Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio identifica parecchie droghe con potenziale di impedire i tentativi di suicidio

Un esame di 922 farmaci di prescrizione catturati da quasi 150 milione di persone sugli anni 11 indica che appena 10 di queste droghe sono stati associati con una tariffa aumentata dei tentativi di suicidio. Quarantaquattro droghe sono state collegate ad una diminuzione nei tentativi di suicidio, compreso molti che portassero “un contrassegno della scatola nera„ dall'avvertimento di Food and Drug Administration della loro associazione con comportamento suicida.

Lo studio, pubblicato nell'esame di scienza di dati di Harvard, identifica parecchie droghe con il potenziale di impedire i tentativi di suicidio che corrente non sono usati per quello scopo, compreso acido folico, una vitamina semplice prescritta spesso alle donne incinte.

C'è un antistaminico che è associato con le diminuzioni nel suicidio. C'è la droga di un Parkinson connessa con le diminuzioni. Se quelli provano fuori nei test clinici per essere effetti reali, potremmo usare più di queste droghe per curare la gente suicida.„

Gibboni di Robert, PhD, Direttore del centro per statistica della sanità all'università di Chicago ed all'autore principale dello studio

La tariffa del suicidio sta essendo in rialzo per 16 anni ed è ora la decima causa della morte principale negli Stati Uniti. La maggior parte dei suicidi si presentano in pazienti con un disordine psichiatrico, quale la depressione. Tuttavia, i farmaci antideprimenti comuni come fluoxetina (Prozac) portano l'avviso della scatola nera di FDA, che piombo ad uso in diminuzione di questi farmaci malgrado i vantaggi essi potrebbero fornire.

Per il nuovo studio, i gibboni ed il suo gruppo hanno sviluppato uno strumento statistico per misurare i collegamenti fra le droghe ed i tentativi di suicidio. Hanno analizzato i dati su 922 droghe con più di 3.000 prescrizioni in un database dei reclami medici dal 2003 al 2014. I dati hanno contenuto le registrazioni di 146 milione pazienti unici da più di 100 assicuratori sanitari negli Stati Uniti. Per ogni persona che cattura ogni droga, hanno contato i tentativi di suicidio nei tre mesi prima del riempimento della prescrizione e nei tre mesi dopo la cattura della droga. Questo approccio li ha permessi di valutare determinato ogni droga presso una singola persona e vedere il suo effetto sul suicidio tenta.

“è realmente un modello molto semplice che risponde alla domanda, “un tentativo di suicidio si presenta più frequentemente dopo la cattura della droga che prima? “„ Gibbons ha detto.

Che l'analisi ha trovato 10 droghe che hanno mostrato statisticamente un importante crescita nei tentativi di suicidio, compresi il bitartrato di hydrocodone dell'antidolorifico dell'opioide e l'acetaminofene (Vicodin), il alprazolam delle droghe di anti-ansia (Xanax) ed il diazepam (valium) ed il prednisone, un corticosteroide. Complessivamente 44 droghe hanno mostrato una diminuzione nel rischio di suicidio, compreso un grande gruppo di antideprimente con gli avvisi della scatola nera come fluoxetina e escitalopram (Lexapro), gabapentin (Neurontin), un anticonvulsivo usato per trattare gli attacchi e, interessante, l'acido folico della vitamina.

I gibboni hanno detto che il modello statistico può essere usato per calcolare il rischio di tutti gli eventi avversi che accadono prima e dopo la cattura del farmaco. L'amministrazione di veterani già ha espresso l'interesse nel per mezzo dello strumento e le speranze dei gibboni altri grandi sistemi ospedalieri ed agenzie locali di salubrità lo adotteranno per contribuire a decidere quali droghe da prescrivere, particolarmente per i pazienti a rischio del suicidio.

“Che cosa abbiamo fatto è fornito un metodo alternativo a sorveglianza della sicurezza della droga che potrebbe essere usata da tutta l'agenzia, paese o formulario,„ ha detto. “Abbiamo fatto simultaneamente questa analisi su tutte e 922 le droghe e da quel modello possiamo ritirarci determinato i rischi per ciascuno.„

Source:
Journal reference:

Gibbons, R., et al. (2019) Medications and Suicide: High Dimensional Empirical Bayes Screening (iDEAS). Harvard Data Science Review. doi.org/10.1162/99608f92.6fdaa9de.