Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra i risultati di promessa della tecnologia di sostegno di comunicazione per la formazione dei chirurghi

I ricercatori al centro medico dell'università del Maryland, della contea di Baltimore (UMBC) e di Anne Arundel hanno intrapreso gli studi che esplorano come gli apprendisti chirurgici stanno avvertendo una nuova tecnologia gestuale destinata per migliorare la comunicazione durante l'ambulatorio laparoscopic. I risultati di questa ricerca è stato presentato appena da Azin Semsar, primo autore e studente di PhD di UMBC nella computazione Umano-Centrata, al simposio annuale dell'associazione medica americana dell'informatica (AMIA).

I chirurghi eseguono l'ambulatorio laparoscopic inserendo una piccola macchina fotografica nell'addome e guardando i movimenti dei loro strumenti tramite un video in tensione. Mentre si riferiscono al video, i chirurghi non possono toccare la visualizzazione o un mouse, perché le loro mani devono rimanere sterili. Invece, devono usare le descrizioni verbali per comunicare con altre durante l'ambulatorio. Gli apprendisti devono prestare l'estrema attenzione alle istruzioni verbali e capiscono come trasformare quelle indicazioni verbali in atto, senza contare su tutte le interazioni gestuali fra il chirurgo e lo schermo.

I ricercatori hanno cercato di sviluppare un più modo efficace di chirurghi di addestramento nelle tecniche laparoscopic usando una tecnologia chiamata il puntatore virtuale, sviluppato da Helena Mentis, da decano di socio per i programmi accademici e l'apprendimento e dal professore associato dei sistemi di informazione a UMBC.

Questa tecnologia permette che l'istruttore chirurgico indichi al video in tensione e lo attinga senza toccarlo, in modo da possono istruire l'apprendista chirurgico su come eseguire le procedure.„

Andrea Kleinsmith, assistente universitario dei sistemi di informazione a UMBC

Kleinsmith piombo lo sforzo per misurare e capire l'impatto della tecnologia sulla conoscenza richiesta dell'apprendista.

Invece di contare solamente sulle istruzioni verbali, attraverso il puntatore virtuale gli apprendisti potrebbero visualizzare meglio che cosa fare dopo. Kleinsmith e Mentis hanno cercato di provare se questo metodo ha urtato la conoscenza richiesta, la quantità di sforzo mentale necessaria per assolvere il compito. Se il metodo aumentasse significativamente la conoscenza richiesta, questo non sarebbe stato uno strumento di formazione utile durante le procedure chirurgiche.

D'importanza, il puntatore virtuale comprende sia le informazioni visive che verbali. L'istruttore ancora fornisce l'istruzione verbale, ma possono anche dare le indicazioni visive allo stesso tempo. A lungo termine, i ricercatori hanno predetto che quello facendo uso sia di elaborazione delle informazioni visiva che verbale avrebbe diminuito la conoscenza richiesta sugli apprendisti. Tuttavia, egualmente hanno predetto che la conoscenza richiesta sarebbe aumentato inizialmente, dovuto lo sforzo stato necessario per ottenere abituati alla nuova tecnologia.

Per determinare la conoscenza richiesta degli apprendisti chirurgici, i ricercatori hanno misurato le loro risposte fisiologiche connesse ai livelli di risveglio. “In particolare, siamo interessati nell'attività electrodermal, che, [molto semplicemente] uguaglia alla quantità di sudore sull'interfaccia. È stata collegata alla conoscenza richiesta,„ Kleinsmith spiega. Hanno misurato quell'attività electrodermal facendo uso dei polsini indossati dagli apprendisti durante l'addestramento. Hanno trovato che la loro conoscenza richiesta non è aumentato con il primo uso del puntatore virtuale--invece, ha restato lo stessi.

Il puntatore virtuale egualmente ha avuto un impatto positivo sulla comunicazione fra l'istruttore e l'apprendista. Senza il sistema virtuale del puntatore, gli apprendisti hanno fermato l'addestramento per elaborare più frequentemente le loro istruzioni. Con il sistema, potevano meglio continuare ad eseguire l'addestramento mentre elaboravano le nuove informazioni.

“Abbiamo trovato che quando usando il sistema, non solo ha fatto il loro aumento della conoscenza richiesta non, ma potevano realmente eseguire più mansioni che nell'addestramento standard,„ Kleinsmith spiega.

Il collaudo del questo strumento ha richiesto un'associazione fra i ricercatori in due campi molto differenti, con Mentis che sviluppa la tecnologia e il Kleinsmith che misurano l'attuabilità di quella tecnologia in una regolazione nell'ambiente di addestramento. I loro risultati indicano che c'è speranza per addestramento più efficiente per i chirurghi tramite uno strumento che non aumenta lo sforzo mentale nell'esperienza di addestramento. La più ricerca è necessaria sull'impatto del sistema virtuale del puntatore sulla conoscenza richiesta nelle impostazioni attive della sala operatoria.