Probiotics ha potuto potenzialmente evitare l'infestazione batterica comune dell'alveare

Probiotics, microrganismi utili più noti per la promozione della salubrità dell'intestino in esseri umani, ora sta usando dagli scienziati occidentali dell'istituto di ricerca di salubrità di Lawson e dell'università per salvare le colonie di api del miele dal crollo. Un nuovo studio pubblicato nel giornale ISME J della natura dimostra come il probiotics potrebbe potenzialmente evitare un'infestazione batterica comune dell'alveare chiamata American Foulbrood.

Probiotics non è appena per gli esseri umani. La nostra idea era che se poteste usare i microbi utili per stimolare la risposta immunitaria o per attaccare gli agenti patogeni che stanno infettando gli alveari, quindi forse possiamo contribuire a salvare gli api.„

Gregor Reid, PhD, il professor alla scuola di medicina occidentale & all'odontoiatria di Schulich e presidenza dotata in essere umano Microbiome e Probiotics a Lawson

Gli api del miele sono una parte importante del paesaggio culturale ed economico nel Canada e globalmente a causa del loro ruolo nella produzione alimentare sia con impollinazione dei ventrigli che con produzione del miele. Tuttavia, la popolazione dell'ape del mondo sta minaccianda dalla diffusione dei virus e dei batteri che infettano gli alveari.

Il lavoro precedente del gruppo in un modello della frutta-mosca ha suggerito che l'ampio-uso degli antiparassitari diminuisse l'immunità e la loro capacità degli api combattere indietro contro questi agenti patogeni nocivi.

Con quello in mente, un gruppo di ricercatori ad occidentale e Lawson hanno combinato la loro competenza nella biologia dell'ape e di probiotics per completare l'alimento dell'ape del miele con il probiotics, nel modulo un BioPatty, in loro arnie sperimentali. Lo scopo era di vedere che cosa effettuare il probiotics avrebbe avuta su salubrità dell'ape del miele.

Il video dei ricercatori che spiegano il loro lavoro può essere trovato qui: https://youtu.be/a9_EV3H36lA

Durante il loro esperimento, gli alveari sono stato infettati involontariamente con l'americano Foulbrood, una malattia comune dell'alveare prodotta dalle larve dei batteri P., che avrebbero indotto tipicamente gli api a morire.

“Le colonie di api sono piccoli microcosmi realmente interessanti di biologia. Ci sono lotti degli api delle persone, ma sono tutto il geneticamente relativo e stanno vivendo in uno spazio limitato vicino,„ ha detto Graham Thompson, il PhD, professore associato nella facoltà di scienza ad occidentale chi studia la biologia ed il comportamento sociale degli api. “Sono tutte molto suscettibili della malattia contagiosa e demografico sono disposti agli scoppi.„

Che cosa hanno trovato era quello negli alveari trattati con il probiotics, il caricamento dell'agente patogeno è stato diminuito da 99 per cento e dal tasso di sopravvivenza degli api aumentati significativamente. Quando hanno esaminato gli api in laboratorio, egualmente hanno trovato che c'era immunità aumentata contro i batteri che l'americano Foulbrood di cause negli api ha trattato con il probiotics.

“I risultati dal nostro studio hanno dimostrato che il completamento probiotico potrebbe aumentare l'espressione di un gene chiamato Defensin-1 - un peptide antimicrobico chiave indicato per svolgere un ruolo fondamentale nella difesa dell'ape del miele contro l'infezione delle larve del P.,„ ha detto la medicina di Schulich & il candidato Brendan Daisley di PhD dell'odontoiatria che era l'autore principale sul documento. “Accanto a questi risultati, egualmente abbiamo osservato un aumento nella distanza dell'agente patogeno e nella sopravvivenza globale delle larve dell'ape del miele.„

Un'altra osservazione interessante era che gli api che sono stati dati il BioPatty, ma non il probiotico, erano il più suscettibile, ancor più che gli api che non sono stati dati niente. Il gruppo di ricerca dice questo suggerisce che ci possa essere un risultato negativo al comune pratichi di complemento delle colonie di api con l'alimento extra poichè potrebbe stimolare gli agenti patogeni proliferare.

“Lungo termine che speriamo di aggiungere un possibile, pratico ed alternativa disponibile di trattamento ai prodotti chimici ed agli antibiotici che gli apicoltori possono adottare prontamente nelle loro abitudini di apicoltura per contribuire ad impedire il crollo della colonia,„ ha detto Thompson.

Con il finanziamento da NSERC, OMAFRA e le fondamenta di Weston, il gruppo corrente sta provando il BioPatties in alveari nella California in cui l'industria miliardaria della mandorla di provenienza dalla zona del dollaro conta sugli api del miele e sui tetti a Detroit del centro.

Source:
Journal reference:

Daisley, B.A., et al. (2019) Novel probiotic approach to counter Paenibacillus larvae infection in honey bees. The ISME Journal. doi.org/10.1038/s41396-019-0541-6.