I ricevitori GLP-1 hanno potuto servire da obiettivi affinchè i farmaci novelli trattino il disordine di uso dell'opioide

Le morti di disordine e della dose eccessiva di uso dell'opioide sono una crisi di salute pubblica importante negli Stati Uniti. Mentre i trattamenti farmaco-assistiti per disordine di uso dell'opioide esistono, questi trattamenti rimangono insufficienti per molti pazienti, con conseguente tasso alto di ricaduta dopo disintossicazione.

Un nuovo studio dal banco dell'università della Pennsylvania di professione d'infermiera (professione d'infermiera di Penn) mostra la prima prova che supporta un ruolo per gli agonisti del tipo di glucagone del ricevitore peptide-1 (GLP-1) nelle risposte di rinforzo e dell'analgesico dell'opioide. Facendo uso dei modelli recentemente stabiliti di opioide-cattura e dei comportamenti alla ricerca di in ratti, i ricercatori hanno indicato che l'amministrazione sistematica dell'agonista exendin-4 del ricevitore GLP-1 diminuisse l'auto-amministrazione di oxycodone e la reintegrazione di comportamento alla ricerca di oxycodone, un modello animale della ricaduta.

Collettivamente, questi risultati evidenziano un ruolo novello per i ricevitori GLP-1 nei comportamenti mediati opioide e suggeriscono che i ricevitori centrali GLP-1 potrebbero servire da obiettivi per i farmaci novelli puntati su trattando il disordine di uso dell'opioide senza pregiudicare dalle le risposte analgesiche indotte da opioide.„

Yafang Zhang, collega post-dottorato a professione d'infermiera di Penn ed al principale inquirente dello studio

Lo studio, “attivazione dei ricevitori GLP-1 attenua Oxycodone che cattura e cercare senza compromettere gli effetti di Antinociceptive di Oxycodone in ratti„ è stata pubblicata in neuropsicofarmacologia del giornale.

I co-author dell'articolo includono Michelle W. Kahng, Jaclynn A. Elkind e la vanessa R. Weir, tutta la professione d'infermiera di Penn; e Nicole S. Hernandez e Lauren M. Stein, entrambi la scuola di medicina di Perelman dell'università della Pennsylvania. La brughiera senior D. Schmidt, PhD dell'autore, è un professore associato di professione d'infermiera nel ministero della professione d'infermiera di Penn della sanità Biobehavioral e un professore associato della psichiatria a scuola di medicina del Perelman di Penn.