La nanotecnologia potrebbe contribuire ad indirizzare l'pre-eclampsia che pregiudica 10 milione donne

L'università di Dott. biomedico Marnie l'Winter dell'ingegnere di Australia del sud ha ricevuto US$100,000 dalle più grandi fondamenta private del mondo da contribuire meglio a capire ed affrontare una circostanza che uccide ogni anno 76.000 donne e 500.000 bambini.

Il gruppo internazionale piombo dal Dott. l'Winter ha ricevuto il finanziamento dalle prospezioni grandi di sfide, un'iniziativa di Bill & delle fondamenta di Melinda Gates, per esplorare gli approcci di avanguardia della bioingegneria e di nanotecnologia ad pre-eclampsia di indirizzo, una delle complicazioni più comuni nella gravidanza.

l'Pre-eclampsia è caratterizzata da ipertensione e pregiudica più di 10 milione donne ogni anno (5-8 per cento di tutte le gravidanze), che particolarmente in paesi a basso reddito possono avere conseguenze catastrofiche e mettere sia le madri che le vite dei bambini al rischio.

I trattamenti correnti per pre-eclampsia comprendono la diminuzione della pressione sanguigna della madre ma questi attenuano soltanto i sintomi e non indirizzano la causa. Dal momento che il solo modo definitivo trattare l'pre-eclampsia è di consegnarci il bambino, ma ora sappia che le conseguenze della circostanza possono durare lungamente dopo avere dato alla luce.„

Dott. Marnie Winter, università di ingegnere del biomedical di Australia del sud

Il Dott. l'Winter ed il suo gruppo, compreso il professor Benjamin Thierry che dirige il gruppo futuro della bioingegneria dell'istituto delle industrie di UniSA ed i ricercatori dall'università di Adelaide e di università di Toronto, studierà l'uso dei portafili minuscoli della droga trattare - e perfino impedire - l'pre-eclampsia e le sue complicazioni senza pregiudicare il feto.

Il gruppo spera di sviluppare un trattamento basato su HDL o “su buon colesterolo„ che possono portare le droghe molecolari e legare naturalmente alla placenta ed ai vasi sanguigni che sono danneggiate nel preeclampsia, efficacemente miranti alle vie di pre-eclampsia.

Una sfida significativa è la mancanza di modelli in vitro che ricreano che cosa accade durante l'pre-eclampsia dice il professor Thierry. “quindi modelli avanzati bioengineer della placenta che eventualmente fornirà le nuove comprensioni nella circostanza ed accelererà lo sviluppo del trattamento„.

Un fuoco del progetto di 18 mesi è di sviluppare i trattamenti potenziali compatibili con la risorsa bassa e/o le impostazioni remote, compreso l'Australia regionale ed i paesi a basso reddito che soffrono spesso le conseguenze più severe della malattia.