I rapporti sulle lesioni in relazione con non riflettono la tendenza relativa alla popolarità, manifestazioni studiano

Nel corso degli ultimi anni, praticare il surfing è aumentato di popolarità, con circa 2,6 milione surfisti ricreativi negli Stati Uniti.

Gli sforzi sono in corso comprendere praticare il surfing non Xerox nelle Olimpiadi. Tuttavia, il numero dei rapporti sulle lesioni in relazione con è limitato e non rispecchia la tendenza relativa alla popolarità, secondo i ricercatori all'ospedale per ambulatorio speciale (HSS).

Harry “Tate„ Greditzer, MD, un radiologo al HSS e surfista avido egli stesso, ha lanciato uno studio per determinare i generi di lesioni che ortopediche un surfista ricreativo potrebbe subire ed ogni quanto tempo lui o lei ha richiesto la chirurgia.

Lo scopo primario dello studio era di caratterizzare i reticoli di MRI della lesione in relazione con acuta al HSS, un ospedale osteomuscolare urbano,„ “secondariamente, lo scopo era di riferire la proporzione di quelle lesioni che hanno richiesto l'intervento chirurgico ortopedico.„

Dott. Harry “Tate„ Greditzer

Il Dott. Greditzer e colleghi ha trovato che le ferite sulla spalla erano il più comune, seguito dalle ferite al ginocchio. Nello studio, 17% dei pazienti ha avuto bisogno della chirurgia per qualunque tipo di lesione praticante il surfing. La ricerca è stata pubblicata online nella salubrità di sport del giornale il 5 novembre.

I ricercatori hanno notato che gli studi praticanti il surfing precedenti dalle regioni differenti del mondo hanno descritto l'incidenza delle lesioni con il tipo, la posizione e la severità, ma i risultati sono stati altamente variabili. Gli studi più priori egualmente hanno utilizzato le modalità della rappresentazione che sono in caso d'urgenza collocazione disponibile facilmente, ma non hanno messo a fuoco sulle modalità di alta risoluzione della rappresentazione del tessuto molle quale MRI, come nello studio del HSS.

I ricercatori del HSS hanno effettuato un esame retrospettivo delle cartelle sanitarie per identificare i pazienti con le lesioni in relazione con che sono venuto al HSS per il trattamento fra il 1° gennaio 2009 ed il 1° agosto 2018. I ricercatori hanno analizzato i dati ed hanno riferito sulla parte del corpo ferita, sulla diagnosi e su chirurgico contro il trattamento nonsurgical.

La ricerca ha reso 109 pazienti con le lesioni in relazione con che hanno avute MRIs. Complessivamente 90 pazienti sono venuto al HSS entro sei mesi della loro lesione e sono stati inclusi in ultima analisi. L'età media era 36, con i pazienti che variano nell'età da 12 a 66. Tre quarti dei pazienti era maschio.

Le lesioni praticanti il surfing acute sono state diagnosticate con un MRI in 72% dei pazienti di studio. Le seguenti lesioni sono state riferite:

Spalla: 46% delle lesioni praticanti il surfing

Ginocchio: 28%

Piede o caviglia: 9%

Spina dorsale: 6%

Gomito: 6%

Altro (frattura della nervatura; sforzo del muscolo o lacerazione del muscolo): 5%

“Sebbene gli studi priori abbiano indicato che le lesioni relative a praticare il surfing soprattutto sono trovate nella testa o nelle estremità inferiori, il nostro studio ha trovato le lesioni dell'arto superiore per essere più comune,„ ha detto Peter Fabricant, MD, un chirurgo ortopedico pediatrico al HSS ed autore di studio. “La maggior parte delle lesioni dell'arto superiore si è presentata alla spalla con la dislocazione anteriore della spalla che è la diagnosi più comune. Delle ferite al ginocchio di presentazione, un legamento collaterale mediale violento era il più frequente.„

Soltanto 17% di tutte le lesioni praticanti il surfing ha richiesto la chirurgia al HSS. Questa percentuale può sopravvalutare il numero delle lesioni praticanti il surfing in generale che richiedono la chirurgia, gli autori di studio celebri. I centri orientamenti terziari di cura quale il HSS tendono a vedere una maggior proporzione di lesioni gravi che richiedono la chirurgia.

Gli autori di studio hanno notato che la qualità diagnostica globale fornita da MRI contribuisce a delucidare le lesioni praticanti il surfing del tessuto molle più serio. Tuttavia, l'uso esclusivo di questa modalità della rappresentazione per la diagnosi era una limitazione dello studio, poichè non avrebbe rappresentato altre lesioni praticanti il surfing osteomuscolari che non richiedessero un MRI.

“Una volta confrontato ad altri sport estremi, praticare il surfing sembra relativamente sicuro,„ ha detto il Dott. Greditzer. “Tuttavia, è importante da tenere presente che il nostro studio ha esaminato i surfisti ricreativi. Non abbiamo incluso i surfisti professionisti, in modo dai pazienti nel nostro studio non potevano generare tanta velocità, ottenere barreled, o lanciare nell'aria come una latta professionale o dilettante, in cui il potenziale per la lesione è molto più alto.„

Il Dott. Greditzer, che sta praticando il surfing per più di 20 anni, ha commentato la prevenzione di lesione per i surfisti d'inizio. Dice che che un buon nuotatore è l'attributo più importante per chiunque che pensa a prendere lo sport. Egualmente raccomanda che i principianti catturino alcune lezioni per imparare le basi e per utilizzare un surf molle della schiuma per cominciare.

Source: