L'addestramento di camminata di intervallo può aumentare la forma fisica globale e fare diminuire la malattia collegata allo stile di vita

Nel Giappone, le gente salubrità consapevoli sono state conosciute per trasportare i pedometri per tenere la carreggiata il numero dei punti che camminano di ogni giorno. Il numero dell'obiettivo: 10.000 punti, come base per uno stile di vita sano. I camminatori coscienziosi possono ora aggiornare la loro unità da un pedometro ad uno smartphone e dimenticare circa i punti di diecimila con l'ultimo studio dal Dott. Shizue Masuki dell'università di Shinshu che ha trovato un modo efficace di aumentare la forma fisica globale e di fare diminuire la malattia collegata allo stile di vita (lsd) con addestramento di camminata di intervallo (IWT). Non è quanto camminate, ma quanto intensamente agite in tal modo affinchè un lasso di tempo minimo otteniate i risultati positivi. Ciò che trova può essere notizie benvenute per coloro che vuole salvare il tempo ed ottenere il la maggior parte dal loro allenamento.

L'addestramento di camminata di intervallo è il metodo di camminata a 70% della capacità massima del camminatore per 3 minuti, poi a 40% della loro capacità per i 3 minuti prossimi. Ciò è continuata per 5 o più colloca. Il Dott. Masuki ha studiato un gruppo di 679 partecipanti con un'età media di 65 nel corso di 5 mesi. Ogni dati di due settimane sono stati raccolti dai partecipanti ad un ufficio della comunità locale e via Internet tramite lo strumento di misura di dati (accelerometro a tre assi). L'accelerometro a tre assi è un'unità che ha sonato per lasciare il camminatore sapere quando erano almeno 70% della loro capacità aerobica di punta (VOpeak2) ed a 3 minuti da passare. Ha registrato i loro dati di camminata al " server " centrale al centro amministrativo per l'analisi automatica.

VOpeak2 è la quantità (volume) di ossigeno (o) che2 l'organismo può usare durante l'attività fisica. È i millilitri di ossigeno usati dal chilogrammo di peso corporeo al minuto. È determinato misurando la concentrazione di ossigeno e di anidride carbonica nel respiro dei partecipanti. Quando il numero2 di Vo raggiunge una figura ed i plateau durante l'esercizio intenso, quella è la quantità massima di ossigeno che la persona può utilizzare ed è un indicatore di forma fisica. Più alto il numero, il più possono usare e più intensamente possono esercitare il loro organismo. Gli atleti di resistenza quali i ciclisti possono avere VOpeak2 negli anni 70.

Il Dott. Masuki ha trovato che il suo metodo ha superato la raccomandazione dell'associazione americana del cuore che per raggiungere la capacità di punta 75 dell'ossigeno minuto una settimana dell'allenamento ad alta intensità è necessario per miglioramento. I partecipanti allo studio del Dott. Masuki hanno avuti miglioramenti significativi nella loro capacità aerobica (VOpeak2), con 50 minuti di IWT un la settimana. I miglioramenti al loro VOpeak2 plateaued superiore a 50 minuti un la settimana.

Con lo studio pubblicato negli atti della clinica di Mayo, i partecipanti del Dott. Masuki hanno raggiunto un aumento di 14% in VOpeak2 e una diminuzione di 17% nella malattia collegata allo stile di vita (lsd) con IWT. Questo metodo è altamente desiderabile dovuto una facilità di manutenzione. Molti partecipanti sono rimanere altamente motivati ed hanno andato oltre il loro regime prescritto e non richiede la strumentazione costosa per amministrare.

Il Dott. Masuki ha sviluppato un app per aiutare con il IWT con la ditta di PR, Gram3.

Il Dott. Masuki è stato intervistato dalla televisione dello sbc per quanto riguarda la sua ricerca. https://www.shinshu-u.ac.jp/guidance/media/movie/2019/10/22019.html

Ché grande modo fare diminuire i costi di sanità degli anziani con le attività di addestramento semplici e gratis con una motivazione app.

Source:
Journal reference:

Masuki, S., et al. (2019) High-Intensity Walking Time Is a Key Determinant to Increase Physical Fitness and Improve Health Outcomes After Interval Walking Training in Middle-Aged and Older People. Mayo Clinic Proceedings. doi.org/10.1016/j.mayocp.2019.04.039.