La cannabis inalata taglia la severità di emicrania e di emicrania da quasi a metà

La cannabis inalata diminuisce auto-ha riferito la severità di emicrania da 47,3% e la severità di emicrania da 49,6%, secondo uno studio recente piombo da Carrie Cuttler, un assistente universitario di Washington State University della psicologia.

Lo studio, pubblicato recentemente online nel giornale di dolore, è il primo per usare i grandi dati dai pazienti di emicrania e di emicrania che utilizzano le cannabis nel tempo reale. Gli studi precedenti hanno chiesto ai pazienti di richiamare l'effetto di uso della cannabis nel passato. Ha stato un test clinico che indica che la cannabis era migliore dell'ibuprofene nell'alleviazione dell'emicrania, ma ha usato il nabilone, una droga sintetica di cannabinoido.

Siamo stati motivati per fare questo studio perché un numero considerevole di di gente dice che usano le cannabis per l'emicrania e l'emicrania, ma sorprendente pochi studi avevano indirizzato l'argomento.„

Carrie Cuttler, autore principale sul documento

Nello studio di WSU, i ricercatori hanno analizzato i dati archivistici dallo Strainprint app, che permette che i pazienti tengano la carreggiata i sintomi prima e dopo facendo uso della cannabis medica approvvigionata dai produttori e dai distributori commerciali canadesi. Le informazioni sono state presentate entro più di 1.300 pazienti che hanno usato il app oltre 12.200 volte tenere la carreggiata i cambiamenti nell'emicrania da prima dopo ad uso della cannabis ed altre 653 chi ha usato il app più di 7.400 volte tenere la carreggiata i cambiamenti nella severità di emicrania.

“Abbiamo voluto avvicinarci a questo in un modo ecologicamente valido, che è di esaminare i pazienti reali che usando le cannabis di piante intere per medicare nelle loro propri case ed ambienti,„ Cuttler abbiamo detto. “Questi sono egualmente dati molto grandi, in modo da possiamo generalizzare più giustamente ed esattamente alla maggior popolazione dei pazienti che usando le cannabis per gestire queste circostanze.„

Cuttler ed i suoi colleghi non hanno veduto prova che le cannabis causate “esagerano l'emicrania,„ un trabocchetto dei trattamenti più convenzionali che possono rendere le emicranie dei pazienti peggiori col passare del tempo. Tuttavia, hanno veduto i pazienti che usando col passare del tempo le più grandi dosi delle cannabis, incriminanti essi possono sviluppare la tolleranza alla droga.

Lo studio ha trovato una piccola differenza di genere con significantly more sessioni che comprendono la riduzione di emicrania riferita dall'uomo (90,0%) che dalle donne (89,1%). I ricercatori egualmente hanno notato che i concentrati della cannabis, quale la cannabis lubrificano, prodotto una più grande riduzione delle classificazioni della severità di emicrania che le cannabis fioriscono.

Non c'era, tuttavia, differenza significativa nella riduzione di dolore fra gli sforzi della cannabis che erano più alti o più bassi nei livelli di tetrahydrocannabinol (THC) e di cannabidiol (CBD), due dei componenti chimici il più comunemente studiati di cannabis, anche conosciuti come i cannabinoidi. Poiché la cannabis si compone oltre di 100 cannabinoidi, questa che trova suggerisce che i cannabinoidi differenti o altri componenti come i terpeni possano svolgere il ruolo centrale nel sollievo di emicrania e di emicrania.

La più ricerca è necessaria e Cuttler riconosce le limitazioni dello studio di Strainprint poiché conta su un gruppo di persone autoselettivo che possono già anticipare che la cannabis funzionerà per alleviare i loro sintomi e non era possibile impiegare un gruppo di controllo del placebo.

“Sospetto che ci sono alcune leggere sopravvalutazioni dell'efficacia,„ ha detto Cuttler. “La mia speranza è che questa ricerca motiverà i ricercatori per intraprendere il lavoro difficile delle prove controllate a placebo di conduzione. Nel frattempo, questo dà almeno i pazienti medici della cannabis ed i loro medici un poco più informazioni su cui potrebbero attendersi dal usando la cannabis per gestire queste circostanze.„

Source:
Journal reference:

Cuttler, C., et al. (2019) Short- and Long-Term Effects of Cannabis on Headache and Migraine. Journal of Pain. doi.org/10.1016/j.jpain.2019.11.001.