Lo studio sottolinea l'influenza di trattamento sensitivo nella sclerosi a placche

Un gruppo dei ricercatori ha pubblicato i nuovi risultati circa il ruolo delle caratteristiche sensitive di malattia e di trattamento nello stato funzionale delle persone con la sclerosi a placche. Ciò è uno dei primi studi per esaminare le implicazioni dei deficit sensitivi di trattamento in questa popolazione. L'articolo, “il ruolo delle difficoltà sensitive di trattamento, danno conoscitivo e severità di malattia nella predizione del comportamento funzionale fra i pazienti con la sclerosi a placche„, (doi: 10.1080/09638288.2019.1653998) epublished il 27 agosto 2019 dall'inabilità e dal ripristino.

Gli autori sono Batya Engel-Yeger, il PhD, OT, dell'università di Haifa, di John DeLuca, di PhD e di nasello di Patrick delle fondamenta di Kessler e di Yael Goverover, OTR/L, PhD, della New York University e delle fondamenta di Kessler. Collegamento all'estratto: https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/09638288.2019.1653998

Poca ricerca è stata effettuata sulle difficoltà sensitive di trattamento che pregiudicano le persone con la sclerosi a placche e sull'impatto di queste difficoltà sulle loro attività quotidiane. Questo gruppo dei ricercatori ha esaminato l'associazione fra i deficit sensitivi di trattamento ed i danni conoscitivi in persone con il ms e gli effetti delle difficoltà sensitive di trattamento sulla severità di malattia e di comportamento funzionale.

I ricercatori hanno iscritto 61 partecipante con la sclerosi a placche, invecchiato 23 - 63 anni e 36 comandi sani. I partecipanti del ms hanno compreso 43 partecipanti con i danni conoscitivi e 18 senza danni. I dati si sono raccolti hanno incluso profilo sensitivo adolescente/adulto, il profilo di comportamento funzionale ed i punteggi compositi funzionali del ms. La prova ha rivelato la presenza di differenze nel trattamento sensitivo compreso la capacità bassa di registrare l'input sensoriale, l'alta sensibilità sensitiva e l'evitare sensitivo.

Rispetto ai comandi sani, i partecipanti con il ms erano più probabili segnare più su sulle prove per le difficoltà sensitive; non c'erano differenze fra i due gruppi del ms. Per il profilo di comportamento funzionale, il gruppo di controllo ha avuto più alti punteggi che entrambi i gruppi del ms. Le analisi dei risultati sensitivi, dello stato conoscitivo, dei profili di comportamento funzionale e della severità di malattia hanno mostrato una mancanza di effetto di stato conoscitivo su comportamento funzionale. La severità di malattia ed i deficit sensitivi di trattamento, tuttavia, hanno pregiudicato la prestazione funzionale delle attività di vita di tutti i giorni.

Questo studio sottolinea l'influenza di trattamento sensitivo nel ms e l'importanza dei pazienti della selezione per questi disordini. Ulteriore ricerca è necessaria esplorarla se le difficoltà sensitive di trattamento potrebbero essere valore predittivo per la severità di malattia ed il declino conoscitivo,„ è continuato. “Questo approccio può piombo agli interventi che migliorano la funzione e supportano la partecipazione completa della gente con il ms nella vita di tutti i giorni.„

Dott. Yael Goverover, New York University

Source:
Journal reference:

Engel-Yeger, B., et al. (2019) The role of sensory processing difficulties, cognitive impairment, and disease severity in predicting functional behavior among patients with multiple sclerosis. Disability and Rehabilitation. doi.org/10.1080/09638288.2019.1653998.