Lo studio trova le tariffe più basse della morte prematura e del cancro in avventisti Settimo giorni

Uno studio recente ha trovato le tariffe più basse della morte prematura e del cancro in avventisti Settimo giorni, un lungo di denominazione protestante conosciuto per la promozione della salute, rispetto alle persone nella popolazione generale degli Stati Uniti. Pubblicato presto online nel CANCRO, un giornale pari-esaminato dell'associazione del cancro americana, lo studio egualmente ha trovato risultati simili quando limita l'analisi per annerire gli avventisti e la popolazione in genere di colore.

I comportamenti di salubrità promossi dalla chiesa avventista Settimo giorna includono il fumo, il cibo della dieta impianta impianto, esercizio regolare ed il mantenimento del peso corporeo normale. La ricerca precedente suggerisce che gli avventisti Settimo giorni abbiano rischi più bassi di molti cancri, di malattia di cuore e di diabete e nella California, più lungo in tensione delle persone nella popolazione in genere. I risultati variano dal tipo del cancro, tuttavia, con poco dati pubblicati per le persone nere.

Per fornire le comprensioni supplementari, Gary Fraser, PhD, dell'università di Loma Linda in Loma Linda, la California ed i suoi colleghi ha confrontato i tassi di mortalità e l'incidenza del cancro fra una popolazione avventista Settimo giorna nazionale e un campione rappresentativo della popolazione degli Stati Uniti. Specificamente, i ricercatori hanno analizzato i dati dalla salubrità avventista nazionalmente inclusa Study-2 e da una popolazione di censimento degli Stati Uniti ed hanno registrato per ottenere le differenze nella formazione, nella posizione della residenza e nelle abitudine di fumare di esperienza, di modo che questi fattori non ne avrebbero spiegato c'è ne dei risultati.

Il gruppo ha trovato le tariffe significativamente più basse della morte da tutta la causa come pure un'incidenza più bassa di tutti i cancri si è combinata nella popolazione avventista (da 33 per cento e da 30 per cento, rispettivamente) e nelle tariffe di incidenza più basse specificamente per il cancro polmonare colorettale, rettale e del petto, (da 30 per cento, 16 per cento, 50 per cento e 30 per cento, rispettivamente). I tassi di mortalità e l'incidenza di tutti i cancri combinati erano egualmente significativamente più bassi fra le persone avventiste nere rispetto alle persone nere nella popolazione di censimento degli Stati Uniti (da 36 per cento e da 22 per cento, rispettivamente).

Ciò è la prima conferma dei rapporti precedenti, ora facendo uso delle popolazioni nazionali. Più ulteriormente, potevamo gestire per le differenze nell'uso del tabacco escludendo tutti gli non Avventisti corrente di fumo e registrando per ottenere il fumo ed il tempo di esperienza dal terminare nei fumatori precedenti. Inoltre, questo è il primo rapporto che comprende un confronto fra le persone nere da solo.„

Gary Fraser, PhD, università di Loma Linda in Loma Linda, California

Il Dott. Fraser ha notato che i risultati non identificano chiaramente le cause delle indennità-malattia sperimentate dagli avventisti, ma altri studi hanno fornito la prova che le abitudini dietetiche impiante impianto scelte da molti avventisti sono un fattore importante. “I vegetariani avventisti hanno meno peso eccessivo, il diabete, l'ipertensione, il colesterolo elevato di sangue, coronaropatia e parecchi cancri rispetto ai non vegetariani avventisti, che stessi sia più bassi del i consumatori usuale degli alimenti animali,„ ha detto. “Così, i risultati in questo rapporto che confronta tutti gli avventisti--vegetariani e non vegetariani--per fare la media gli Americani sono in gran parte come previsto e suggerire forte che questi vantaggi di salubrità possano essere a disposizione di tutti gli Americani che scelgono le simili diete, inoltre naturalmente ad altre scelte prudenti ben note di stile di vita quale attività fisica regolare, evitando il fumo e la cura con il peso corporeo.„

Source:
Journal reference:

Fraser, G.E., et al. (2019) Lower rates of cancer and all‐cause mortality in an Adventist cohort compared with a US Census population. Cancer. doi.org/10.1002/cncr.32571.