Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La gente che è illetterata può avere maggior rischio di sviluppare la demenza

La nuova ricerca ha trovato quella gente che è illetterato, significante essi mai non ha imparato leggere o scrivere, può avere rischio quasi maggior tre volte di sviluppare la demenza che la gente che può leggere e scrivere. Lo studio è pubblicato nell'emissione online della neurologia,® il giornale medico del 13 novembre 2019 dell'accademia americana della neurologia.

Secondo il dipartimento di educazione degli Stati Uniti, circa 32 milione adulti nel paese sono illetterati.

Potere indicare e scrivere permette che la gente si impegni in più attività che usano il cervello, come i giornali della lettura e bambini e nipoti d'aiuto con compito. La ricerca precedente ha indicato che tali attività possono diminuire il rischio di demenza. Il nostro nuovo studio fornisce più prova che leggere e scrivere possono essere fattori importanti nell'aiuto mantengono un cervello sano.„

Jennifer J. Manly, Ph.D., autore di studio, istituto universitario di Vagelos di Columbia University dei medici e chirurghi in New York

Lo studio ha esaminato la gente con i bassi livelli di istruzione che hanno vissuto a Manhattan del Nord. Molti erano nati e sollevati nelle zone rurali nella Repubblica dominicana in cui l'accesso all'istruzione era limitato. Lo studio ha compreso 983 persone con un'età media di 77. Ogni persona è andato a scuola per quattro anni o di meno. I ricercatori hanno chiesto ad ogni persona, “vi ha fatto mai imparano leggere o scrivere?„ I ricercatori poi hanno diviso la gente in due gruppi; 237 persone erano illetterate e 746 persone erano colte.

I partecipanti hanno avuti esami medici ed hanno catturato la memoria e le prove di pensiero all'inizio dello studio ed alle nomine di seguito che hanno accaduto ogni 18 mesi - due anni. Le prove hanno incluso il richiamo delle parole indipendenti e la produzione delle altrettante parole come possibili una volta date una categoria gradiscono la frutta o l'abbigliamento.

I ricercatori trovati della gente che era illetterata, 83 di 237 persone, o 35 per cento, hanno avuti demenza all'inizio dello studio. Della gente che era colta, 134 di 746 persone, o 18 per cento, hanno avuti demenza. Dopo avere registrato per ottenere l'età, lo stato socioeconomico e la malattia cardiovascolare, la gente che non potrebbe leggere e scrivere hanno avuti quasi una probabilità maggior tre volte di avere demenza all'inizio dello studio.

Fra i partecipanti senza demenza all'inizio dello studio, durante il seguito un una media quattro anni di più successivamente, 114 di 237 persone che erano illetterati, o 48 per cento, ha avuto demenza. Della gente che era colta, 201 di 746 persone, o 27 per cento, hanno avuti demenza. Dopo avere registrato per ottenere l'età, lo stato socioeconomico e la malattia cardiovascolare, ricercatori hanno trovato che quella gente che non potrebbe leggere e scrivere erano due volte probabile sviluppare la demenza durante lo studio.

Quando i ricercatori hanno valutato le abilità spaziali e e di ragionamento di linguaggio, della velocità, hanno trovato che gli adulti che erano illetterati hanno avuti punteggi più bassi all'inizio dello studio. Ma le loro valutazioni del test non sono diminuito ad una tariffa più rapida mentre lo studio ha progredito.

“Il nostro studio egualmente ha trovato che il saper leggere e scrivere è stato collegato agli più alti punteggi sulla memoria e sulle prove di pensiero globalmente, punteggi di linguaggio e non appena di lettura,„ ha detto virile. “Questi risultati indicano che leggere può contribuire a rinforzare il cervello in molti modi che possono contribuire ad impedire o ritardare l'inizio di demenza.„

Continuata virile, “anche se hanno soltanto alcuni anni di formazione, la gente che impara leggere e scrivere può presentare i vantaggi per tutta la vita sopra la gente che non impara mai queste abilità.„

Virile ha detto che gli studi futuri dovrebbero scoprire se investendo più risorse nei programmi che insegnano alla gente a leggere e scrivere la guida diminuisca il rischio di demenza.

Una limitazione dello studio era che i ricercatori non hanno chiesto come o quando colto studi i partecipanti imparati per leggere e scrivere.