Le nanoparticelle inalate possono contribuire a trattare il cancro polmonare

Gli scienziati hanno riferito un nuovo approccio a trattare il cancro polmonare con le nanoparticelle inalate sviluppate alla scuola di medicina della foresta di risveglio, parte di salubrità del battista della foresta di risveglio.

In questo studio del proof of concept, Dawen Zhao, M.D., il Ph.D., professore associato di assistenza tecnica biomedica alla scuola di medicina della foresta di risveglio, ha usato un modello del mouse per determinare se i tumori metastatici del polmone rispondessero ad un sistema inalabile di nanoparticella-immunoterapia combinato con la radioterapia che è comunemente usata trattare il cancro polmonare.

Lo studio è pubblicato nella questione attuale delle comunicazioni della natura.

Il cancro polmonare è il secondo cancro comune e la causa principale della morte del cancro fra sia gli uomini che le donne. Più gente muore del cancro polmonare che del colon, del petto e dei carcinoma della prostata combinati. Sebbene l'immunoterapia stia promettendo, corrente funziona in meno di 20% dei pazienti con il cancro polmonare.

La prova clinica significativa suggerisce che ai tempi della diagnosi i tumori la maggior parte dei pazienti si infiltrino in male dalle celle immuni. Questo ambiente immune “freddo„ in tumori impedisce il sistema immunitario dell'organismo il riconoscimento e l'eliminazione delle celle del tumore.

Il superamento del questo ambiente immunosopressivo del tumore per attaccare il cancro è efficientemente corrente un'area di grande interesse in comunità scientifica, Zhao ha detto.

Gli approcci precedenti hanno compreso l'iniezione diretta degli immunomodulatori nei tumori per amplificare la loro risposta immunitaria. Tuttavia, questo approccio è limitato generalmente per affiorare e tumori facile-acceduti a e può entrare meno in vigore se le iniezioni ripetute sono necessarie sostenere la risposta immunitaria.

Lo scopo della nostra ricerca era di elaborare i mezzi di un romanzo per convertire i tumori freddi in piccante, tumori immune-rispondenti. Lo abbiamo voluto essere non invadente senza iniezione del ago di stampa, capace di accedere ai tumori multipli del polmone per volta e siamo sicuri per uso ripetuto. Stavamo sperando che questo nuovo approccio amplificasse il sistema immunitario dell'organismo più efficacemente al cancro polmonare di lotta.

Dawen Zhao, M.D., Ph.D., professore associato di assistenza tecnica biomedica alla scuola di medicina della foresta di risveglio

Il sistema di nanoparticella-immunoterapia che Zhao ed il suo gruppo hanno messo a punto ha consegnato i immunostimulants via inalazione ad un modello del mouse del cancro polmonare metastatico. La nanoparticella immunostimulant-caricata che, una volta depositate nei sacchi di aria del polmone, sono state prese da un tipo specifico di celle immuni, chiamata antigene-presentare le celle (APC).

Il immunostimulant, cGAMP, nella nanoparticella poi è stato rilasciato dentro la cella, in cui lo stimolo di una via immune particolare (STING) ha attivato la cella dell'APC, che è una tappa critica per indurre la risposta immunitaria sistematica.

Il gruppo egualmente ha mostrato quello che combina l'inalazione di nanoparticella con la radiazione applicata ad una parte di un polmone piombo a regressione dei tumori in entrambi i polmoni ed ha prolungato la sopravvivenza dei mouse. Inoltre, il gruppo ha riferito che completamente ha eliminato i tumori del polmone in alcuni dei mouse.

Con gli studi meccanicistici il gruppo poi ha confermato che il sistema di inalazione ha convertito quei tumori inizialmente freddi in entrambi i polmoni in tumori caldi favorevoli per immunità anticancro robusta.

L'immunoterapia inalabile di Zhao presenta parecchi vantaggi chiave ai metodi precedenti, particolarmente alla capacità accedere ai tumori profondi del polmone perché l'aerosol ditrasporto è stato destinato per raggiungere tutte le parti del polmone ed alla possibilità di trattamento ripetuto usando una formulazione non irritante dell'aerosol.

Il trattamento è stato indicato per essere tollerato bene e cassaforte senza causare l'emergenza in relazione con immune avversa nei mouse.

I ricercatori della scuola di medicina della foresta di risveglio file una richiesta di brevetto provvisoria per il sistema inalabile di nanoparticella-immunoterapia.

Source:
Journal reference:

Liu, Y. et al. (2019) An inhalable nanoparticulate STING agonist synergizes with radiotherapy to confer long-term control of lung metastases. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-019-13094-5