Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'inquinamento atmosferico si è associato con il maggior rischio di glaucoma

Vivendo in una più zona inquinata è associato con una maggior probabilità di avere glaucoma, uno stato di occhio debilitante che può causare la cecità, trova nuovo da uno studio guidato UCL nel Regno Unito.

La gente in vicinanze con le quantità elevate di inquinamento fine del particolato era almeno 6% più probabili riferire avere glaucoma che quelli nelle aree meno-inquinanti, secondo i risultati pubblicati nell'oftalmologia investigativa & nella scienza visiva.

“Abbiamo trovato ancora un altra ragione per la quale l'inquinamento atmosferico dovrebbe essere indirizzato come priorità di salute pubblica e quello evitare le sorgenti di inquinamento atmosferico potrebbe essere proficua per salubrità dell'occhio accanto ad altre preoccupazioni di salubrità,„ ha detto l'autore principale dello studio, il professor Paul lo Foster (l'istituto di UCL dell'oftalmologia e Moorfields Eye l'ospedale).

“Mentre non possiamo confermare ancora che l'associazione è causale, speriamo di continuare la nostra ricerca per determinare se l'inquinamento atmosferico effettivamente causi il glaucoma e per scoprire se ci sono delle strategie dell'evitare che potrebbero aiutare la gente a diminuire la loro esposizione ad inquinamento atmosferico per attenuare i rischi sanitari.„

Il glaucoma è la causa globale principale di cecità e delle influenze irreversibili oltre 60 milione di persone universalmente. Deriva il più comunemente da un'accumulazione di pressione da liquido nell'occhio, danneggiante il nervo ottico che connette l'occhio al cervello. Il glaucoma è una malattia neurodegenerative.

“La maggior parte dei fattori di rischio per il glaucoma sono dal nostro controllo, quali la vecchiaia o la genetica. Sta promettendo che possiamo ora identificare un secondo fattore di rischio per il glaucoma, dopo che pressione dell'occhio, che può essere modificata dallo stile di vita, dal trattamento o dai cambi politici,„ il professor aggiunto Foster.

I risultati sono stati basati su 111.370 partecipanti del gruppo BRITANNICO di studio del Biobank, che ha subito le prove dell'occhio dal 2006 al 2010 ai siti attraverso la Gran-Bretagna. Ai partecipanti sono stati chiesti se hanno avuti glaucoma ed hanno subito la prova oculare per misurare la pressione intraoculare e la rappresentazione ottica di tomografia della coerenza del spettrale-dominio (una scansione del laser della retina) misurare lo spessore della macula del loro occhio (zona centrale della retina).

I dati dei partecipanti sono stati collegati alle misure di inquinamento atmosferico per i loro indirizzi di casa, dall'unità di statistica della sanità di piccola zona, con i ricercatori che mettono a fuoco sul particolato fine (uguale o meno di 2,5 micrometri di diametro, o PM2.5).

Il gruppo di ricerca ha trovato che la gente nel 25% più-inquinante delle aree era almeno 6% più probabili riferire avere glaucoma che quelli nel quartile meno-inquinante ed erano egualmente sensibilmente più probabili avere una retina più sottile, uno dei cambiamenti tipici della progressione del glaucoma. La pressione dell'occhio non è stata associata con inquinamento atmosferico, che i ricercatori dicono suggerisce che l'inquinamento atmosferico potesse pregiudicare il rischio del glaucoma attraverso un meccanismo differente.

L'inquinamento atmosferico può contribuire al glaucoma dovuto la riduzione dei vasi sanguigni, che lega nei collegamenti dell'inquinamento atmosferico ad un rischio aumentato di problemi del cuore. Un'altra possibilità è che le particelle possono avere un effetto tossico diretto danneggiare il sistema nervoso e contribuire all'infiammazione.„

Il Dott. Sharon Chua, autore dello studio il primo, l'istituto di UCL dell'oftalmologia e Moorfields Eye l'ospedale

L'inquinamento atmosferico è stato implicato nel rischio elevato di termini polmonari e della malattia cardiovascolare come pure del cervello quali il morbo di Alzheimer, la malattia del Parkinson ed il colpo. L'esposizione del particolato è uno di più forti preannunciatori della mortalità fra gli inquinanti atmosferici.

Questo studio aggiunge a prova precedente che la gente nelle aree urbane è 50% più probabili avere glaucoma che quelli nelle zone rurali, suggerenti ora che l'inquinamento atmosferico può essere un contributore chiave a quel reticolo.

“Abbiamo trovato una correlazione notevole fra l'esposizione del particolato ed il glaucoma. Poichè questo era nel Regno Unito, che ha inquinamento relativamente basso del particolato sul disgaggio globale, il glaucoma può essere ancora di più incastrato forte da inquinamento atmosferico altrove nel mondo. E poichè non abbiamo compreso l'inquinamento atmosferico dell'interno e l'esposizione del posto di lavoro nella nostra analisi, l'effetto reale può essere ancora maggior,„ ha detto il professor lo Foster.

il ricercatore Co-principale dello studio, il sig. Praveen Patel (centro di ricerca biomedico di NIHR a fiducia delle fondamenta di NHS dell'ospedale dell'occhio di Moorfields & istituto di UCL di oftalmologia), hanno aggiunto:

Il nostro studio mostra il potenziale di nuove tecniche di rappresentazione retiniche di identificare la malattia e di capire come le malattie si sviluppano in moda da poterci migliorare la sanità e trovare noi i nuovi modi impedire la cecità.„

Source:
Journal reference:

Chua, S.Y.L., et al. (2019) The Relationship Between Ambient Atmospheric Fine Particulate Matter (PM2.5) and Glaucoma in a Large Community Cohort. Investigative Ophthalmology & Visual Science. doi.org/10.1167/iovs.19-28346.