Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le più piccole reti degli adulti più anziani non hanno insidiato la soddisfazione ed il benessere sociali, manifestazioni di studio

Sono i più giovani adulti che coltivi le numerose connessioni con gli amici, le famiglie e le conoscenze attraverso gli adulti più anziani affatto più felici online delle reti sociali che hanno più piccoli cerchi delle relazioni faccia a faccia? La risposta può essere nessuna, secondo la ricerca pubblicata dall'associazione psicologica americana. Le relazioni sociali di qualità amplificano il benessere e possono essere importanti al minorenne 45 della gente come sono a quelle sopra l'età 60.

Gli stereotipi di invecchiamento tendono a dipingere gli adulti più anziani in molte culture come tristi e sole. Ma la ricerca indica che le più piccole reti degli adulti più anziani non hanno insidiato la soddisfazione ed il benessere sociali. Infatti, gli adulti più anziani tendono a riferire il migliore benessere che i più giovani adulti.„

Wändi Bruine de Bruin, PhD, dell'università di Leeds e dell'autore principale dello studio

La ricerca è stata pubblicata nella psicologia e nell'invecchiamento del giornale.

Bruine de Bruin ed i suoi co-author ha analizzato i dati da due indagini online eseguite comitato sudamericano di vita da Rand Corp. ', un'indagine nazionalmente rappresentativa degli adulti reclutati con vari approcci (per esempio, composizione digitale casuale e campionatura basata a indirizzo).

I partecipanti di studio hanno valutato il numero della gente dalle reti sociali differenti (per esempio, amici, famiglia, vicini) e dall'unità periferica altre (per esempio, colleghe, banco o relazioni di infanzia, la gente che fornisce un servizio) con chi “il contatto regolare nei sei mesi scorsi.„ Contatti faccia a faccia incluso, dal telefono o dal email o su Internet. Dei partecipanti sensazioni di benessere stimate anche durante i 30 giorni priori.

I ricercatori hanno trovato che gli adulti più anziani hanno avuti più piccole reti sociali che i più giovani adulti, ma il numero degli amici vicini era indipendente invecchiare. I più giovani adulti hanno avuti grandi reti sociali consistere principalmente di altre periferici, forse perché i siti sociali online della rete di media hanno facilitato il mantenimento di reti sociali sempre più grandi ed impersonali, secondo gli autori.

Soltanto il numero riferito degli amici vicini è stato associato con la soddisfazione ed il benessere sociali attraverso la durata adulta. La relazione fra il numero degli amici vicini ed il benessere ha tenuto, anche dopo rappresentare il numero dei membri della famiglia, dei vicini e dell'unità periferica altre, che non è stata associata ulteriormente con benessere.

La relazione del numero riferito degli amici vicini con la maggiori soddisfazione e benessere sociali non ha variato con l'età, suggerente l'importanza delle amicizie vicine attraverso la durata. Ciò è coerente con i reticoli osservati fra gli utenti di Facebook che hanno riferito il maggior benessere se percepissero gli amici più reali sulle loro reti sociali online, secondo Bruine de Bruin.

Alcuni responsabili della politica sembrano essere sempre più interessati nel miglioramento del benessere in adulti più anziani ampliando le loro reti sociali per combattere la solitudine, secondo Bruine il de Bruin.

“La solitudine ha di meno da fare con il numero degli amici che avete e più da fare con come ritenete circa i vostri amici,„ ha detto. “È spesso i più giovani adulti che ammettono ad avere percezioni negative dei loro amici. La solitudine si presenta nella gente di tutte le età. Se ritenete solo, può essere più utile fare una connessione positiva con un amico che provare e cercare la nuova gente per incontrarsi.„

Source:
Journal reference:

Bruine de Bruin, W., et al. (2019) Age differences in reported social networks and well-being. Psychology and Aging. doi.org/10.1037/pag0000415.