Lo studio longitudinale non trova perdita conoscitiva di memoria o di declino relativa ad uso dello statin

Precedentemente è stato sospettato che l'uso dello statin può essere collegato con la memoria alterata ed il declino conoscitivo. Questa incertezza che circonda l'impatto nocivo non intenzionale potenziale del loro uso ha suscitato la grande preoccupazione poichè gli statins sono una delle medicine il più comunemente prescritte negli Stati Uniti.

Credito di immagine: ashford/Shutterstock.com di RogerCredito di immagine: ashford/Shutterstock.com di Roger

Tuttavia, un nuovo studio ha scoperto che questo collegamento può essere non fondato. I ricercatori hanno dimostrato che la tariffa della memoria o del declino conoscitivo in utenti di statin, osservati in due anni, non era significativamente differente da un gruppo di controllo che non aveva catturato mai il farmaco.

Il chiarimento ha avuto bisogno di sopra gli effetti secondari potenziali della medicina comune

Gli Statins sono un gruppo di farmaci che sono prescritti comunemente a quelli a rischio della malattia di cuore, il colpo, il diabete, la malattia renale ed altri disordini del lipido. Agiscono su un enzima che è usato per preparare il colesterolo e per essere trovato per diminuire la malattia e la mortalità in questo gruppo a rischio.

Tuttavia, la preoccupazione del consumatore è stata generato dovuto l'uso di queste medicine che sono associate con gli effetti psicologici avversi. Con oltre 35 milioni che catturano le droghe negli Stati Uniti, è stata di capitale importanza per condurre una ricerca accurata in se gli statins possono alterare la memoria e causare il declino conoscitivo.

I ricercatori in Australia hanno raccolto i dati che forniscono la riassicurazione su questa emissione. In uno studio pubblicato questo mese nel giornale dell'istituto universitario americano della cardiologia, i ricercatori rivelano quello che segue uno studio di sei anni, essi non hanno trovato prova per supportare la teoria che gli statins hanno un impatto conoscitivo negativo.

Al contrario, la loro prova suggerisce che possano essere protettive contro il declino di memoria in alcuni utenti, sebbene questi risultati richiedano l'indagine successiva.

Sei studi di un anno non trovano effetti nocivi

Il centro per invecchiamento sano del cervello (CHeBA) all'università di New South Wales, Sydney, Australia, era la regolazione di uno studio che ha avuto luogo in sei anni allo scopo di studiare la relazione fra uso dello statin e cambiamenti nella memoria e nella cognizione. I ricercatori hanno confrontato la memoria e una funzione conoscitiva di di due gruppi, utenti dello statin e coloro che non aveva catturato mai il farmaco.

Entrambi i gruppi hanno rappresentato una popolazione anziana. La prestazione dei partecipanti' sulle misure della memoria e la cognizione sono state raccolte nel corso di sei anni e le misure del loro volume del cervello sono state rilevate due anni. I ricercatori egualmente hanno studiato una relazione potenziale fra uso dello statin ed i fattori di rischio di demenza.

I risultati hanno indicato che i due gruppi non non video differenza significativa nella tariffa del declino nella memoria o della cognizione globale su un periodo di sei anni. I ricercatori egualmente hanno concluso che c'era uno smussamento osservato del declino conoscitivo in coloro che ha cominciato l'uso dello statin durante il periodo della ricerca, che contraddice i sospetti precedenti che circondano il farmaco.

Tuttavia, un declino nella prestazione su una memoria specifica è stato associato con uso dello statin in un gruppo di partecipanti con il carrello del apolipoprotein e della malattia di cuore Eε4. Di conseguenza, lo statin può causare determinati deficit di memoria in un gruppo specifico di utenti, che deve essere studiato più ulteriormente per valutare il rischio comportato a questo gruppo.

Per concludere, i risultati hanno indicato che non c'era differenza nelle variazioni di volume del cervello fra i due gruppi in due anni.

Riassicurazione per gli utenti dello statin

In generale, i risultati dello studio longitudinale hanno trovato che la terapia dello statin non è stata collegata con un declino aumentato nella memoria o nella cognizione. I risultati serviscono da riassicurazione alla grande popolazione dei pazienti che catturano il farmaco per un intervallo delle emissioni di salubrità.

Poichè c'è un grande organismo di prova che supporta la mortalità che diminuisce l'impatto degli statins in quelli con la malattia di cuore, il colpo, il diabete, la malattia renale ed altri disordini del lipido, è importante che i pazienti non sono motivati per smettere di catturare il loro farmaco con i timori sopra gli effetti secondari nocivi che non sono supportati da prova clinica.

Journal reference:

Samaras et al. (2019). Effects of Statins on Memory, Cognition, and Brain Volume in the Elderly. Journal of the American College of Cardiology. DOI: 10.1016/j.jacc.2019.09.041

Sarah Moore

Written by

Sarah Moore

After studying Psychology and then Neuroscience, Sarah quickly found her enjoyment for researching and writing research papers; turning to a passion to connect ideas with people through writing.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Moore, Sarah. (2019, November 19). Lo studio longitudinale non trova perdita conoscitiva di memoria o di declino relativa ad uso dello statin. News-Medical. Retrieved on April 08, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20191119/Longitudinal-study-finds-no-cognitive-decline-or-memory-loss-related-to-statin-use.aspx.

  • MLA

    Moore, Sarah. "Lo studio longitudinale non trova perdita conoscitiva di memoria o di declino relativa ad uso dello statin". News-Medical. 08 April 2020. <https://www.news-medical.net/news/20191119/Longitudinal-study-finds-no-cognitive-decline-or-memory-loss-related-to-statin-use.aspx>.

  • Chicago

    Moore, Sarah. "Lo studio longitudinale non trova perdita conoscitiva di memoria o di declino relativa ad uso dello statin". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20191119/Longitudinal-study-finds-no-cognitive-decline-or-memory-loss-related-to-statin-use.aspx. (accessed April 08, 2020).

  • Harvard

    Moore, Sarah. 2019. Lo studio longitudinale non trova perdita conoscitiva di memoria o di declino relativa ad uso dello statin. News-Medical, viewed 08 April 2020, https://www.news-medical.net/news/20191119/Longitudinal-study-finds-no-cognitive-decline-or-memory-loss-related-to-statin-use.aspx.