'impatto dell'esposizione adulta del mouse ai ftalati DEHP e DBP e la loro miscela su abilità dello sperma, o i cambiamenti fisiologici che devono accadere affinchè lo sperma penetrino e per fertilizzare un uovo e lo sviluppo successivo dell'embrione. “Come componente di questa ricerca inter-disciplinare, usando un modello in corso del mouse dell'esposizione del ftalato di preconcetto, costruiremo sopra i risultati recenti del Dott. Pilsner che mostrano che il preconcetto le esposizioni anti-androgene paterne del ftalato è associato con qualità diminuita del blastocyst in esseri umani che subiscono IVF,„ Visconti spieghiamo.

Il gruppo di ricerca conclude, “catturato insieme, il nostro consorzio di ViCTER fornirà una prospettiva paterna sulla salute riproduttiva identificando le impronte epigenetiche connesse con le esposizioni del ftalato, la funzione alterata dello sperma ed i risultati clinici - con il risultato overarching per fornire il migliori consiglio e/o sistemi diagnostici di preconcetto per le coppie.„